Notizie dal Mondo dei Motori
Suzuki Celerio: Tutta sostanza

Suzuki Celerio: Tutta sostanza

Test drive per la piccolina che... veste largo.

In Relazione:
Articoli  SUZUKI
Video  Video SUZUKI
Video  Foto SUZUKI

Dimensione Carattere:

In un momento in cui l’acquisto di un’autovettura rappresenta comunque un investimento importante per le famiglie, risulta fondamentale non sbagliare e focalizzarsi sulle reali esigenze. Questo approccio sempre più razionale ed utilitaristico da parte dei consumatori, trova una risposta soddisfacente da una vettura come Suzuki Celerio. La nuova citycar giapponese offre infatti dimensioni compatte (appena 3,6 metri di lunghezza) abbinate ad una abitabilità interna da segmento superiore con cinque posti veri di serie ed un vano bagagli da ben 254 litri che rappresenta un vero record per la categoria. Notevole anche l’attenzione che i progettisti Suzuki hanno riservato agli aspetti legati all’abbattimento di consumi ed emissioni. Il nuovo motore da 998 cc è un tre cilindri che nella sua versione più efficiente è dotato di tecnologia DualJet a doppio iniettore per cilindro, Start&Stop e condotti di raffreddamento maggiorati per consentire di trarre tutti i vantaggi in termini di efficienza di un elevato rapporto di compressione senza scontarne le controindicazioni in termini di temperature di esercizio. I numeri di questa unità sono davvero da primato con un livello di emissioni medie di CO2 pari a 84 g/km e percorrenze che sfiorano i 30 km/l (dato dichiarato 27,7).

A partire dal mese di aprile, Celerio sarà disponibile anche con un inedito cambio robotizzato AGS che integra in un’unica soluzione sia l’attuatore che il selettore di cambiata e consente sia la modalità automatica tradizionale, sia quella manuale. Tanta concretezza, ma tutt’altro che “povera” Celerio è sicuramente una vettura che punta molto su concretezza e rapporto qualità/prezzo, ma di certo non si può definire una vettura “povera” o eccessivamente spartana. La nuova citycar giapponese offre infatti anche un’ottima dotazione tecnologica. Di serie su tutte le versioni l’equipaggiamento di Celerio prevede infatti sei airbag, ESP con controllo di trazione TCS, indicatore della marcia inserita di serie e, sulle versioni più equipaggiate, anche Hill Hold Control per agevolare le partenze in salita. A partire dalla versione intermedia, oltretutto offerta in fase di lancio allo stesso prezzo di 8.990 Euro della base L, non manca impianto Bluetooth, climatizzatore e comandi al volante. Ottima, vista la vocazione della vettura, anche la posizione di guida rialzata e ergonomia dei comandi che inducono ad una guida facile e rilassata in tutte le situazioni.

Piacevoli al tatto ed alla vista anche i materiali e gli accoppiamenti dei materiali della plancia che ricorda da vicino quelli della sorella più grande e “trendy” Swift. Non manca di brio La vettura è una citycar che punta molto su riduzione di consumi, emissioni, praticità e comfort, ma tuttavia al volante abbiamo apprezzato la brillantezza del propulsore che, grazie ad una corretta rapportatura del cambio e ad una leggerezza da primato della vettura (Celerio pesa appena 880 kg), consente spunti sempre soddisfacenti. La piacevolezza di guida trova una preziosa alleata anche dall’assenza di vibrazioni e da una sonorità mai invadente e che dissimula piuttosto bene l’architettura meccanica a tre cilindri. Il design esterno bada anch’esso alla sostanza ed alcune scelte sono state fatte tutte in nome della massimizzazione degli spazi interni, ciò detto, la piccola Suzuki non può certo definirsi sgradevole. Tutt’altro, Celerio è piacevole e simpatica soprattutto nella parte anteriore e nella calandra che è del tutto in linea con il family feeling delle ultime produzioni marchio, mentre, come dicevamo, risulta più votato alla praticità ed alla massimizzazione delle volumetrie interne nella linea laterale e nel posteriore. Insomma in un mondo in cui tutti vogliono vendersi come premium e trendy, Celerio ha il pregio di vendere esattamente quello che si può percepire a prima vista: tanta sostanza, praticità, agilità e grande efficienza dei suoi propulsori, su tutti il DualJet, vero fiore all’occhiello per Suzuki che ha travasato sulla piccola unità a tre cilindri da 998 cc la tecnologia impiegata sul più grande 1.2 che equipaggia la nuova Swift 4x4.

