Notizie dal Mondo dei Motori
Veicoli a metano, un primato italiano

Veicoli a metano, un primato italiano

Il mercato dei veicoli a metano, già florido nel nostro Paese, è destinato a crescere ulteriormente grazie ai vantaggi economici, senza dimenticare la componente ecologica

Dimensione Carattere:

La produzione italiana di veicoli a metano si impone sul mercato europeo con numeri da primato: il nostro Paese conta 750.000 veicoli alimentati a gas naturale, contro i 100.000 della Germania, che è il secondo produttore europeo. Una cifra importante, che tenderà probabilmente a salire, considerato che negli ultimi quattro anni il numero di veicoli privati con questo tipo di alimentazione è già aumentato del 16%.

I motivi di questo successo sono molteplici, fondamentalmente di natura economica, ma non solo: si tratta anche di un’importante scelta ecologica. Si è abituati a pensare al metano principalmente come fonte energetica destinata al riscaldamento, ma il suo utilizzo come come carburante “verde” può rivelarsi altrettanto prezioso. Permette infatti di svincolare i costi di rifornimento dal prezzo del petrolio, battendo quindi per convenienza benzina, diesel e GPL. Contribuendo poi a ridurre le emissioni inquinanti come auspicato dall’Unione Europea, la scelta di un veicolo a metano gode degli incentivi statali e di sconti sul bollo.

L’Italia sfrutta da anni questa risorsa come carburante, e il suo utilizzo sta incrementando a livello europeo, ma non solo. Anche negli Stati Uniti l’alimentazione a metano sta prendendo piede, anche grazie allo sviluppo tecnologico americano e agli investimenti operati per estrarre il gas da depositi non convenzionali e meno cari. Per quanto riguarda le centraline di rifornimento, l’Italia ne conta circa un migliaio, tra cui due self-service. Vista la richiesta di veicoli ad alimentazione alternativa alla benzina, i punti di rifornimento tenderanno probabilmente a crescere e a distribuirsi in modo più capillare.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati