Notizie dal Mondo dei Motori
Toyota RAV 4 - Volano e Frizione

Toyota RAV 4 - Volano e Frizione

La nostra redazione viene tempestata di segnalazioni da parte dei lettori: la Toyota Rav4, si lamentano, avrebbe problemi a volano e frizione. Sarebbe un altro brutto colpo per i giapponesi, dopo il mega richiamo dell’acceleratore e il flop dell’iQ.

Video  Toyota RAV 4 - 2010

Dimensione Carattere:

Siete voi lettori la fonte vera dei nostri articoli, e non i comunicati stampa. Attingiamo allora da questo Post nel Forum (uno fra tanti) per sollevare la questione Toyota Rav4: si lamentano problemi a volano e frizione.

Il fatto è che queste segnalazioni dei lettori ci arrivano proprio in un momento delicato per Toyota: il recente caso dell’acceleratore che si bloccava ha costretto la Casa a un maxi richiamo su scala mondiale, con una decina di milioni di esemplari da "aggiustare". Poi qualcuno ha insinuato terribili sospetti, e cioè che, per via dell’acceleratore guasto, negli Stati Uniti sia rimasto coinvolto in un grave incidente qualche cliente Toyota a bordo delle vetture del colosso nipponico.

Quella dell’acceleratore è stata una terribile botta per i giapponesi, che da anni si basano sulla qualità, sull’efficienza delle vetture per vendere le proprie macchine.

Dopodiché, sono arrivati i guai col marchio di lusso di Toyota: Lexus. Problemi addirittura all’Esp (controllo elettronico di stabilità) ed al parcheggio assistito (vedasi anche una puntata di Top Gear), seguiti poi dal recente problema alle valvole. Ordinaria amministrazione, magari per un’utilitaria indiana o cinese, non per una costosissima e lussuosa macchina Lexus.

Senza dimenticare il flop della costosa iQ, nata per "scimmiottare" la Smart, ma evidentemente ritenuta troppo cara di consumatori, che si orientano verso prodotto meno "strambi".

Certo, non si può mettere in dubbio l’elevato standard qualitativo/produttivo di Toyota, che ha rivoluzionato il mondo dell’auto con l’ibrida Prius. Ma adesso è doveroso far luce su cosa succeda all’ex reginetta dei Suv compatti: la Rav4 fa fatica a contenere l’ascesa delle tedesche (BMW in primis, con l’X1), l’Audi Q5, la Volkswagen Tiguan, la futura Range Rover Evoque, e poi Ford Kuga, Suzuki Grand Vitara, Mitsubishi Outlander.

Si segnalano casi di lettori che "hanno sostituito il gruppo frizione, al costo di 1.000 euro". Altri cercano "persone che hanno o hanno avuto problemi con la frizione, il volano bimassa e gli iniettori del Rav4 anno 2005/06: io ho dato mandato al mio avvocato di procedere legalmente contro la Toyota Italia". Un altro ancora racconta che, "in occasione dell’ ultimo tagliando in garanzia, ho riscontrato un rumore anomalo quando pigiavo la frizione, ho immediatamente comunicato telefonicamente il problema ottenendo ancora come risposta, con tono ironico, che il problema non era certo grave. Scaduta la garanzia, ho dovuto sostituire i copertoni e sono stati necessari cinque interventi per avere la macchina in condizioni accettabili".

C’è addirittura chi dice di aver percorso solo 85.000 chilometri con la Toyota Rav4, "di cui oltre il 70% in autostrada: allo scadere degli 80.000 km sono stato costretto a sostituire frizione e volano a causa di forti rumori a bassi regimi. Ho scritto anche alla Toyota ma, in tono abbastanza arrogante, ho ricevuto sono una reprimenda per il mio modo di guidare che avrebbe determinato la rottura del volano".

E sentite qui: "Ho pagato quindi i miei 2.000 euro e ricevuto la magra soddisfazione della conferma da parte dei meccanici del concessionario Toyota che effettivamente sono a conoscenza che sul Rav diesel (su quello a benzina non succede) esiste un problema di volano (evidentemente è stato sottodimensionato) che non sanno se è stato risolto dalla nuova versione. Frequentando spesso siti montani ho incontrato almeno altre quattro persone con la stessa macchina e lo stesso problema tra i 65.000 ed i 100.000 km". E un altro lettore racconta perfino che, in fuori strada, "utilizzando la frizione per cercare di ’conquistare la meta’, si è generato un forte e acro odore di bruciato".
Purtroppo le lamentele sono decine. Toyota cosa risponde? Ha intenzione di confermare quell’immagine legata alla qualità e all’efficienza che si è costruita negli anni, oppure ha intenzione di mollare il colpo e finire anch’essa fra le braccia dei cinesi?




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati