Notizie dal Mondo dei Motori
Rover 75 - CDTi

Rover 75 - CDTi

Presentata la Nuova Rover 75 2004. L´anglosassone dal motore tedesco, affiancata dalla sorella sportiva MG ZT 2004, sfoggia tutta la sua elegante linea in occasione dell´anniversario del gruppo. Ottimi i risultati nella versione Turbodiesel.

Video  Rover 75 - CDTi

Dimensione Carattere:

Sorrento - In occasione dell’ 80° compleanno Rover, e del rispettivo Mg, che giunge ormai al 100° anniversario, sono state presentate alla stampa nazionale i nuovi modelli di Rover 75 e Mg ZT nelle rispettive versioni Berlina e Station Wagon.

Anche se il lancio sul mercato della nuova Rover 75 avviene simultaneamente con la nuova quello di MG ZT, si tratta di due modelli distinti per clienti completamente diversi, dove R75 parla con un pubblico più classico non solo tradizionalista ed allo stesso tempo sensibile all’innovazione tecnologica, la ZT invece declina il concetto di sportività al suo estremo cogliendo le esigenze di chi dell’auto e della vita apprezza l’utilizzo al massimo.

Nel suggestivo scenario sorrentino ed attorniate dalle specialità campane, le lussuose Rover 75 riescono in ogni modo ad attirare l’attenzione su di loro, facendo cadere l’occhio su tutti quei piccoli particolari che ne caratterizzano il nuovo modello per il 2004 e ne fanno una berlina di lusso compiuta o meglio sarebbe l’ammiraglia di casa Rover.

ALL’ESTERNO

Il frontale della vettura si presenta ulteriormente rinnovato dalla moderna calandra, più snella e pulita ma allo stesso tempo di dimensioni più importanti, perfetta per accogliere il nuovo logo Rover, e dai nuovi gruppi ottici ora alogeni di serie. Il paraurti è stato alleggerito dalle cromature ed incattivito dalle prese d’aria a nido d’ape, rispettivamente nella parte centrale e basso-laterale.

Posteriormente ritroviamo una modanatura nella parte inferiore a ricordare le medesime prese d’aria presenti anteriormente ed un ravvivo delle spigolosità laterali, eventualmente accostate dal classico bordo para graffi cromato. Sempre nella parte posteriore spicca, e solo per la versione berlina, la cornice del porta targa, modificata in modo da poter ulteriormente contribuire all’efficienza aerodinamica della coda, contemporaneamente ospitando la scritta ROVER in bassorilievo, già molto apprezzata nelle precedenti versioni.

GLI INTERNI

All’interno si può affermare, quando si sale e si vive a bordo, di trovarsi in un vero e proprio salotto, costernato da tanti piccoli accorgimenti e numerose raffinatezze. Una morbidezza non solo visiva ma anche tattile ed olfattiva. Pregi che pochi costruttori sanno accostare con cultura.

Tra i tratti somatici si re-identificano le classiche forme ellittiche per le bocchette di areazione sulla plancia, parte della strumentazione e le cornici delle maniglie interne alle portiere.

Gli inserti in radica della plancia e nella consolle, che conferiscono all’abitacolo un senso di ulteriore robustezza, si possono, in fase di acquisto, far montare a scelta di Light Oak o Black Oak (radica di rovere chiara o scura) o a richiesta come optional Burr Walnut (radica di noce).

Sulla consolle centrale trovano ampiamente spazio il navigatore satellitare GPS (operante anche come computer di bordo, autoradio, lettore CD e televisore), il climatizzatore automatico bi-zona, posacenere e vani porta oggetti/lattine. Un’esemplare opera di design pratico/tecnologico è la disposizione, lungo tutto il cruscotto, di una tasca porta ed appoggia oggetti ricavata tra l’accostamento del "top" e volante (lato guidatore) / cassetto porta oggetti (lato passeggero).

I sedili anteriori sono stati riprogettati per garantire ai suoi passeggeri livelli di comfort ancora più elevati. In particolare è stata eliminata la tasca rigida presente nello schienale, così da recuperare ulteriore possibilità di estensione per le gambe degli passeggeri posteriori. La seduta del divano è stata a sua volta ritoccata, senza però stravolgerne il del design ed il corretto equilibrio estetico.

MOTORIZZAZIONI

Le motorizzazioni disponibili sulle nuove Rover 75 sono in totale tre, due benzina ed una turbodiesel.

Le versioni benzina si identificano nella 1.8 Turbo da ben 150 Cv a 5.500 giri, che raggiunge una velocità di 210 Km/h e la 2.5 V6 con 177 Cv a 6.500 giri ed una velocità massima di 220 Kmh/h. Al contrario di quanto si possa pensare, la motorizzazione V6 ha una accelerazione di 1.2 sec. inferiore alla Turbo che da 0 a 100 Km/h registra il tempo di 9,6 sec (contro il 2.5 - 8,8 sec.).

La motorizzazione Turbodiesel è invece caratterizzata da un già collaudato 2 litri a iniezione diretta (common rail) di derivazione Bmw (in passato Rover ed Mg facevano parte del gruppo bavarese), per il quale 131 Cv a 3.500 giri si concedono la velocità massima di 193 Km/h ed il ridotto consumo di carburante, in percorso combinato 17.2 Km/l ed extraurbano 22.7 Km/l.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati