Notizie dal Mondo dei Motori
Renault Scénic XMod Cross monovolume di tendenza

Renault Scénic XMod Cross monovolume di tendenza

Tra le tante novità targate Scénic ecco l’inedita XMod Cross, una reinterpretazione in stile crossover che strizza l’occhio al mondo dei SUV

Dimensione Carattere:

Renault ha rinnovato l’intera gamma Scénic con l’obiettivo di consolidarne un successo commerciale testimoniato dagli oltre 4,3 milioni di esemplari prodotti dal 1996 nello stabilimento di Douai dove dal 2014 Renault assemblerà modelli alto di gamma e per il quale sono stati recentemente investiti 420 milioni di Euro. Tra tutte le novità targate Scénic, spicca l’inedita Scénic XMod Cross, una reinterpretazione in stile crossover che mette definitivamente al bando il preconcetto che le monovolume siano vetture pratiche, versatili, ma un po’ noiose e poco emozionali. Proprio a questa versione che strizza l’occhio al mondo dei SUV, è dedicata la nostra prova su strada.


Pochi interventi, ma non solo di forma
Sono pochi gli interventi che differenziano la nostra Cross da una “normale” XMod, ma, come vedremo, non si limitano alla forma con robusti fascioni laterali e paracolpi anteriori e posteriori color alluminio. A bordo spiccano infatti il selettore dell’Extended Grip, un inedito sistema di controllo della trazione con tre modalità di assistenza: Expert, All Road e Off Road che consente, abbinato a pneumatici m+s, doti di mobilità superiori a quelle offerte da una normale monovolume a trazione anteriore (senza raggiungere quelle di una 4x4 che però risulterebbe anche più costosa sia in termini di prezzo d’acquisto che di gestione), il joystick multidirezionale per navigare sull’interfaccia multimediale e, negli allestimenti top (come quello oggetto del nostro test equipaggiato tra l’altro anche con pacchetto Bose), sono di serie volante sportivo con base piatta, pedaliera e pomello leva cambio in alluminio, impunture sportive e rivestimenti misti pelle-Alcantara. Sul piano della versatilità, la versione Cross mantiene inalterati tutti i punti di forza tradizionali di Scénic XMod come il vano bagagli dalla capienza di 555 litri e, in generale, volumetrie al vertice della categoria. Ma entriamo nello specifico.


Un’altro modo di essere..crossover
Scénic XMOD Cross, si propone come riferimento delle monovolume in versione Crossover. Nell’immaginario collettivo si è abituati ad associare questo concetto a vetture che presentano forme e posizione di guida rialzata in stile SUV, con meccaniche e caratteristiche da “civili” berline o compatte urbane. In questo caso il mix è invece tra una monovolume ed un SUV del quale però acquisisce solo alcuni dettagli estetici ed una superiore capacità di muoversi su superfici a bassa aderenza grazie all’Extended Grip. Proprio il suo stile outdoor e le sue doti di mobilità, conquistano da subito e rendono ogni viaggio un’esperienza piacevole e rilassante; insomma sarà stata la coincidenza con il periodo estivo, ma a bordo di XMod Cross ci siamo sentiti subito in vacanza.


Altezza...mezza bellezza
Il detto non si riferisce certo alle automobili, anche perchè le più affascinanti e desiderate sono forse le più basse ed affilate GT, tuttavia XMod Cross fa decisamente la sua bella figura con un’altezza da terra rialzata di 30 mm, abbinata al suo look da crossover. Per la precisione troviamo uno specifico paraurti anteriore e posteriore, protezioni del sottoscocca e barre da tetto cromate. L’immagine premium è completata dalle oramai immancabili (se non le hai non sei nessuno...) luci diurne a Led di serie, con cerchiature cromate e cerchi specifici Design 16’’ sulle versioni d’accesso o in lega da 16’’ o 17’’ (come nel caso della Energy oggetto del test). Il badge Cross posizionato sulle portiere anteriori sottolinea in modo non molto discreto, ma comunque grintoso, tutto lo spirito “country” di XMod Cross. Oltre al badge Cross, ci sono altri due elementi (che apprezziamo molto di più) in grado di caratterizzare il nuovo stile XMod Cross: il battitacco in cromo satinato con logo XMod sulle soglie delle porte (nella versione Energy) ed il badge XMod sul portellone posteriore.


Spalle forti
L’aspetto sportivo, forte e dinamico di questa originale crossover è sottolineato non solo dall’altezza maggiorata di 30 mm dal suolo rispetto alla normale Scénic, ma anche da una larghezza cresciuta di 20 mm nel posteriore e di 10 mm nell’avantreno. Oltre ad un’immagine più “robusta”, viene così accresciuta anche la stabilità, come abbiamo potuto apprezzare persino nella guida più arrembante e su ogni tipo di percorso (il tutto senza ricorrere ad un assetto rigido che sarebbe andato a penalizzare il comfort che rimane da autentica monovolume).




A cura di Autolink News © riproduzione riservata.

Servizi e Link Consigliati