Notizie dal Mondo dei Motori
Seat Altea 2.0 TDi DSG

Seat Altea 2.0 TDi DSG

Dopo il successo Seat Altea arriva Altea DSG con motore 2.0 TDI 140 Cv. Il rivoluzionario cambio preseleziona la marcia appropriata e la innesta con una seconda frizione al momento giusto. Accelerazione 0-100 Km/h in 9,8 sec. Guida dinamica ed emozionale.

Video  Seat Altea 2.0 TDI CR 140 Cv
In Relazione:
Articoli  Altea
  Monovolume
Video  Video SEAT
Video  Foto SEAT

Dimensione Carattere:

Verona - Seat Altea è il modello che ha segnato una nuova era del Marchio spagnolo, la prima vettura Seat concepita nell’ambito del Gruppo Audi, creato nel 2002, inaugurando un concetto nuovo di vettura per il mercato, il MSV (Multi Sports Vehicle), evidenziando un nuovo design che suggerisce i valori delle monovolume compatte, aggiungendo le caratteristiche tipiche di tutti i modelli della marca: carattere e comportamento sportivo.

Oltre a possedere tutti i tratti che identificheranno i futuri prodotti SEAT, Altea vanta un design sportivo, innovativo, dalle proporzioni compatte messe in evidenza dalle linee fluide della carrozzeria ma al medesimo tempo con una lunghezza pari a 4,28 metri, una larghezza di 1,77 metri e 1,57 metri di altezza, offrendo inevitabilmente una grande abitabilità per tutti i cinque occupanti ed un bagagliaio a doppio fondo con una capienza superiore a 400 litri.

Non poteva quindi mancare quel tocco di emozionalità che il claim stesso (Auto Emociòn) suggerisce ad ogni comparsa Seat e che oggi si concretizza sul mercato con il nome di Seat Altea 2.0 TDi DSG (Direct Gear Shiftbox), un’auto che merita di essere provata e valutata prima di ogni futuro acquisto.

L’innovativo cambio DSG (Direct Gear Shiftbox) già adottato su Audi e Volkswagen, si traduce in un tempo di cambiata "istantaneo" con un risultato di erogazione della potenza assolutamente omogenea e senza alcun "tempo morto": tutto ciò grazie al sistema basato sulla doppia frizione dotata di un ingegnoso sistema di controllo che rende possibile la selezione contemporanea di due marce. Durante il funzionamento dinamico della vettura ne viene innestata una. Quando si avvicina il momento del successivo cambio di marcia il rapporto appropriato viene preselezionato, ma la sua frizione viene mantenuta disinserita. Il processo di cambio della marcia disinnesta la frizione della marcia attiva e, allo stesso tempo, innesta l’altra frizione.

La gamma di motori attualmente presenti sull’Altea offre quattro alternative, due benzina e due Diesel. I propulsori benzina sono il 2.0 FSI 150 CV (110 kW) e l’1.6 102 CV (75 kW), oltre ai Turbodiesel 2.0 TDi 140 CV (103 kW) e 1.9 TDi 105 CV (77 kW).

Il 2.0 TDi 140 CV (103 kW) è il motore prescelto per ospitare la tecnologia DSG che grazie al leggero aumento di cilindrata, all’applicazione di una nuova testata a quattro valvole per cilindro e all’utilizzo dell’alimentazione con gruppi iniettore-pompa, raggiunge una potenza di 140 CV a 4.000 giri e una coppia massima di 320 Nm tra 1.750 e 2.500 giri.

MOTORE TDI E CAMBIO DSG: L’ACCOPPIATA VINCENTE

Il DSG non solo unisce i vantaggi del cambio manuale a quelli del cambio automatico, ma soprattutto consente, per la prima volta, di usare un cambio automatico anche con motori Diesel a basso consumo, senza che questo vanifichi il risparmio garantito dalla tecnologia del motore. Senza dimenticare che è anche piacevole e divertente da usare: i cambi di marcia sono talmente veloci da superare persino l’esperienza dei conducenti migliori con il cambio manuale.

I passaggi di marcia sono dinamici e allo stesso tempo confortevoli. In modalità manuale, cioè quando le marce vengono selezionate con il sistema +/- (come nel Tiptronic), e la guida è ancor più sportiva che mai.

La Altea DSG 2.0 TDI 103 kW / 140 CV arriva a una velocità massima di 201 km/h e accelera da 0 a 100 km/h in 9,8 secondi. La versione con cambio manuale raggiunge la stessa velocità massima e accelera da 0 a 100 km/h in 9,9 secondi.

Per quanto riguarda il consumo combinato, seguendo il ciclo di prove stabilito dalla normativa europea si registrano, per i modelli con DSG, valori che si differenziano da quelli delle rispettive versioni con cambio manuale al massimo di 0,1 l/100 km.

CAMBIARE SENZA INTERRUZIONE DI COPPIA

Nel cambio DSG non viene usato alcun convertitore di coppia idraulico come elemento di azionamento e questo consente di eliminare l’"effetto elastico" che si verifica in particolare con i motori più piccoli.

L’unità di cambio, montata trasversalmente, è costituita da molto di più che una semplice doppia frizione. È, infatti, composta da due frizioni in bagno d’olio, la cui pressione viene regolata da un sistema elettroidraulico.

La frizione 1 viene utilizzata per innestare le marce dispari e la retromarcia, mentre la frizione 2 viene utilizzata per le marce pari.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati