Notizie dal Mondo dei Motori
Volkswagen Golf GTI

Volkswagen Golf GTI

Degna erede di una dinastia di sportive, la nuova Volkswagen Glof GTI, sarà disponibile entro fine anno, motorizzata con l´inedito 2 litri FSI sovralimentato capace di 200 CV. Velocità di punta 235 km/h e accelerazione 0-100 km/h in soli 7,2 secondi.

Video  Buon compleanno Golf!

Dimensione Carattere:

La nuova Volkswagen Golf GTI sta per arrivare. Si potrà ammirare al Salone dell’Automobile di Parigi (25 settembre/10 ottobre 2004) e poi, entro l’anno, giungerà sul nostro mercato, forte dell’inedito 2 litri FSI sovralimentato capace di 200 CV.

È la degna erede di una dinastia di sportive iniziata nel 1976 che è giunta alla quinta generazione mantenendo intatti i suoi elementi distintivi: look sportivo fuori e dentro, un motore estremamente dinamico, assetto rigido al punto giusto, piacere di guida senza compromessi. Il quinto capitolo di una storia di successo che ha fatto diventare la sigla GTI un simbolo di sportività e il sinonimo di un altro nome celebre, Golf.

Per la nuova GTI la Volkswagen ha preparato un motore speciale, in cui s’incontrano la tecnologia di iniezione diretta di benzina FSI e la sovralimentazione con turbocompressore, producendo ottimi risultati. In termini di potenza, questo quattro cilindri 2 litri eroga 200 cavalli e non è da meno la coppia: sia per l’elevato valore sviluppato, 280 Nm, sia perché è sempre disponibile tra 1800 e 5000 giri. Anche la massima espressione della gamma Golf, rispetta i limiti della normativa Euro 4.

Con un cambio manuale a sei rapporti, la GTI quinta generazione scatta da 0 a 100 km/h in soli 7,2 secondi e ne impiega appena 7,5 per riprendere da 60 a 100 km/h in quinta. La velocità di punta è elevata, ben 235 km/h. Naturalmente sarà possibile avere il cambio DSG a doppia frizione: in quel caso l’accelerazione sarà ancora più bruciante visto che per lo 0-100 km/h bastano 6,9 secondi.

Esteticamente la GTI esprime senza esitazioni il suo carattere sportivo. In particolare, la soluzione della calandra anteriore nera profilata di rosso - un omaggio alla prima GTI - sottolinea la grinta del frontale che, nella zona bassa del paraurti, evidenzia tre ampie prese d’aria con griglia a nido d’ape. Tra gli altri elementi caratterizzanti ci sono le pinze dei freni verniciate di rosso e lo specifico terminale di scarico doppio.

L’interno rispecchia il grintoso look esterno con sedili sportivi molto profilati per garantire il migliore contenimento laterale, e dotati di appoggiatesta integrati regolabili. Come la prima GTI, anche qui il volante è a tre razze con finiture in alluminio, seppure rivestito in pelle traforata. Altri elementi che arricchiscono la GTI sono la strumentazione ridisegnata, il climatizzatore automatico, l’assetto abbassato di 15 mm e completo di cerchi da 17" con pneumatici 225, oltre a un pacchetto di sistemi di sicurezza che comprende ESP, appoggiatesta anteriori attivi e sei airbag.

La storia della Golf GTI è iniziata nel 1976. Allora era "soltanto" una versione molto particolare da 110 CV e da 182 km/h di velocità massima, con una produzione prevista di circa 5000 esemplari. Invece il successo è stato notevole, la GTI ha creato una nuova categoria di automobili e attraverso quattro generazioni ha venduto più di 1.500.000 esemplari.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati