Notizie dal Mondo dei Motori
Volkswagen Golf GTI Pirelli

Volkswagen Golf GTI Pirelli

Ritorna il mito Volkswagen: la nuova Golf GTI Pirelli. Con i cerchi Pirelli da 18" e gomme P-Zero. Sedili sportivi con disegno ispirato al battistrada del pneumatico. Motore 2.0 TSI da 230 Cv, da 0 a 100 km/h in 6,8 secondi e velocità massima di 245 Km/h.

Video  Buon compleanno Golf!

Dimensione Carattere:

Ritorna su strada la Golf GTI Pirelli, una versione molto potente, veloce ed esclusiva della GTI. Così la Volkswagen dà continuità al successo di uno dei modelli speciali più conosciuti in Europa. La prima Golf GTI Pirelli vide la luce nel maggio 1983. Base di partenza: Golf GTI, prima generazione, seconda serie. Segno distintivo: cerchi in lega dedicati, con la "P" di Pirelli.

Il modello speciale, ovviamente dotato di pneumatici Pirelli, fu prodotto e venduto in 10.500 esemplari nel corso di appena sei mesi. Poi basta, come è giusto per un’edizione a tiratura limitata. Se esistesse una "Hall of Fame" delle automobili contemporanee, sicuramente la GTI Pirelli vi avrebbe già trovato un posto d’onore.

I segni lasciati sull’asfalto dai pneumatici della mitica antenata dei primi anni Ottanta vengono ora ripresi dalla nuova Golf GTI Pirelli. Naturalmente di nuovo con gomme Pirelli P-Zero 225/40-R18 , che avvolgono i possenti cerchi da 18" Pirelli in look titanio.

L’interno è impreziosito da sedili sportivi parzialmente rivestiti in pelle e rifiniti con un motivo che riproduce l’impronta di un pneumatico. Al posto dei 112 di allora, i cavalli della nuova versione speciale sono 230. Li mette a disposizione il motore 2.0 TFSI, che permette alla nuova Golf GTI Pirelli di raggiungere i 100 km/h in 6,8 secondi e di toccare una velocità massima di 245 km/h.

PRESTAZIONI AL TOP

Già uno sguardo ai dati numerici lo rivela subito: 230 cavalli di potenza sono quelli del motore della Golf GTI Edition 30, lanciata nel 2006 per festeggiare il trentennio della GTI. Per ogni anno dal 1976 si è quindi aggiunto un cavallo di potenza ai 200 CV della Golf GTI "normale", quasi quanto i 250 Cv della Golf R32.

Ora questo motore è anche il cuore che batte nella nuova Golf GTI Pirelli, e le permette di accelerare da 0 a 100 km/h in 6,8 secondi. Un tempo che può essere ancora più basso: scegliendo il cambio robotizzato DSG (a richiesta) la Golf GTI Pirelli, che dispone del motore più potente mai costruito per una GTI, è in grado di compiere la stessa prova in soli 6,6 secondi.

Anche l’efficienza che questo TFSI mostra sul versante dei consumi si inserisce perfettamente nel concetto di agilità della GTI: 8,2 litri di carburante nel ciclo combinato per la versione col cambio manuale e 7,9 litri per quella col DSG, dimostrano chiaramente le ottime caratteristiche di questo motore Volkswagen.

CERCHI E PNEUMATICI PIRELLI

"Power is nothing without control" è lo slogan cardine della Pirelli. La Volkswagen è della stessa opinione, ragione per cui sospensioni, freni e sistema ESP si uniscono in una equilibrata formula di sicurezza, capace di superare in modo ineccepibile anche la dura prova del Nürburgring.

Al completamento perfetto, tuttavia, si giunge solo se anche le gomme sono quelle giuste. Per questa ragione la Pirelli ha contribuito al progetto con pneumatici per alte prestazioni: i P-Zero di ultima generazione, che solitamente sono usati su vetture supersportive. La mescola e il profilo del battistrada dei P-Zero da 225/40 sono stati progettati per fornire massime prestazioni in termini di handling, frenata, comfort e sicurezza sul bagnato.

Come nel 1983, i pneumatici sono montati su cerchi in lega disegnati da Pirelli. I cerchi sono colorati in titanio. Il loro disegno a cinque razze richiama alla memoria i cerchi della prima Golf GTI Pirelli, che al bordo esterno presentavano dei fori a forma di "P". Questa "P" di Pirelli si legge anche nel disegno dei nuovi cerchi, essendo le cinque razze stilizzate proprio a forma di "P". Per quanto riguarda le dimensioni, invece, i cerchi appartengono a due mondi diversi: oggi la misura è 7,5Jx18 pollici, allora era 6Jx14 pollici.

DEISGN ESTERNO

La nuova Golf GTI Pirelli si distingue dalla GTI di serie per i paraurti e le minigonne laterali completamente in tinta con il colore della carrozzeria. La GTI introdotta nel 2004, infatti, ha lo spoiler anteriore, la parte inferiore del paraurti posteriore e i rivestimenti sottoporta di colore nero. Inoltre la nuova Golf GTI Pirelli si distingue per i vetri posteriori oscurati di serie.

In aggiunta, questa edizione speciale della GTI sarà disponibile in quattro colori esclusivi: Blue Graphite, Black Magic Pearl, Sunflower e Reflex Silver. Il colore Sunflower, un particolare giallo chiaro, è stato creato appositamente per questa edizione della GTI.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati