Notizie dal Mondo dei Motori
Volkswagen Nuova Beetle - 2011

Volkswagen Nuova Beetle - 2011

Debutta un’icona a Shanghai, Berlino e New York: la nuova Volkswagen Beetle. La produzione del Maggiolino, iniziata nel 1938 e cessata nel 2010, riprende. Con linee più aggressive, ha tre benzina TSI da 105 a 200 CV e due diesel TDI da 105 e 140 CV.

Video  Volkswagen Nuova Beetle - 2011
Video  Volkswagen Beetle Dune

Dimensione Carattere:

Profumo di storia. Era il 1938, e nasceva la Volkswagen: l’auto del popolo. Sì, senza nome. Anche se questa vettura, uno dei maggiori successi di tutti i tempi, è stata chiamata in tutti i modi sul pianeta: Käfer, Beetle, Vocho, Coccinelle, Fusca, Maggiolino. Venduta in 21,5 milioni di esemplari. Il mito è ripreso con la New Beetle nel 1998 fino al 2010 e un milione di esemplari venduti. Ora il futuro dell’auto più famosa del mondo inizia di nuovo. La rinascita della Volkswagen Beetle, festeggiata in occasione di un’anteprima mondiale intercontinentale che si terrà in contemporanea a Shanghai, Berlino e New York.

Il responsabile del Design del Gruppo Volkswagen, Walter de Silva e Klaus Bischoff, Responsabile del Design della marca Volkswagen, hanno definito il seguente obiettivo: sviluppare una nuova evoluzione del design originale. "Adesso la Beetle è caratterizzata da una spiccata ed evidente vocazione sportiva. La linea del tetto della vettura non soltanto è più piatta, ma anche ben più larga, il cofano motore è più lungo, il parabrezza arretrato più verticale. Tutto ciò definisce una nuova dinamicità", spiega Bischoff.

I numeri: 1.808 mm di larghezza (+84 mm), 1.486 mm di altezza (-12 mm) e 4.278 mm di lunghezza (+152 mm): la nuova Beetle ha proporzioni nuove. La maggiore lunghezza ha permesso alle linee del tetto di tendersi ulteriormente, mentre il parabrezza risulta arretrato e il posteriore segue il profilo del Maggiolino originario. Il nuovo elemento è il montante posteriore. Tanta grinta in più. Muscoli finora sconosciuti per il Maggiolino.

Restano i tratti distintivi di sempre della Beetle: proiettori di forma circolare (per la prima volta per la gamma disponibili fari bixeno con luci diurne LED), parafanghi sporgenti. Ma anche forma del cofano, sottoporta e relativi listelli. Nuovo lo spoiler posteriore.

Dentro, la forma e i colori della plancia, verniciata o con finitura "carbon look", ci riportano al primo Maggiolino. Il guidatore ha davanti a sé tre strumenti di forma circolare (contagiri, tachimetro con display multifunzione e indicatore livello carburante). Anche la nuova versione presenta un cassetto portaoggetti con sportellino, posto sul lato passeggero e "a filo" con la plancia. È una coupé veloce e a misura di guidatore.

La nuova VW Beetle ha la parte anteriore un po’ più piatta e internamente è alta 1.044 mm invece dei 1.082 mm precedenti. Più grande il bagagliaio: 310 litri, contro i 209 precedenti. Lo schienale dei sedili posteriori può essere diviso e ribaltato; il portellone con la larga apertura permette di caricare in tutta comodità.

Allestimento Beetle, Design e Sport. Per la prima volta la Volkswagen offre la Beetle con fari bixeno. Il modulo allo xeno viene incorniciato nella parte esterna dei gruppi ottici composti da 15 LED per luci diurne e di posizione. Il tetto panoramico, trasparente, può essere sollevato o aperto. Di serie, il sistema audio RCD 310 con 8 altoparlanti (compreso il doppio sintonizzatore).

Per la prima volta la Beetle offre il sistema di chiusura e avviamento automatici Keyless Access. Toccando una delle maniglie delle porte anteriori, il sistema riconosce il diritto di accesso grazie al trasmettitore che il proprietario ha con sé.

Sicurezza: controllo elettronico della stabilità ESP, sei airbag per la massima protezione. Inoltre, la carrozzeria zincata, con componenti saldati a laser, regala alla vettura grande stabilità, stando alla Casa.

Negli Stati Uniti, la Beetle sarà offerta per la prima volta anche in versione Turbodiesel. Grazie al catalizzatore ad accumulo di NOx, la Beetle 2.0 TDI (140 CV) resta al di sotto dei valori limite dei gas di scarico americani. In mercati quali Asia, Australia, Europa e Nuova Zelanda la nuova Beetle sarà disponibile esclusivamente con motori sovralimentati, con una significativa riduzione di consumi ed emissioni. I tre motori benzina della Beetle, disponibili in Europa e in Cina, raggiungono 105, 160 e 200 CV. I due Diesel erogano 105 e 140 CV di potenza (i TDI non saranno offerti in Cina). Possibile l’abbinamento al cambio a doppia frizione DSG.
Da segnalare che la Beetle da 225 km/h, cioè la 2.0 TSI con 200 CV, con cambio manuale, vanta consumi nel ciclo combinato di soli 7,4 l/100 km (a fronte di emissioni di CO2 di 173 g/km). Ottima anche la 1.4 TSI 160 CV con cambio DSG a 7 rapporti: consumi nel ciclo combinato di appena 5,9 l/100 km (emissioni di CO2 di 139 g/km). Così, la Beetle 1.4 TSI DSG (velocità massima: 207 km/h) è il fiore all’occhiello della gamma.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati