Notizie dal Mondo dei Motori
Saab 9-X BioHybrid

Saab 9-X BioHybrid

Il veicolo sperimentale Saab 9-X BioHybrid dimostra come il design della Casa svedese potrebbe essere espresso in una futura automobile compatta. Questo prototipo si rivolge ad un pubblico giovane, interessato a raffinate automobili compatte.

In Relazione:
Articoli  SAAB
Video  Video SAAB
Video  Foto SAAB

Dimensione Carattere:

Il nuovo prototipo Saab rappresenta un’evoluzione stilistica di temi già proposti con altri due apprezzati veicoli sperimentali come la coupè Aero X (presentata al Salone di Ginevra 2006) e la polivalente 9X (Francoforte 2001).

Al suo interno troviamo un’espressione completamente nuova del concetto Saab di plancia pensata per il guidatore e razionali concetti di connettività di bordo per apparecchi elettronici portatili. Nella parte posteriore della vettura le innovazioni riguardano soprattutto la funzionalità del vano portabagagli, dotato di un pianale scorrevole e di un dispositivo di carico a "frizione".

Il motore turbo BioPower di appena 1.400 cc sviluppa ben 200 CV (147 kW). Per garantire un basso impatto ambientale, è ottimizzato per l’alimentazione a miscela E85 a base di bioetanolo ed integrato da un sistema ibrido GM di ultima generazione.

«Questo prototipo ridefinisce la tradizionale idea di automobile compatta» spiega Janake Jonsson, amministratore delegato di Saab Automobile «e mostra come il moderno design Saab possa essere associato a proposte intelligenti e ad una dimensione responsabile delle prestazioni, in linea con le aspettative dei clienti più giovani che acquistano vetture di questo segmento».

Il veicolo sperimentale Saab 9-X BioHybrid dimostra come il design della Casa svedese potrebbe essere espresso in una futura automobile compatta. Questo prototipo si rivolge ad un pubblico giovane, interessato a raffinate automobili compatte.

PURO DESIGN SCANDINAVO

I ridotti sbalzi di carrozzeria ed il tetto allungato fanno sì che questo prototipo a 3 porte dia un nuovo dinamismo alla forma della classica automobile a due volumi. Il finestrino singolo, la slanciata carrozzeria a "fusoliera" (priva di maniglie e perfino di retrovisori esterni visibili) ed il tema dei gruppi ottici simili a "cubetti di ghiaccio" attingono alle radici del design scandinavo ed alle origini aeronautiche di Saab.

Mentre l’ampia mascherina concava che si inserisce nel cofano motore ed il parabrezza avvolgente si ispirano al veicolo sperimentale Aero X esposto due anni fa al Salone di Ginevra, le proporzioni generali della vettura e la funzionalità della sua parte posteriore rappresentano un’evoluzione del prototipo polivalente Saab 9X presentato nel 2001 al Salone di Francoforte.

Il tetto allungato e la coda tronca contribuiscono a migliorare il comportamento aerodinamico ed a garantire un’abitabilità interna superiore a quella delle tradizionali vetture a due volumi con portellone posteriore e lunotto spiovente.

L’apertura delle porte con un dispositivo a sfioramento, senza chiavi, elimina l’esigenza delle maniglie esterne, mentre una piccola telecamera posteriore a scomparsa sostituisce i più voluminosi specchietti retrovisori esterni. Tutto questo contribuisce a conferire alla carrozzeria una forma pulita a "fusoliera" ed a ridurre la resistenza alla penetrazione aerodinamica.

Un grande pannello solare inserito nel tetto di vetro permette di avere energia gratuita con cui ricaricare le batterie del sistema ibrido quando la vettura è in sosta.

Al comfort della guida notturna contribuisce invece un dispositivo collegato ad una telecamera montata nella parte frontale della vettura che, se rileva eventuali sorgenti luminose, fa abbassare automaticamente i fari (da abbaglianti ad anabbaglianti) evitando che possano disturbare i guidatori di veicoli provenienti dalla direzione opposta.

AERODINAMICA ATTIVA

Riallacciandosi alle origini aerodinamiche del design Saab, il prototipo 9-X BioHybrid studia il potenziale di componenti aerodinamiche attive in grado di ridurre la resistenza all’aria (e di conseguenza i consumi) a velocità di costante. Quando si superano i 70 km/h, , le parti superiore ed inferiore della carrozzeria cambiano forma poiché lo spoiler posteriore si estende automaticamente prolungando la linea del tetto ed un diffusore inferiore sporge dalla parte inferiore del paraurti posteriore.

Se invece il guidatore frena con decisione quando la vettura procede a velocità superiori a 100 km/h, lo spoiler si solleva aumentando la deportanza sull’assale posteriore. In questo modo scopre un catarifrangente che rende meglio visibile la sottostante luce-stop, migliorandone la percezione da parte delle vetture che seguono.

INTERNI INNOVATIVI

La componente innovativa del design è ancor più evidente all’interno dell’abitacolo di questa vettura a 4 posti nella cui parte anteriore troviamo rivestimenti in pelle di colore bianco e nero. Il prototipo 9-X BioHybrid propone soprattutto un’interpretazione completamente nuova del concetto Saab di plancia studiata in funzione del guidatore.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati