Notizie dal Mondo dei Motori
Think City

Think City

Ha preso il via, nello stabilimento finlandese Valmet Automotive, la produzione dell’elettrica Think City. È alimentata da batterie agli ioni di litio Ener1, accumulatori di nuova generazione. Autonomia di 200 chilometri, ricarica dell’80% in 15 minuti.

Dimensione Carattere:

Pensata per la città, come dice il nome stesso: una minuscola auto elettrica a emissioni zero, per gli spostamenti urbani. È la City, vetturina della Think, piccola Casa automobilistica norvegese che da una ventina d’anni ha un sogno: produrre e diffondere una citycar a due posti con carrozzeria in plastica. La novità è che ha preso il via, nello stabilimento finlandese Valmet Automotive, la produzione della Think City alimentata da batterie agli ioni di litio Ener1. Sono accumulatori di nuova generazione: il pacco batterie Li-Ion è da 22 kWh.

Attenzione a non confonderla con le ibride, che probabilmente invaderanno ancor più il mercato in futuro: quelle sono macchine cioè con doppio motore, a scoppio più uno elettrico. La Think City, invece, ha una propulsione totalmente elettrica.

Le sue prestazioni, almeno stando a quanto dice il Costruttore norvegese, sono rispettabilissime per una vetturina elettrica al 100%: 105 km/h di velocità massima, un’accelerazione da 0 a 80 km/h in 16 secondi, autonomia di 200 km nella guida urbana. Numeri importantissimi, che rappresentano la chiave di un eventuale successo di un’elettrica; oltre, chiaramente, al prezzo. Di cui però non si sa nulla: qualche indiscrezione parla di 20.000 euro. In linea con il listino di altre macchinine elettriche. Si ricarica dell’80% in 15 minuti.

Ma quanto costa mantenerla? Grosso modo, 125 euro ogni 16.000 chilometri. Il sogno di qualsiasi automobilista, spremuto da carburante e tasse. Senza dimenticare che fai del bene all’ambiente, perché la Think City non inquina.

La Casa da sempre sottolinea che la Think City non è un quadriciclo (come le microcar che hanno tanto successo nei quartieri lussuosi di Roma), ma una vera auto, sottoponibile ai crash test per valutarne la struttura in caso di impatto. I pannelli della carrozzeria sono in plastica Abs già colorata: la Think City inquina poco anche quando viene prodotta ed è riciclabile al 95%. Mentre le batterie esaurite vengono restituite alla Casa, che penserà a un eventuale smaltimento corretto.

La dotazione comprende Abs e servosterzo, oltre a chiusura centralizzata, vetri laterali e specchi retrovisori elettrici. Per l’abitacolo, c’è anche l’impianto di riscaldamento elettrico da 4 kW.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati