Notizie dal Mondo dei Motori
Venti Miliardi per l’Auto

Venti Miliardi per l’Auto

Secondo le stime dell’Osservatorio Autopromotec risulterebbe che: nel 2002 gli italiani hanno speso la bellezza di 20.000 Milioni di Euro per la manutenzione dell´auto.

Dimensione Carattere:

Nello scorso anno la spesa degli italiani per la manutenzione e la riparazione delle loro automobili è stata di 21.809 milioni di euro. Si tratta di una cifra molto rilevante, ma inferiore del 4,38 % rispetto a quella del 2001. La stima è stata fatta dall’Osservatorio Autopromotec, diretta emanazione della più importante rassegna espositiva internazionale di attrezzature e prodotti per autofficina, la cui 20° edizione si svolgerà dal 21 al 25 maggio 2003 nel quartiere fieristico di Bologna.

Le ragioni che hanno determinato il calo della spesa per l’assistenza nel 2002 sono diverse. Innanzitutto il settore dell’autoriparazione aveva avuto una forte crescita nel corso del 2001 per effetto dell’andata a regime del nuovo sistema delle revisioni, ma nel 2002 il giro di affari indotto da questa attività ha subito un ridimensionamento dovuto ad una diminuzione del 21% delle revisioni eseguite.

La manutenzione degli autoveicoli incomincia poi a risentire dell’accelerazione del rinnovo del parco circolante dovuta agli incentivi alla rottamazione del ’97-’98, alla politica di forti sconti e promozioni degli anni successivi e alle nuove agevolazioni per la rottamazione varate nel luglio 2002. Basti pensare che dal ’97 al marzo scorso sono state immatricolate ben 15.350.000 autovetture nuove pari a circa il 47% dell’attuale parco circolante.

Sull’attività di autoriparazione incide poi anche il costante miglioramento qualitativo degli autoveicoli, che determina interventi di manutenzione sempre meno frequenti. D’altro canto la forte innovazione tecnologica che sta caratterizzando e sempre più caratterizzerà l’automobile comporta l’esecuzione di operazioni di crescente complessità.

Per gli autoriparatori questa situazione determina la necessità di seguire un costante aggiornamento professionale e di dotarsi di attrezzature sempre più complesse. Proprio per questi motivi il mondo dell’autoriparazione è particolarmente interessato alla prossima edizione di Autopromotec in cui sarà esposto quanto di più avanzato offre la tecnologia per riparare le auto e mantenerle in condizioni di efficienza.

L’appuntamento con Autopromotec assume quest’anno una particolare valenza anche perché dall’ottobre scorso è entrata in vigore la nuova regolamentazione europea per l’assistenza agli autoveicoli che apre prospettive di grande interesse per gli autoriparatori non appartenenti alle reti ufficiali. Sulla base delle nuove regole, questi operatori potranno infatti ottenere, dalle case automobilistiche, tutte le informazioni tecniche e l’addestramento necessario per essere in grado di intervenire su qualsiasi autovettura.

Si tratta di un’opportunità importante per i 60.200 autoriparatori indipendenti che insieme alle 4.200 officine appartenenti alle reti ufficiali ed alle stazioni di servizio attrezzate si dividono il mercato italiano dell’autoriparazione, che, come si è visto, nel 2002 ha avuto un giro d’affari di ben 21.809 milioni di euro.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati