Notizie dal Mondo dei Motori
Volkswagen Up!

Volkswagen Up!

Praticamente uguale alla Concept, la definitiva Volkswagen Up! è la nuova citycar che la Casa di Wolfsburg presenterà a Francoforte. Piccola ma molto spaziosa, con 4 posti comodi, ha motori 3 cilindri da 60 e 75 CV con consumi ed emissioni ridottissimi.

Video  Volkswagen Up! - 2012
Video  Nuove immagini della Vokswagen up!
In Relazione:
Articoli  Up!
Video  Video VOLKSWAGEN
Video  Foto VOLKSWAGEN

Dimensione Carattere:

Up! Up! Up! L’urlo di battaglia della nuova citycar di Wolfsburg risuonerà in anteprima mondiale nei padiglioni del Salone Internazionale dell’Auto di Francoforte (15-25 settembre). Già assaggiata come Concept nel corso del 2010, la nuova Volkswagen Up! (il nome definitivo rimane fedele all’anticipazione) arriva in versione assolutamente definitiva e pronta per la commercializzazione. Darà una "spallata" alla non abbastanza apprezzata Fox, per introdurre nella categoria una forte ventata di allegria sbarazzina e versatilità.

Che dire della Up! ? In 3,54 m offre abitabilità, efficienza, sicurezza ed intrattenimento. Non solo. Per promuovere il concetto del "Facile per tutti!", Volkswagen ha pensato per la piccola di casa un particolare modello di finanziamento, AutoCredit2, super personalizzabile in modo da adattarsi al maggior numero di clienti. Molto popolare, come il Maggiolino negli anni ’50.

Ispirato allo stesso concetto di modularità, all’interno della vettura, oltre alle selezionabili linee di allestimento (Take Up!, Move Up! ed High Up!), l’ambiente si potrà arricchire con le Up! Box, soluzioni portaoggetti adattabili alle più svariate esigenze (spesa, viaggi, bambini, lavoro).

Il design, moderno ed innovativo, ben poco si discosta dall’impostazione del Concept. Linee nette e forme spigolose, con un frontale che non può non trasmettere simpatia al primo sguardo. Facendo un po’ il verso alla sorellona (anch’essa rinnovata da poco) Beetle, anche la nuova Volkswagen Up! sfrutta gli elementi stlistici per crearsi un "volto" inconfondibile: ecco che i proiettori diventano due occhi sbarazzini, il grande stemma del Marchio è un nasino in bella vista e il nido d’ape della griglia che occupa buona parte del paraurti anteriore è una sorridente bocca che mette allegria.

Il resto della vettura è caratterizzato da un design pulito, nato in funzione del massimo sfruttamento dello spazio interno. Gli sbalzi molto ridotti e le ruote posizionate il più possibile vicino ai vertici della carrozzeria hanno dato spazio ad un passo generoso (2,42 m su 3,54 di lunghezza totale). Con una larghezza di 1,64 m e un’altezza di 148 cm le proporzioni non appaiono goffe e trasmettono una certa sensazione di solidità, tipica di vetture di categoria superiore.

Sentite come la pensa Klaus Bischoff, Responsabile del Design del Marchio Volkswagen: "Per quanto riguarda l’economia dello spazio, la linea ideale per un’utilitaria sarebbe quella di una scatola quadrangolare: nel caso della up!, da questa forma siamo riusciti a definire un design essenziale e deciso, senza per questo perdere di vista uno sfruttamento efficiente dello spazio disponibile"

Grazie a questo concetto, nella Volkswagen Up! trovano comodo posto 4 adulti, con un’ulteriore capacità di carico di 251 litri. Rinunciando ai due passeggeri posteriori ed abbattendo il divano, la quantità di bagagli trasportabili aumenta fino a 951 litri.

L’interno della Up! è fedele alle linee guida con cui i progettisti hanno ideato le forme esterne: essenzialità funzionale, arricchita da elementi decorativi sobri ma di grnade fascino. Il senso di orizzontalità della plancia è messo in risalto dall’ampio inserto in plastica laccata che la percorre per tutta la lunghezza, congiungendosi ai pannelli porta, dalla cornice nello stesso materiale (soluzione già vista sulla Fiat 500), che si può ordinare nei colori preferiti.

Al centro il pannello strumenti, realizzato nelle forme ormai tipiche del Gruppo Volkswagen e, dietro al volante a tre razze (addirittura quasi fin troppo sportivo), il quadro strumenti compatto comprende un ampio tachimetro con display integrato, affiancato da un contagiri un po’ troppo piccolo e dall’indicatore del livello carburante. I sedili sono comodi ed abbastanza conformati, ordinabili anche con pregiato rivestimento in pelle.

Ma è il cuore della piccola Up! a colpire e convincere particolarmente. Disponibile in due varianti con propulsore tre cilindri a benzina con potenze di 60 e 75 CV, grazie alla BlueMotion Technology con Start/Stop di serie, nel ciclo combinato i consumi si limitano a 4,2 l/100 km (60 CV) e 4,3 l/100 km (75 CV), che tradotti in emissioni significano meno di 100 g/km di CO2. Poco dopo il lancio arriverà una versione a metano, con consumi dell’ordine dei 3,2 kg/100 km (86 g/km di CO2) come pure una a trazione completamente elettrica ad emissioni zero (2013).
Da non dimenticare due esclusive chicche che la Up! ha "rubato" alle vetture di categoria superiore, per diventare pioniera delle piccole citycar veramente "full optional". La prima è importantissima per la sicurezza attiva: la frenata di emergenza City. Disponibile come optional a richiesta, questo sistema dotato di sensore laser si attiva automaticamente sotto i 30 km/h, frenando automaticamente per evitare o diminuire gli effetti di una collisione. La seconda, invece, riguarda la vita a bordo ed è rappresentata dal Portable Infotainment Device (PID), sistema integrato trasportabile di intrattenimento. Tramite il touch screen del sistema, sviluppato con la collaborazione di Navigon, si possono controllare navigazione, telefonia, informazioni e contenuti multimediali.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati