Notizie dal Mondo dei Motori
Toyota Prius Plus: dimensioni generose

Toyota Prius Plus: dimensioni generose

Provata su strada la Toyota Prius Plus. Sette posti per un volume di carico fino a 1.750 litri. Motore ibrido benzina-elettrico e zero emissioni. Nata per essere comoda!

Video  Toyota Prius Plus

Dimensione Carattere:

È il destino dei modelli di successo: moltiplicarsi e dare luogo a una gamma vera e propria. E lungo tre generazioni automobilistiche, un’ottima fama la Prius se l’è guadagnata non solo nella nicchia delle ibride ma anche in termini assoluti, se è vero come è vero che da qualche anno guida in patria le vendite tout court. Ebbene, in una stagione contrassegnata dai segni , Toyota assegna al suo cavallo ecologico un in registro: sotto il titolo Prius+ altro non si cela, infatti, se non la monovolume su base Prius “vulgaris”. Abbiamo insomma la solita formula magica, quella cioè che nel mondo ha già venduto, riferendosi alla sola terza serie (2009), 1,3 milioni di esemplari (12.000 in Italia), con l’aggiunta di due posti di fortuna nell’ampio bagagliaio. Et voilà, la prima full hybrid a 7 posti è bell’e che pronta.

Allunga il passo
La secondogenita della costituenda Prius Family, alla quale presto si unirà la Prius Plug-in, rispetto al modello standard marca dimensioni superiori di 13,5 cm da nord a sud e di 3 cm da est a ovest, risultando anche più alta di 8 cm. Cresce contemporaneamente pure il passo (+80 mm), per accogliere 7 persone senza chieder loro particolari sacrifici. Volto appuntito e dalla classica forma “trapezoidale”, profilo aerodinamico e affusolato, luci a LED di ispirazione futuristica. Tenuto conto dell’incremento dimensionale, lo stile ricalca per filo e per segno quello della berlina, facendosi efficace portavoce del linguaggio Toyota “Under Priority”. Nella fiancata, ad esempio, la tradizionale geometria “a triangolo” della Prius risalta immediatamente agli occhi. La Prius+ ne rappresenta semmai un’evoluzione, con una forma a fuso che deriva dal profilo allungato del cofano, del montante anteriore e del tetto, dalla forma dei cristalli “full-length” - enfatizzati dalla colorazione nera del montante centrale e posteriore - e dalla nervatura che scorre nella parte bassa della vettura per poi terminare nel paraurti posteriore. Il design posteriore si caratterizza a sua volta per il pratico portellone affiancato dai fari con modanature Synergy Blue, che proseguono sul lato della vettura per migliorare la visibilità. I fari sono stati posti ai lati estremi del posteriore, massimizzando la larghezza del portellone e rafforzando l’immagine di solidità e stabilità del veicolo nel suo insieme.

Turbolenze aggirate
Per ottimizzare l’efficienza aerodinamica della Prius+, particolare attenzione è stata prestata alla convergenza del flusso dell’aria proveniente dal tetto e dalle fiancate. La vettura tende infatti a restringersi progressivamente verso la coda, con il flusso dell’aria che viene reso più uniforme dallo spoiler sul tetto, dalla forma aerodinamica dei gruppi ottici posteriori e dalle superfici verticali ai lati del paraurti posteriore. La copertura dei passaruota riesce inoltre a eliminare le turbolenze attorno agli pneumatici, migliorando la stabilità in rettilineo e il comportamento dello sterzo. L’adozione di tutte queste misure garantisce alla vettura un coefficiente di resistenza aerodinamica ai vertici della categoria, con un Cx pari a solo 0,28. La presenza del sistema Hybrid Synergy Drive è infine sottolineato dal blu delle decorazioni dei fari e dello stemma Toyota, oltre che dal badge “Hybrid” presente sul parafango anteriore. Il White Pearl è tra l’altro solo uno dei sette colori esterni disponibili all’acquisto.

La “dura” realtà dell’ibrido
Allo scopo di ottimizzare l’efficienza del sistema Hybrid Synergy Drive, la scocca della Prius+ unisce al peso decisamente ridotto per una monovolume (1.530 kg), un’elevata rigidità torsionale. Per incrementare la rigidità anteriore, i supporti superiori delle sospensioni sono stati collegati tra loro tramite l’adozione di un pannello trasversale. La rigidità laterale è stata invece migliorata grazie all’adozione di barre trasversali tra i passaruota. Sull’intera apertura del portellone è stato infine inserito un rinforzo a struttura circolare che incrementa la rigidità posteriore. Insieme, queste misure, hanno consentito un aumento di rigidità torsionale della scocca del 15% rispetto alla Prius. Sotto il profilo della sicurezza, l’ibrida giapponese prevede anche 7 airbag, ABS+EBD, controllo elettronico di stabilità (VSC +) e trazione (E-TRC).

A lezione di packaging
Specialità di Prius+ è in ogni caso quella di “impacchettare” ordinatamente cose e persone come nemmeno un operaio specializzato saprebbe fare. All’interno di Prius+ si gioca a…Tetris. Per dirla tutta: i primi 5 posti sono reali, gli ultimi 2 vanno semmai considerati alla stregua di strapuntini di fortuna. Anche l’accesso richiede qualche contorsione: non è quindi bastato assottigliare gli schienali per favorire il comfort di chi siede laggiù in fondo. Più saggio fare piazza pulita e sfruttare i quasi 800 litri di capienza che la Prius+ rivolge a qualsiasi forma di packaging. Persino il pacco batterie si sacrifica in nome della conquista di spazio: grazie all’evoluzione dal nichel agli ioni di litio, l’accumulatore è ora più leggero (34 kg, -8 kg) e compatto (solo 56 celle). Ecco perché giace tra i due sedili anteriori anziché, come nel caso della Prius, sottrarre volume ai bagagli. E a proposito di volume di carico: anche con sette passeggeri a bordo, la Prius+ offre una capacità di 232 litri. Il sacrificio della terza fila consente un incremento fino a quota 784 litri, mentre il ripiegamento della seconda e terza fila garantisce un totale di 1.750 litri. Il portellone, la cui ampiezza e altezza di apertura sono rispettivamente pari a 1.105 e 730 mm - per un incremento di 95 e 85 mm rispetto alla Prius -, facilita non di poco le attività di carico e scarico. La flessibilità di carico viene arricchita grazie all’ampia vaschetta di stivaggio collocata sotto al bagagliaio, che con una profondità di 345 mm estende la capacità complessiva di altri 60 litri. I sacchetti della spesa possono ad esempio essere comodamente sistemati sotto il piano di carico, mentre una valigia oppure un passeggino possono essere infilati verticalmente sollevando il pannello. Fedele all’identikit di qualsiasi Mpv che si rispetti, la Prius+ è inoltre equipaggiata di un’infinita varietà di compartimenti porta oggetti a disposizione di tutte le file di sedili.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati