Notizie dal Mondo dei Motori
Un Novecento mai visto

Un Novecento mai visto

Appuntamento al museo Santa Giulia di Brescia dove Mercedes-Benz porta, per la prima volta in Italia la Daimler Art Collection: 230 opere firmate da 110 artisti internazionali

Video  Daimler Art Collection
In Relazione:
Articoli  MERCEDES
Video  Video MERCEDES
Video  Foto MERCEDES

Dimensione Carattere:

Ci sono automobili che interpretano l’arte, diventando sculture in movimento. Altre invece strizzano l’occhio all’arte tout court, come Mercedes-Benz, che per la prima volta porta in Italia i capolavori della Daimler Art Collection. L’occasione è Novecento mai visto, la mostra che raccoglie a Brescia Santa Giulia (8 marzo 30 giugno) 230 opere firmate dal 1909 a oggi da 110 artisti internazionali.

Per la prima volta in Italia dopo Singapore, Tokyo, San Paolo, Johannesburg, una fra le collezioni d’arte contemporanea più importanti d’Europa, porta a Brescia (e al pubblico italiano) il Modernismo Classico della scuola tedesca Bauhaus, l’Arte Concettuale e il Ready-made di Andy Warhol. In un percorso espositivo integrato nello splendido sito Unesco di Santa Giulia, un luogo simbolo in dialogo costante tra la storia e l’oggi, si ha la possibilità di viaggiare attraverso alcuni periodi artistici fra i più visionari e rappresentativi dell’arte contemporanea.

Agli amanti dell’automobile piacerà sicuramente la sezione finale della mostra, dedicata ai lavori commissionati sul tema dell’automobilismo, come quelli che nel 1986 Daimler-Benz chiede a Warhol in occasione del 100esimo anniversario dell’automobile. Si domanda all’artista di guardare il motivo di un’auto quale icona di mobilità, così per la serie Cars vengono programmate 80 opere. Prima della morte di Warhol nel 1987 sono completate solo 35 immagini e 12 disegni.

La collezione Daimler, costola artistica del gruppo automobilistico, ha raccolto in trentacinque anni quasi 2.000 opere di oltre 700 artisti internazionali. Di questo patrimonio, 200 sono le opere in tour dal 2003 che arrivano ora in Italia.

In punta di piedi si unisce a Novecento mai visto anche la sezione d’orgoglio nazionale: da de Chirico a Cattelan e oltre, con cui Santa Giulia ritrova per lo spazio di questa rassegna le opere che proprio qui furono esposte dal 1964 al 1972. Un’occasione per ammirare una fra le maggiori collezioni pubbliche italiane, da 40 anni inaccessibile al pubblico.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati