Notizie dal Mondo dei Motori
Seat Leon ST, una wagon sportiva pratica e spaziosa

Seat Leon ST, una wagon sportiva pratica e spaziosa

La best seller Seat diventa una “famiglia” Il marchio Seat sta viaggiando a gonfie vele con, sugli scudi, la nuova Leon convendite aumentate del 42%

Video  Seat Leon ST 4Drive

Dimensione Carattere:

La best seller Seat diventa una “famiglia” Il marchio Seat sta viaggiando a gonfie vele con, sugli scudi, la nuova Leon convendite aumentate del 42% raggiungendo nel mondo le 82 mila unità. Numeri destinati a migliorare grazie ad un’offerta che diventa di fatto una vera “famiglia” completandosi con la versione ST.

In Europa, grazie soprattutto a questo modello, Seat performa meglio di quasi tutti i concorrenti con una crescita complessiva pari al 10,7% a fronte di un mercato che perde il 3,1%. A livello mondo la crescita è ancora superiore e si attesta a quota 11,3%. Piuttosto eclatante il risultato sul mercato tedesco dove cresce del 25,4%, ma anche in Gran Bretagna dove spunta un +13,8% ed in Francia dove l’incremento è del 9,8%. Anche in Italia il successo di Leon è stato fondamentale, soprattutto in termini di riposizionamento dell’immagine del marchio e di conquista di una clientela più raffinata ed esigente (il 92% di Leon vendute erano negli allestimenti Style o FR). Se per berlina e SC il target di riferimento era principalmente costituito da privati, con il lancio della versione ST, Seat guarda con un’attenzione particolare anche il settore flotte che costituisce il 60% di un mercato da circa 40 mila vetture all’anno. A questo proposito verranno messi a punto pacchetti business dedicati per garantire un favorevole rapporto value for money e rivolgersi con offerte personalizzate ai diversi clienti, dalla società di noleggio a lungo termine, fino al libero professionista titolare della partita Iva.

Comfort e versatilità, ma forme affilate da sportiva
La gamma Leon si completa con la versione ST, una wagon sportiva e dalle linee affilate che però non sacrifica nulla in termini di spazio e versatilità sull’altare del design e della dinamica. La piattaforma è condivisa con Volkswagen Golf, Audi A3 è una garanzia di qualità. Leon ST mantiene lo stesso passo della berlina 5 porte ma cresce di 27 cm in lunghezza a tutto vantaggio di un vano di carico che, a dispetto della silhouette molto profilata e grintosa, vanta dimensioni al vertice della categoria. La capienza varia infatti da 587 a 1470 litri, con una soglia di carico posizionata a soli 65 cm da terra ed un sistema di ribaltamento rapido dei sedili posteriori denominato Easy Back Seat Release azionabile con un semplice comando collocato nel portabagagli. Una serie di vani e la possibilità di ospitare oggetti di lunghezza fino a 2,64 metri (ribaltando anche il sedile del passeggero anteriore) sottolineano l’idoneità della vettura a soddisfare le esigenze di una famiglia, ma anche di chi desideri una compagna di avventura per il tempo libero. A questo proposito, nella seconda metà del 2014 arriveranno anche delle inedite versioni 4-Drive a 4 ruote motrici. Se si esclude la coda peraltro ben inserita nel design complessivo, le linee esterne riprendono quelle della 5 porte con elementi identificativi come i proiettori anteriori full Led (optional da 1.020 Euro) o gli specchietti retrovisori con frecce integrate che, da soli, rappresentano un piccolo capolavoro stilistico.

Sportiva anche... dentro
Anche all’interno l’ambiente non riserva sorprese, con un’impostazione di guida piuttosto sportiveggiante con seduta bassa e volante correttamente allineato. L’ideale per godersi le doti dinamiche e le prestazioni di una vettura che può contare una leggerezza strutturale (con un peso che parte da 1.233 kg, si tratta della wagon più leggera della categoria) ed un perfetto bilanciamento dei pesi. Assetto adattivo, sistema che consente di scegliere tra 3 differenti modalità Sport, Normal e Comfort, sterzo progressivo e sistema di radar con ACC, Front Assist e frenata di emergenza in città e cambio DSG (su 1.2 TSI 105 CV, 1.6 TDI 105 CV e 2.0 TDI) fanno parte dei pacchetti tecnologici. Anche l’offerta motoristica risulta all’altezza delle aspettative con i benzina da 86 a 122 CV ed i diesel da 90 a 184 CV. Arriveranno anche un 1.4 benzina da 150 CV con sistema di cilindri on demand, una versione a metano e una variante Ecomotive diesel con emissioni di CO2 di 85 g/km. Prezzi da 18.870 a 28.150 Euro.

...E alla guida conferma le premesse
Alla guida la Leon ST mantiene tutte le promesse dimostrando un comportamento di guida davvero gratificante. Reattiva e precisa anche alle andature più elevate, la wagon rispecchia lo stesso temperamento dinamico della versione berlina a 5 porte. Forse fin troppo corsaiola nella taratura delle sospensioni specie nelle versioni equipaggiate con cerchi di maggior diametro ed in assenza dell’opzione delle sospensioni attive e regolabili su diverse tarature. Insomma, la Leon ST si rivela una wagon adatta ad un target giovane e sportivo, o comunque esigente in tema di piacere di guida con il plus di versatilità e praticità d’uso in grado di soddisfare proprio tutte le esigenze: dallo sportivo che necessita di caricare attrezzature ingombranti, alla famiglia. Tutto questo senza andare a discapito delle forme quantomai piacevoli e dinamiche.

