Notizie dal Mondo dei Motori
SsangYong Rexton prova su strada

SsangYong Rexton prova su strada

Comfort e silenziosità premium a prezzi accessibili ed un propulsore decisamente piacevole ne fanno un auto dall'eccezionale rapporto qualità/prezzo

Video  Ssangyong Rexton W

Dimensione Carattere:

SsangYong Rexton aveva già riscosso un buon successo commerciale con la sua prima versione che ha portato alla ribalta l’allora pressoché sconosciuto marchio coreano SsangYong anche qui da noi. Dal 2003 al 2011 è stata venduta in Europa in 52.545 unità ed in Italia è stata scelta ed apprezzata da 16.725 clienti. Design gradevole, grande abitabilità, robustezza ed un invidiabile rapporto qualità prezzo erano le sue carte vincenti. Carte che non sono cambiate, ma che hanno visto aumentare il loro valore in termini di efficienza, raffinatezza, comfort e godibilità del propulsore che nell’utilizzo normale eccelle per omogeneità di erogazione, silenziosità e totale assenza di vibrazioni.

Viaggiare è davvero un piacere
Sarà per la silenziosità e la dolcezza di erogazione del nuovo motore da 2 litri e-XDi Active da 155 CV e, soprattutto con una sostanziosa coppia di 360 Nm erogata su un ampio range di giri (da 1.500 a 2.800 giri/minuto) e con 190 Nm già disponibili quasi subito, sarà per la comodità degli ampi sedili o per la posizione di guida rialzata che permette di dominare la strada facendo sembrare piccoli anche i più blasonati SUV medi che abbiamo incrociato nel corso della prova, ma guidare la nuova SsangYong è davvero un’esperienza piacevole ed assolutamente riposante, anche sulle lunghe percorrenze.

Punta in alto...e arriva a sfiorare le migliori della categoria, a patto di “non esagerare”
W, la sigla che contraddistingue questa nuova generazione di Rexton è uguale a Work of Art, vale a dire opera d’arte. Non c’è che dire, la lettera che SsangYong ha voluto affiancare alla terza generazione della Rexton è certamente impegnativa e lascia presagire una qualità da categoria superiore. Qualità che peraltro si percepisce a bordo del SUV coreano che offre una confortevole abitabilità fino a sette passeggeri. D’altronde, la SsangYong Rexton W può a buon diritto fregiarsi dell’appellativo di SUV premium e rappresenta il modello di punta della Casa coreana nel segmento. I suoi punti di forza sono robustezza, sicurezza, affidabilità, funzionalità, stile, eleganza, piacere di guida anche in città grazie alla sua manovrabilità e leggerezza di sterzo e, perché no, capacità off-road superiore alla media. Non sono da trascurare anche uno stile piacevole, soprattutto, secondo noi, nella parte anteriore e un po’ meno nel posteriore e nel terzo montante fin troppo massiccio e con un logo un po’ kitch. All’interno l’atmosfera è raffinata e sobria, l’abitabilità da record e, come detto la guida tra le più rilassanti che ci è mai capitato di provare su un mezzo di questa categoria. Tutto perfetto, a patto di non esagerare con la guida “arrabbiata” in questo caso tutti i limiti di un progetto volto a massimizzare comfort e morbidezza, vengono a galla; non in modo pericoloso, ma quanto basta per rovinare quella magnifica sensazione di viaggiare su un cuscino d’aria nel silenzio più assoluto e con un impianto stereo di ottima qualità. Anche la trasmissione che sul nostro esemplare era automatica a 5 rapporti di origine Mercedes, con modalità “snow” e comandi al volante per la funzione sequenziale, se strapazzata genera qualche gioco di troppo. Tutto perfetto invece se si mantiene una guida rilassata.

Il rapporto qualità/prezzo è sempre vincente
Ma Rexton W ha un’arma in più rispetto alle diretti concorrenti, arma che la rende una proposta davvero interessante per le famiglie sensibili sì al fascino dei grossi SUV, ma attente anche all’economia di esercizio e desiderose di viaggiare nel massimo comfort senza per questo mandare a “carte e quarantotto” il budget familiare. Parlare di un eccellente rapporto qualità/prezzo vuole dire un ventaglio di prezzi che parte da 24.990 Euro ed arriva a circa 30 mila per la versione 4WD con cambio automatico e completa di ogni accessorio. Di fatto Rexton rappresenta la 4x4 a sette posti (veri) più economica del mercato (nella generazione precedente la terza fila di sedili era in opzione a 600 Euro, mentre oggi è una funzionalità offerta di serie). Se non bastassero le innegabili qualità, quindi, ci pensa un prezzo intrigante dunque e con una dotazione di serie completa, lasciando come unici optional la vernice metallizzata a 700 Euro, il navigatore satellitare Alpine a 1.450 Euro e i sedili in pelle a 1.500 Euro a consigliare quanto meno di andare a conoscere da vicino questa proposta di SsangYong. Non manca nulla Rexton è una scelta tutt’altro che “low cost”, nel senso che non impone rinunce nè sul piano dell’immagine, nè su quello di comfort, prestazioni e dotazioni. Nell’allestimento top Classy, oggetto del nostro test, troviamo di serie, tra gli altri, doppio airbag frontale, airbag laterali anteriori, controllo totale della trazione, sensori posteriori di rilevamento degli ostacoli con segnalatore acustico, cruise control, ABS con ESP, assistenza alla frenata di emergenza e protezione anti-ribaltamento attiva. Il look esterno è elegante ed armonioso con carrozzeria ristilizzata, stemma W sul terzo montante (del quale avremmo anche fatto a meno), cromature sulla fiancata, frecce a Led integrate nei retrovisori, frontale con nuovi fari a Led e griglia maggiorata e posteriore con luci diurne a Led. L’interno è stato completamente rivisitato ed è ricco di tutte le dotazioni che innalzano la Rexton W a SUV premium.




A cura di Autolink News © riproduzione riservata.

Servizi e Link Consigliati