Notizie dal Mondo dei Motori
Volkswagen - Investe in Cina

Volkswagen - Investe in Cina

Volkswagen non si ferma più: ora il Gruppo tedesco ha ottenuto il via libera per altri due stabilimenti in Cina. Il cui Governo ha approvato i progetti di Foshan e Yizheng. Pianificata una capacità annuale di 300.000 vetture per ciascun stabilimento.

Dimensione Carattere:

Cina, l’Eldorado delle Case automobilistiche. Con un mercato potenzialmente immenso. E il Gruppo tedesco Volkswagen, che ambisce a divenire leader mondiale per il 2018, lo sa bene. Così mette basi solide nel Paese del Sol Levante. Come pianificato, Volkswagen sta per costruire due ulteriori impianti automobilistici in Cina, procedendo così nella propria strategia di crescita a lungo termine nel maggiore mercato planetario dell’auto. A Berlino, durante gli incontri dei Governi tedesco e cinese, è appena giunta l’approvazione definitiva alla costruzione degli impianti di Foshan e Yizheng.

Vediamo di che si tratta. L’impianto di Yizheng, nella provincia di Jiangsu (Cina orientale), sarà sviluppato in collaborazione con la Shanghai Volkswagen. E lo stabilimento di Foshan, nella Provincia della Cina meridionale di Guangdong, verrà costruito grazie alla joint venture FAW-Volkswagen. Comunque, i primi documenti ufficiali dello sviluppo dei due siti erano stati firmati già nell’estate 2010.

Ma ora qual è l’obiettivo del colosso teutonico? Risponde Martin Winterkorn, Presidente del Gruppo Volkswagen, in occasione della firma dei contratti nell’Ufficio della Cancelleria Federale di Berlino: visto che il mercato cinese è in costante espansione, "vogliamo giocare un ruolo primario nella gestione di questa crescita, in linea con i nuovi modelli di compatibilità ambientale e con l’espansione della capacità locale di produzione. I nostri nuovi stabilimenti dimostrano che la Volkswagen continua a rappresentare un forte motore di crescita per l’industria automobilistica cinese".

Occhio ai numeri. Ciascuno dei due impianti è destinato a gestire una capacità annuale di addirittura 300.000 vetture: la produzione sarà avviata a partire dal 2013. Grande mercato, enorme produzione. Che VW può permettersi. Ci spiega Karl-Thomas Neumann, Presidente e CEO di Volkswagen Group China: "Le nuove fabbriche costituiscono gli elementi chiave per i nostri progetti di crescita della capacità produttiva annuale in Cina, che nel medio termine, in collaborazione con i partner locali, dovrebbe raggiungere i tre milioni di vetture". Capito? Tre milioni. Da paura.

Volkswagen già ha incrementato il proprio programma di investimento in Cina, arrivando a 10,6 miliardi di euro per il periodo compreso tra il 2011 e il 2015. Oltre che per i due nuovi stabilimenti, sono stati annunciati gli obiettivi di espansione della capacità produttiva di entrambi gli impianti già esistenti di Nanjing e Chengdu, prevista tra le 300.000 e le 350.000 vetture l’anno. Un’enormità tira l’altra, lì in Cina.

Tanto che il mercato auto cinese archivia un giugno con vendite in aumento dell’1,4% a 1.435.900 unità, delle quali 1.109.200 auto (+6,2%). L’associazione cinese Caam stima una crescita del 5% nel 2011 sul 2010.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati