Notizie dal Mondo dei Motori
Salone di Ginevra: le anteprime

Salone di Ginevra: le anteprime

Ecco le novità da non perdere al Salone dell’Auto di quest'anno, che si conferma appuntamento imprescindibile per l'intera galassia dell'automobilismo mondiale.

Video  Le auto di Ginevra 2014
Dimensione Carattere:

Dal 6 al 16 marzo la galassia automotive si trasferisce a Ginevra per il tradizionale Salone dell’Auto: giunto all’84esima edizione, il motor show elvetico è (ancora) uno degli appuntamenti pilastro per l’automobilismo mondiale. Sono attesi circa 700mila spettatori perché qui si affollano la maggior parte delle novità dell’anno, dall’Audi S1 alla wagon Volvo V60 Polestar, comprese le anteprime mondiali sin qui annunciate.

Da non perdere la prima Bmw a trazione anteriore, si chiama Serie 2 Active Tourer ed è una vettura concepita per far fronte alla evoluzione della mobilità cittadina ma, a differenza della versione omologa elettrica i3, in questo caso c’è tutto quello che serve per spostamenti extra-urbani. Il costruttore tedesco però presenta anche la Serie 4 in versione Gran Coupé e anticipa la X3; per vedere la X4 invece toccherà aspettare aprile e l’appuntamento con la kermesse newyorkese.

Anche Mini, di proprietà del marchio bavarese, appena dopo aver lanciato la nuova vettura si appresta a svelare anche la nuova Clubman. Citroen va alla rivoluzione francese con C4 Cactus che, dopo la linea borghese DS, assume i connotati del nuovo manifesto dell’auto ‘popolare’, mentre Jaguar, che è quasi regale, svela la versione ipertrofica XFR-S della sua Sportbrake. Poco distante, il marchio dell’indiana Tata, Land Rover, porta a Ginevra l’edizione Si4 Autobiography-Dynamic di Range Rover Evoque e dopo 25 anni saluta la fortunata serie Discovery con la serie speciale XXV LE Sdv6. Se Porsche mette il Diesel alla Macan, ora S Diesel 6 cilindri, c’è da prestare attenzione ai modelli della cinese Qoros: su tutti 3 Hatch, ultima fatica di Gert Hildebrand, ovvero il papà della Mini. Interessante anche il concept del costruttore svizzero Rinspeed, si chiama XchangE ed è una berlina elettrica che promette di portare in business class chi la sceglie. Ha il pilota automatico, e gli interni configurati espressamente per diventare un salotto, un ufficio, un convivio.

Volkswagen presenta una serie di varianti alla sua produzione di serie che strizzano l’occhio alle basse emissioni, le declinazioni Polo BlueMotion e la punta di diamante Golf per la prima volta in versione Plug-In-Hybrid. A far batteri i cuori però pensano sempre i soliti noti, Ferrari e Lamborghini, che portano a contatto del grande pubblico le due ultime fuoriserie: rispettivamente California T e Huracan. In fondo i motori ruggenti sono sempre i preferiti del grande pubblico, così uno spazio del Salone quest’anno è interamente dedicato alla mitica 24ore di Le Mans. In esposizione al Padiglione 3 circa 20 vetture che sono arrivate ai primi posti della corsa di endurance più famosa al mondo. Dalla Bentley Speed Six del ’29 dei Bentley Boys, alla meravigliosa Ferrari 250 Testa Rossa (1954), dalla Ford GT40 Mk II (1966) alla Porsche 917K del 1970.




A cura di Autolink News © riproduzione riservata.

Servizi e Link Consigliati