Notizie dal Mondo dei Motori
Toyota n.1 al mondo: 9,98 milioni di unità nel 2013

Toyota n.1 al mondo: 9,98 milioni di unità nel 2013

Toyota si conferma n.1 al mondo respingendo così l’attacco di General Motors che le aveva risoffiato lo scettro nel 2011 dopo averlo perso nel 2008 (sempre a vantaggio di Toyo

In Relazione:
Articoli  TOYOTA
Video  Video TOYOTA
Video  Foto TOYOTA

Dimensione Carattere:

Toyota si conferma n.1 al mondo respingendo così l’attacco di General Motors che le aveva risoffiato lo scettro nel 2011 dopo averlo perso nel 2008 (sempre a vantaggio di Toyota) chiudendo una striscia al comando che durava da 77 anni. Il Gruppo giapponese, comprendendo anche le affiliate Daihatsu e Hino, ha immatricolato globalmente 9,98 milioni di esemplari, pari ad una crescita del 2% rispetto al 2012. Nel dettaglio, la sola Toyota ha guadagnato il 3% a 8,948 milioni di unità, Daihatsu ha perduto l’1% a 870 mila e Hino è cresciuta del 5% a 162 mila. Toyota è andata bene soprattutto all’estero dove ha consegnato 7,685 milioni di veicoli (+5%) compensando la debolezza domestica (-5% a 2,295 milioni di vetture). Battuti dunque i Gruppi GM e Volkswagen. Il primo ha registrato un incremento del 4% a 9.714.652 unità, il secondo ha guadagnato il 4,8% a 9,5 milioni di esemplari che salgono a 9,7 milioni comprendendo le controllate truck Scania e Man. Fosse andato meglio del previsto in USA, il Gruppo di Wolfsburg avrebbe probabilmente superato GM, ma in ogni caso l’obiettivo del colosso tedesco di conquistare l’alloro mondiale è solo rimandato, forse anche prima dell’ipotizzato 2018. La battaglia a tre proseguirà serrata anche nel 2014, ma Toyota conta di ribadire la leadership perché prevede di essere il primo Gruppo ad oltrepassare la fatidica soglia dei 10 milioni di esemplari venduti. Anticipato il target: 10,32 milioni di unità consegnate (8,14 milioni all’estero e 2,18 milioni in patria, la sola Toyota dovrebbe crescere a 9,28 milioni di vetture) e 10,43 milioni di veicoli prodotti, di cui 4,05 milioni in Giappone e 6,38 milioni nei mercati internazionali, il 9% in più.




A cura di Autolink News © riproduzione riservata.

Servizi e Link Consigliati