Tanta tecnologia al servizio del guidatore e dei passeggeri
Seat Leon ST è equipaggiabile con tutta una serie di tecnologie che non temono confronti nemmeno con la più blasonata concorrenza premium. Tra questi spiccano, nel comparto delegato ad assistere il guidatore e garantirne la massima sicurezza, il regolatore automatico di distanza o adaptive cruise control (ACC) che funziona mediante un radar di prossimità, mantiene la velocità specificata e la distanza preimpostata rispetto al veicolo che precede, accelerando e decelerando automaticamente in base al flusso del traffico. È possibile impostare la velocità in un range che va da 30 a 160 km/h. Questo dispositivo è disponibile sia con il cambio manuale sia con il DSG. Il Front Assist, che include inoltre il dispositivo di frenata di emergenza in città, contribuisce a vegliare il pericolo di collisione grazie all’utilizzo di un sensore radar che riconosce la distanza critica rispetto al veicolo che precede. In situazioni di pericolo di collisione, a velocità comprese tra i 30 e i 210 km/h, il sistema avvisa il guidatore mediante segnali ottici e acustici, e prepara l’impianto frenante a una possibile manovra di frenata. In questo modo, la Leon ST mette il conducente in condizioni di poter reagire. Qualora il guidatore non reagisca all'avvertimento, il dispositivo inizia la frenata di emergenza, al fine di ridurre il più possibile la velocità dell'impatto e la gravità della collisione. Durante le medesime manovre di frenata – in caso di necessità –, il Front Assist aiuta il conducente, assicurando la massima pressione di frenata. Così, il dispositivo favorisce la protezione dei passeggeri e della vettura. Il City Emergency Break che è un’estensione del “Front Assist”, che si attiva in condizioni di guida urbana. Il dispositivo funziona a velocità comprese tra i 5 e i 30 km/h, reagendo con una frenata di emergenza qualora si verifichi un pericolo di collisione.

Il Dispositivo per il riconoscimento della stanchezza
Il sistema, disponibile a richiesta già dalla versione Reference, analizza il comportamento di guida e valuta costantemente dati quali angolo o velocità di sterzata. Il dispositivo per il riconoscimento della stanchezza coglie il momento in cui il conducente inizia a perdere la concentrazione ed emette un segnale ottico e acustico, suggerendo di effettuare una pausa. Nel caso in cui il conducente scelga di non fermarsi entro i successivi 15 minuti, la segnalazione viene ripetuta. Il sistema consiglia inoltre al conducente di effettuare una pausa dopo quattro ore di guida ininterrotta, indipendentemente dai valori registrati.

Il Full Beam Assist
Un sistema di telecamere integrato nella struttura dello specchietto retrovisore interno comanda il Full Beam Assist (a una velocità superiore ai 60 km/h), il quale attiva automaticamente i fari abbaglianti e commuta, all'occorrenza, sugli anabbaglianti. Tale sistema rileva la presenza di veicoli provenienti in senso contrario o che precedono la propria vettura, nonché zone residenziali illuminate per evitare l’abbagliamento dei pedoni.

L’Heading Control
Il dispositivo di assistenza al mantenimento della corsia Heading Control, dotato di telecamera, imprime leggere correzioni al servosterzo elettromeccanico, aiutando a evitare che il conducente oltrepassi involontariamente le linee di segnalazione della corsia.

Infotainment e full led...completano il quadro
La Leon ST offre anche una gamma completa di soluzioni innovative, che coniugano al meglio il design dinamico con soluzioni tecnologiche di avanguardia. I fari full-LED a richiesta sono una vera chicca e rappresentano una proposta unica all’interno di questa categoria di vetture. Sul piano dell’infotainment il sistema operativo SEAT Easy Connect un touchscreen da 5,8" con sensore di prossimità consente di gestire le funzioni di intrattenimento e comunicazione, nonché numerose informazioni sulla vettura, mediante un touchscreen integrato nella plancia. Lo schermo ed i relativi comandi si trovano in posizione centrale e comodamente raggiungibile. Il display risulta di facile lettura e utilizzo sia per il conducente che per il passeggero anteriore. Per la prima volta, la SEAT monta sulla gamma Leon un touchscreen con sensore di prossimità. Quando si avvicina la mano al touchscreen, il sistema passa automaticamente dalla modalità di visualizzazione a quella operativa. In modalità operativa, gli elementi attivabili mediante touchscreen sono evidenziati, rendendo l’utilizzo ancora più facile sulla falsa riga di quello che avviene con gli smartphone. La visualizzazione si caratterizza per una disposizione estremamente chiara ed essenziale delle icone. La grafica di entrambe le modalità si sposa perfettamente con la sportività del design SEAT. Già a partire dalla versione base, Leon ST è comunque equipaggiata di serie con il Media System Touch con touchscreen da 5”, radio con slot per schede SD e quattro altoparlanti. Il sistema consente di collegare dispositivi esterni per la riproduzione di playlist personali mediante USB o aux-in. Distribuiti su entrambi i lati dello schermo, ci sono sei pulsanti che attivano le funzioni “Radio”, “Media”, “Car”, “Setup”, “Sound” e “Mute”. Il Media System Touch è di serie con l’allestimento Reference.Per i più esigenti che desiderano una qualità di ascolto musicale da home theatre, è disponibile a richiesta il SEAT Sound Systemcon una potenza di 135 Watt e 10 altoparlanti (nove altoparlanti e un subwoofer), che trasmette un suono pulito e potente in tutto l’abitacolo..




A cura di Autolink News © riproduzione riservata.

Servizi e Link Consigliati