Notizie dal Mondo dei Motori
Tesla: siti in Europa e Cina se arriverà a 500 mila unità

Tesla: siti in Europa e Cina se arriverà a 500 mila unità

Il vulcanico e visionario Presidente Elon Musk non perde occasione per lanciare nuove sfide della sua Tesla al mondo delle quattro ruote.

Dimensione Carattere:

L’ultima importante anticipazione arriva da Londra dove ha direttamente consegnato il primo esemplare della Model S per il mercato britannico (ovviamente una variante con guida a destra). Musk ha annunciato in sostanza che se e quando le vendite globali annuali di Tesla raggiungeranno le 500 mila unità (e almeno 160 mila in Europa), la Casa californiana costruirà impianti produttivi nel Vecchio Continente e in Cina. Tesla è già attiva in Europa grazie alla fabbrica olandese di Tilburg dove vengono assemblate nella fase finale le batterie importate dagli Stati Uniti e grande attenzione sarà riposta alla Gran Bretagna dove Tesla punta a realizzare un centro ricerca e sviluppo già il prossimo anno o al più tardi nel 2016. Per quanto riguarda la Cina, Musk aveva già anticipato l’intenzione di costruirvi uno stabilimento produttivo nel giro di tre-quattro anni.

E proprio quello britannico, sempre secondo il co-fondatore dell’azienda di Palo Alto, è destinato a diventare il principale mercato europeo di Tesla superando la “virtuosa” Norvegia. Musk è naturalmente soddisfatto dell’andamento vendite della Model S che nei primi cinque mesi del 2014 è già stata consegnata in 3.467 unità in Europa e in 2.050 esemplari in USA. L’elettrica è attualmente prodotta nell’impianto californiano di Fremont, un tempo gestito in joint venture da General Motors e Toyota. Musk è intanto già pronto ai prossimi passi per consolidare ulteriormente le vendite. Il primo sarà il lancio del SUV elettrico Model X che sarà commercializzato in America dal secondo trimestre del 2015 e qualche mese dopo anche in Europa, il secondo prevede lo sviluppo di una entry level che dovrebbe costare il 20% in meno rispetto alla Model S e il cui debutto è atteso entro i prossimi tre anni.




A cura di Autolink News © riproduzione riservata.

Servizi e Link Consigliati