Notizie dal Mondo dei Motori
Test Drive: Skoda Superb 2015

Test Drive: Skoda Superb 2015

Un’automobile chiamata “Superb”. Quale responsabilità.

Video  Skoda Superb

Dimensione Carattere:

Tenere fede alle aspettative che un nome simile comporta è mestiere assai impegnativo. Obbedienti alla missione, i designer e gli ingegneri Skoda hanno così elevato la terza generazione della propria ammiraglia a uno standard ancor più esclusivo. Superb 2015 segna a tutti gli effetti un salto di qualità nel linguaggio stilistico del marchio ceco. Già di per sé superiore alla media, l’offerta di spazio è stata ancora una volta migliorata, mentre in campo tecnico la nuova edizione acquista l’innovativa tecnologia MQB dal Gruppo Volkswagen. Dimensioni generose, sistemi di assistenza innovativi per garantire sicurezza, tutela ambientale e comfort, infine potenti propulsori Euro 6 proiettano la berlinona mitteleuropea un gradino sopra le antenate. Assegnandole i galloni di migliore prodotto Skoda di tutti i tempi.

Come mamma (Volkswagen) l’ha fatta
La Superb nuova versione racchiude effettivamente il meglio della tecnologia Volkswagen. Mai come per questo modello, la ricerca stilistica ha influenzato le scelte globali. E mai come in questo caso, gli ingegneri cechi sono riusciti a ottenere uno spazio interno straordinario per conducente, passeggeri e bagagli. Il top di gamma Skoda si arricchisce inoltre di un’intera squadra di sistemi di assistenza, per garantire maggiore sicurezza, compatibilità ambientale e comfort. Un sistema di infotainment di ultima generazione si collega automaticamente allo smartphone tramite SmartLink, programma che comprende numerose sottofunzioni come MirrorLink, Apple CarPlay e Android Auto. Grazie all’opzione SmartGate, inoltre, è possibile richiamare i dati della vettura con lo smartphone stesso e usarli in modo intelligente tramite le “app” dedicate. L’accesso ad internet ad alta velocità fa infine della Superb il primo autentico “hotspot” su ruote a firma Skoda.

La Skoda si fa bella
Nello sviluppo a 360° della terza generazione, appare evidente come in un solo modello siano confluite l’esperienza e la passione di quasi 120 anni di attività. Sono decenni, ormai, che ogni Skoda convince per l’elevata funzionalità, l’affidabilità e il vantaggioso rapporto qualità-prezzo. Con nuova Superb, la Freccia Alata enfatizza ulteriormente tutti questi “plus”, sottolineando l’impegno profuso anche in un design moderno, espressivo ed emozionante. Il linguaggio stilistico dell’ammiraglia è ora davvero sinonimo di solidità, proporzioni equilibrate e forme d’impatto, ricalcando in sostanza l’accattivante stile del prototipo VisionC. Rielaborata da cima a fondo, ora la Superb sprigiona carattere, classe e passione. L’aspetto è possente e imponente: il passo è aumentato di 80 mm, mentre lo sbalzo anteriore è stato accorciato di 61 mm. Struttura, quella confezionata per contrastare le avversarie “premium”, che dona al corpo macchina eleganza e dinamismo.

Superb 2015: Odissea nello “spazio”
Dal frontale fino al posteriore, dalle ruote grandi alla linea dolcemente discendente del tetto, il nuovo modello è dunque caratterizzato da geometrie ben delineate, superfici dai contorni netti, forme scultoree, precisione purista e linee eleganti. Gli elementi cristallini rappresentano un filo conduttore che si ritrova nei minimi dettagli, negli esterni come negli interni. Allo stesso tempo, la Superb “atto III” offre caratteristiche pratiche ulteriormente ottimizzate e ancora più spazio. Design e funzionalità si fondono quindi in un insieme armonico. Ecco allora che il “muso” comunica al primo sguardo potenza e carattere. L’ampia calandra, i distintivi gruppi ottici e l’architettura della parte anteriore della vettura, ben strutturata e scolpita, contribuiscono a enfatizzare visivamente la larghezza dell’auto. Allo stesso tempo, la maschera frontale con la calandra del radiatore e il logo posizionato sul cofano motore valorizzano la piastra centrale. Due linee che corrono dall’esterno verso l’interno rafforzano infine l’impressione di potenza.

Berlina o coupettona?
Il profilo esprime a sua volta grande dinamicità. La linea caratteristica, alta e affilata, allunga visivamente la vettura, e nell’interazione con altre superfici riflettenti crea efficaci contrasti tra luci e ombre. La “wing line” che corre al di sotto rafforza l’effetto di questa linea “tornado”. I montanti sottili, la linea dei cristalli netta e precisa e il tetto che declina dolcemente verso l’ampio lunotto, conferiscono infine alla vettura una ricercatezza e una qualità tipica più dei modelli coupé che non delle berline di rappresentanza. Le grandi ruote e i passaruota d’impatto sottolineano l’aspetto prestante, mentre il posteriore è incisivo e possente. Anche in questo caso, la linea orizzontale è fortemente evidenziata: il profilo è essenziale e pulito, i gruppi ottici divisi in due, larghi e sottili, si distinguono poi tra le dotazioni di serie con la loro tecnologia LED e donano nuova enfasi alla tipica forma a “C”. Allo stesso tempo, i fari sono ancora più in evidenza grazie agli elementi cristallini. E l’andamento spiccatamente orizzontale delle linee del portellone regala ulteriore carattere al posteriore intero.




A cura di Autolink News © riproduzione riservata.

Servizi e Link Consigliati