Notizie dal Mondo dei Motori
Test Drive: Nuova DS 5

Test Drive: Nuova DS 5

"Don’t call me Citroen”.

Video  Nuova DS5 MY 2015

Dimensione Carattere:

Benché dell’edizione originale conservi gran parte delle caratteristiche, la DS5 restyling è la prima della specie a rimuovere dal frontale il “Double Chevron” e a inaugurare così il nuovo corso DS, ora marchio vero e proprio attraverso il quale Psa lancia il guanto di sfida al “premium” tedesco. In che misura l’ammiraglia della linea “Déesse” possa d’ora in avanti sottrarre quote alle compatte di Bmw e Mercedes, difficile stabilirlo senza una base statistica in mano. In Italia ne circolano 4 mila esemplari, ma lo “spin-off” da mamma Citroen e una campagna mediatica intensa dovrebbero moltiplicarne la popolarità. Prezzi che spaziano dai 30.900 euro per la versione BlueHDi 120 S&S “Chic” fino ai 47.250 euro dell’Hybrid 4x4 nello speciale allestimento “Edizione 1955”.

“Dea” dell’eleganza
Alla “5”, quel che di certo non manca sono qualità e personalità: scarsi come sempre i richiami alla DS del passato, in compenso la carrozzeria a metà strada tra berlina e station wagon non ha competitor diretti. Mentre il grado di maestria applicato ai dettagli, come le decorazioni e le cuciture dei sedili in pelle, davvero è degno della “grandeur” parigina. Sulla calandra, spazio ora al monogramma DS, ai cui lati debutta un “must” come i fari a Led. Proprio dai gruppi ottici anteriori nasce poi un profilo cromato che corre elegante fino al finestrino. Grazie a carreggiate particolarmente larghe e alla inconfondibile firma luminosa costituita da 6 linee di luce, sottolineata a sua volta dai due tubi di scarico integrati nel paraurti, anche la vista posteriore contribuisce infine a trasmettere un’idea di imponenza da autentica ammiraglia.

Artigianato sopraffino
Non c’è che dire, la nuova DS5 beneficia in assoluto del miglior know-how stilistico e tecnico del Gruppo. Ad ogni dettaglio è dedicata un’attenzione quasi maniacale. Lo testimonia ad esempio la trama DS dei proiettori anteriori, disegno che trasforma il frontale in una sola, unica, creazione. Il senso della precisione si esprime anche nell’utilizzo di materiali scelti con estrema cura, come l’alluminio sulle maniglie delle porte, il metallo sul pomello del cambio o la pelle delle sellerie. Tutti elementi lavorati in modo meticoloso ed evocativo: lo stile del sedile in pelle richiama proprio il cinturino di un orologio. E a proposito di pelle: DS5 è una delle poche vetture sulla piazza che ne propone tre diversi tipi, tra cui la pelle nappa pieno fiore e la pelle semi-anilina (una delle più pregiate al mondo e raramente utilizzata nel settore automotive). Infine, sin dal lancio è proposta una nuova tinta di carrozzeria blu zaffiro.

Prepararsi al “decollo”
Come nel caso dell’edizione precedente, l'abitacolo richiama il mondo dell’aviazione e per fantasia di soluzioni non ha eguali. Proprio il tetto “Cockpit” è forse l’elemento più rappresentativo: con tre distinti punti luce, esso infatti genera un ambiente luminoso del tutto inedito e personale, sia di giorno sia di notte. A sua volta, il posto di guida è strutturato tutt’attorno al conducente, con i principali comandi riuniti in due console centrali (una bassa e una nel sottotetto), con push, rotelle e “toggle switch” specifici. Il classico interno “aeronautico” si arricchisce inoltre del display a sfioramento da 7” adottato anche dagli ultimi modelli del Gruppo: nuova, in particolare, è la funzione “New Mirror Screen” che “duplica” lo smartphone per poterne utilizzare le applicazioni in tutta sicurezza. Dalla webradio alla navigazione assistita di ultima generazione, numerose sono le “app” ora immediatamente disponibili, semplicemente collegando lo smartphone (purché compatibile) con un cavetto Usb. In marcia, per ragioni di sicurezza, sono attive tuttavia solo alcune applicazioni che non possano distrarre dalla guida.

Elettro-sorveglianza
Molteplici anche le funzioni multimediali aggiuntive, dal “Pack Monitoring” (agenda virtuale delle manutenzioni con monitoraggio automatico del chilometraggio e promemoria per le manutenzioni future, eco-driving e rapporto di utilizzo) al “Pack Mapping” (localizzazione del veicolo, visualizzazione dei percorsi e informazioni sull’utilizzo dell’auto in caso di prestito), passando per il “Pack Tracking” (geolocalizzazione del veicolo in caso di furto). Per garantire sicurezza e serenità anche in caso di imprevisto, nuova DS5 dispone poi di serie dell’equipaggiamento “DS Connect Box” con Pack SOS & Assistance. Trattasi di un sistema innovativo per le chiamate automatiche d’emergenza o di assistenza localizzata, con l’invio dei soccorsi in caso di necessità.




A cura di Autolink News © riproduzione riservata.

Servizi e Link Consigliati