Un’offerta altrettanto concreta, semplice e senza..sorprese Anche in tema di listini e gamma, Celerio sembra fare di tutto per semplificare la scelta da parte di un cliente che sicuramente mette la concretezza e la razionalità alla base della sua scelta d’acquisto. Due i motori, tre gli allestimenti (S, Easy e Style), con prezzo d’attacco pari a 8.990 Euro.Al top la versione DualJet Style da 12.990 Euro. Unici optional la vernice metallizzata (390 Euro) ed il cambio AGS (700 Euro) disponibile soltanto su 1.0 Easy e Style. Per arricchire ulteriormente la proposta, Suzuki ha predisposto due pacchetti aggiuntivi denominati Comfort pack che prevede i fendinebbia e i sensori di parcheggio ed è disponibile per l’allestimento Easy ed un ancora più completo City Pack che incorpora al suo interno i passaruota neri, le minigonne nere, le protezioni angolari nere, protezioni laterali nere con logo Celerio, tappetini interni, B-pillar neri, parte inferiore della mascherina frontale nera e center caps per cerchi in lega di colore nero. Quest’ultimo è dedicato al solo allestimento top Style. Suzuki, un marchio in crescita grazie a piccole e 4x4 Suzuki torna al segno positivo anche sul critico mercato Europeo e, nello specifico, anche per quanto riguarda l’Italia.

Trainata dal grande successo di S-Cross e di Swift, ma con una grande omogeneità nella distribuzione delle preferenze dei clienti sul portafoglio dell’offerta Suzuki che spazia dalla citycar Alto, alla iconica Jimny, Il marchio giapponese si prepara ad una grande offensiva di prodotto che parte dalla piccola Celerio e proseguirà nel corso del prossimo anno con la nuova Vitara, ammirata al salone di Parigi seguita, sempre nel corso del 2015, da una inedita 5 porte che si aggiungerà alla sempre apprezzatissima Swift recentemente arricchita nella sua gamma dalla dinamica ed efficiente 4x4 DualJet. Celerio, che ha già riscontrato un grande successo sui mercati asiatici tanto da richiedere un incremento dei volumi di produzione previsti per far fronte alla domanda senza allungare troppo i tempi di attesa per i clienti, sostituisce la Alto. Nonostante la situazione economica recessiva del Giappone ed all’aumento dell’imposta sui consumi, Suzuki ha chiuso il secondo trimestre dell’esercizio 2014 con un fatturato netto cresciuto di 438 milioni di Euro a 10,4 miliardi. Il risultato è figlio della forte crescita sui mercati esteri (su tutti Europa e Asia) cresciuti in termini di vendite del 5,1% e 319,5 milioni di Euro.

Limitandosi al settore auto, Suzuki ha visto incrementare le proprie vendite fino a totalizzare 9,2 miliardi di Euro con una crescita pari a 527 milioni. Insomma, le strategie del marchio Suzuki particolarmente specializzato in 4x4 e “piccoline”, si stanno rivelando sempre più premianti anche in un mercato maturo come quello europeo. La grande affidabilità, e qualità costruttiva fanno parte del patrimonio generico di ogni Suzuki, tanto che anche sulla piccola ed economica Celerio può contare sulla garanzia ufficiale di tre anni o 100.000 km sulle parti meccaniche e di 12 anni sulla corrosione passante. La garanzia è valida e riconosciuta anche in caso di trasferimento di proprietà. A tutti i suoi clienti Suzuki offre compreso nel prezzo anche il programma di assistenza stradale Suzuki RoadAssistance che prevede 3 anni di totale tranquillità 24 ore su 24, 365 giorni all’anno, in Italia e nel resto d’Europa. Tra i servizi inclusi un’autovettura in sostituzione temporanea;il rientro dei passeggeri/proseguimento del viaggio; il rimborso delle spese di pernottamento; rimborso delle spese per il taxi. La copertura è valida non solo in caso di guasto meccanico o incidente stradale, ma anche per forature, esaurimento di carburante o rifornimento errato e persino in caso di smarrimento delle chiavi. Tutto all’insegna della massima tranquillità..




A cura di Autolink News © riproduzione riservata.

Servizi e Link Consigliati