Notizie dal Mondo dei Motori
Renault Twizy - FIAC 2011

Renault Twizy - FIAC 2011

In occasione della Fiera Internazionale di Arte Contemporanea, che si svolgerà a Parigi dal 20 al 23 ottobre, Renault espone due sculture, ispirate al quadriciclo urbano elettrico Renault Twizy e realizzate dall’artista contemporaneo Jean-Luc Moulène.

Video  Renault Twizy - 2011
Video  Twizy: nasce l’urban crosser

Dimensione Carattere:

In occasione della Fiera Internazionale di Arte Contemporanea, che si svolge a Parigi dal 20 al 23 ottobre, Renault espone due sculture, ispirate al quadriciclo urbano elettrico Renault Twizy e realizzate dall’artista contemporaneo Jean-Luc Moulène.
"Body" e "Body versus Twizy" rappresentano un omaggio al "corpo" e alle forme del veicolo. Con una collezione di oltre 300 opere, Renault rinnova la sua tradizione di supporto alla creazione artistica.
«Twizy e Body sono due oggetti frutto di un percorso di riflessione. È la forma che viene a svelare la loro ricerca comune: entrambi prendono il rischio di una forma e dell’innovazione. È così che lo studio tecnologico Twizy coincide con l’intuizione artistica Body» - Jean-Luc Moulène.

Come Renault, che si ispira direttamente all’osservazione degli stili di vita per inventare nuovi modelli, Jean-Luc Moulène è un artista che si interessa alla vita quotidiana, che cerca sempre di porsi domande, di adottare uno sguardo diverso, di ribaltare i punti di vista per svelarne bellezza e poesia. Con "Body" e "Body versus Twizy", Jean-Luc Moulène ha l’ambizione di restituire alla mobilità la visibilità che merita.
"Body" si compone di dodici facce, precisamente dipendenti da undici tagli dai contorni arbitrari. Ogni pezzo presenta sfumature articolate intorno ai tre colori primari, rosso, blu e giallo, che partono ciascuna da un colore per arrivare al bianco. Composto dagli stessi materiali, "Body versus Twizy" presenta sei superfici generate da cinque tagli, in questo caso precisi e specifici, della linea di Renault Twizy. Le sei facce sono dipinte in nero opaco, brillante e opalescente.
Dopo la FIAC, queste due opere viaggeranno in tutto il mondo, per essere messe in mostra nelle più celebri manifestazioni di arte contemporanea: New York, Madrid, Monaco, Basilea, Londra, Torino, etc.

Molto prima che la passione per l’arte contemporanea si diffondesse tra le grandi società di oggi, Renault aveva deciso, all’inizio degli anni ’70, di supportare alcuni artisti nella loro creazione. È così che l’azienda ha messo a disposizione di Arman, Dubuffet, Rauschenberg, Tinguely, Takis, Sotto, Erro, Vasarely, e tanti altri artisti illustri, strumenti tecnici, materiale industriale e locali della Sede sociale, per produrre delle opere in loco.
«La Collezione fa parte del ricco patrimonio dell’azienda ed è parte integrante della grande storia di Renault e della storia dell’arte. Essa svolge, di conseguenza, un ruolo federatore ed esemplare, in un contesto in cui Arte e Azienda convergono, e contribuisce all’immagine e alla notorietà dell’azienda, in Francia e nel Mondo» - Ann Hindry, conservatrice della Collezione d’Arte Renault.

Jean-Luc Moulène, Artista contemporaneo, nato a Reims nel 1955, vive e lavora a Parigi dal 1975. Dopo gli studi all’accademia di Belle Arti di Versailles, nel 1979 Jean-Luc Moulène si laurea in Arti Plastiche, all’Università Paris 1; esercita per una decina d’anni la funzione di consulente artistico nel Gruppo Thomson e, dal 1989, si dedica essenzialmente alle sue attività creative. Docente presso l’Ecole Nationale de Communication, d’Art et de Design di Nancy, poi l’Ecole Supérieure Art et Design d’Amiens e, infine, l’Ecole d’Art di Grenoble, nel 1999 rinuncia all’insegnamento per dedicarsi totalmente all’arte. La sua opera è estremamente diversificata e spazia da disegni, quadri, fotografie, a brochure, libri e sculture.

Ann Hindry è storica e critica d’arte. Caporedattrice della rivista Artstudio fino al 1992, ha pubblicato numerosi saggi sull’arte moderna e contemporanea. Attualmente conservatrice della Collezione Renault, divide il suo tempo tra le attività di scrittrice e la promozione della Collezione Renault nel mondo intero.

La Galerie Chantal Crousel rappresenta l’artista Jean-Luc Moulène in Francia da una decina d’anni.
Fin dalla creazione, nel 1980, Chantal Crousel si è costantemente dedicata a far scoprire al pubblico e alle istituzioni francesi e internazionali l’opera di artisti di origine estremamente diversa, che hanno in comune l’obiettivo di svelare i valori essenziali che animano la società contemporanea - ciascuno riferendosi al proprio specifico background culturale per enunciare proposte in un linguaggio universale e possente. Il gruppo, che costituisce lo zoccolo della galleria, integra regolarmente giovani artisti, il cui lavoro rispecchia la costante evoluzione dello sguardo artistico, e che è in gran parte presente nelle principali collezioni pubbliche e private del mondo. Dopo 10 anni di attività nella galleria, Niklas Svennung, figlio e socio di Chantal Crousel, apre un secondo spazio nel 10° arrondissement di Parigi, estensione del principio della galleria, applicata ad uno spazio differente. La Galerie Chantal Crousel rappresenta i suoi artisti nelle maggiori fiere artistiche: Art Basel, Art Basel Miami Beach, FIAC, Art Dubai, Hong Kong Art Fair, Frieze Art Fair, Artissima..




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati