Notizie dal Mondo dei Motori
Vernice Antigraffio su Mercedes

Vernice Antigraffio su Mercedes

In Relazione:
Articoli  MERCEDES
Video  Video MERCEDES
Video  Foto MERCEDES

Dimensione Carattere:

NUOVO RIVESTIMENTO PER LE VERNICI
IN ANTEPRIMA MONDIALE SULLE VETTURE MERCEDES-BENZ

Stoccarda. Alla fine del 2003, al termine di uno sviluppo durato quattro anni, Mercedes-Benz è pronta per adottare, per la sua produzione in serie, un'innovativa laccatura trasparente. Questa lacca è realizzata con una rivoluzionaria nano-tecnologia che la rende molto più resistente ai graffi rispetto alle vernici convenzionali.

Classe E, S, CL, SL e SLK saranno le prime vetture al mondo ad essere verniciate con questo nuovo sistema, che sarà disponibile sugli altri modelli Mercedes dalla primavera 2004. Questa nuova nano-tecnologia, che permette di realizzare vernici più resistenti ai graffi, rappresenta un importante contributo della Casa di Stoccarda verso un netto miglioramento della già esemplare qualità a lungo termine e del valore nel tempo delle sue autovetture. Questa nuova lacca chiara contiene microscopiche particelle ceramiche e si indurisce nel forno del reparto verniciatura formando una rete incrociata particolarmente fitta che protegge la vernice più efficacemente dai graffi provocati, ad esempio, dalle spazzole di un autolavaggio.

Le nano-particelle forniscono un triplo miglioramento alla resistenza ai graffi ed una maggiore lucentezza per un maggior periodo di tempo. Dopo aver effettuato impegnative prove in autolavaggi laboratorio, gli ingegneri Mercedes hanno notato un miglioramento del 40% circa, in termini di lucentezza, rispetto alle lacche chiare di tipo convenzionale.

Mercedes-Benz ha effettuato prove approfondite sul rivestimento in nano-particelle sia in laboratorio che in condizioni d'utilizzo quotidiano. Anche dopo parecchi anni d'uso, le oltre 150 vetture utilizzate nel corso di un programma di test a lungo termine hanno evidenziato una superiore resistenza ai graffi ed una maggiore lucentezza rispetto a quelle verniciate con metodi convenzionali.

Questo nuovo sistema di verniciatura risponde inoltre alle severe normative Mercedes sulla dispersione di prodotti chimici nell'ambiente. Il nuovo rivestimento alle nano-particelle sarà di serie sia con i colori metallizzati che con le tinte pastello.

MICROSCOPICHE PARTICELLE CERAMICHE FORNISCONO UNO STRATO PROTETTIVO

Importanti progressi nel settore delle nano-tecnologie hanno permesso di inserire minuscole particelle ceramiche nella struttura molecolare dell'agente legante. Ognuna di queste particelle, non più grande di un milionesimo di millimetro, circola liberamente e direttamente nel rivestimento liquido prima di collegarsi trasversalmente non appena inizia il processo di asciugatura.

Le particelle si legano l'un l'altra in modo da creare sulla superficie della vernice una rete molto densa, uniformemente strutturata. Ciò fornisce uno strato protettivo e fa in modo che il nuovo rivestimento chiaro in nano-particelle sia molto più resistente ai graffi delle vernici convenzionali. L'efficacia della nuova tecnologia è stata avvalorata dai risultati di una prova estrema svolta secondo gli standard DIN in un autolavaggio laboratorio.

L'acqua utilizzata nel corso della prova conteneva una determinata concentrazione di piccole particelle ed era spruzzata sulla vernice da spazzole rotanti. Dopo dieci cicli di lavaggio - che riproducevano l'effetto degenerativo di 50-100 normali autolavaggi - le lamiere verniciate con il nuovo sistema apparivano più lucenti di circa il 40% rispetto a quelle verniciate con lacche di tipo convenzionale.

Mercedes-Benz è il primo costruttore al mondo di autoveicoli ad offrire questa lacca trasparente più resistente ai graffi. Il rivestimento alle nano-particelle è un primo indice del grande potenziale futuro delle nano-tecnologie, tecniche che permettono agli scienziati di raggiungere ed alterare la struttura atomica dei materiali. In altri settori dello sviluppo automobilistico sarà possibile conferire ai materiali proprietà che permetteranno loro di svolgere funzioni particolari. Il termine "nano-tecnologia" deriva dalla parola greca "nanos", che significa per l'appunto "nano". Di solito gli scienziati usano questo termine per indicare la miliardesima parte di un'unità: un nanometro, ad esempio, corrisponde ad un miliardesimo di metro.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati