Notizie dal Mondo dei Motori
Volvo - Innovazione e Tecnologia

Volvo - Innovazione e Tecnologia

Volvo Cars presenta i suoi nuovi sistema di sicurezza in anteprima mondiale. BLIS - sistema per il monitoraggio degli angoli ciechi della visuale, tramite telecamere, airbag a tendina per cabriolet, cruise control adattivo e avviso anti collisione.

In Relazione:
Articoli  VOLVO
Video  Video VOLVO
Video  Foto VOLVO

Dimensione Carattere:

Volvo Car Corporation presenta quattro nuovi sistemi di sicurezza - due dei quali costituiscono una novità assoluta nel panorama automobilistico - che contribuiranno ad accentuare la leadership Volvo nell’ambito della sicurezza automobilistica. L’utilizzo di queste tecnologie avanzate intende aumentare ulteriormente il livello di sicurezza attiva e passiva delle automobili Volvo:

Il BLIS, che utilizza la tecnologia delle telecamere digitali per tenere sotto controllo gli angoli ciechi della visuale dal posto guida, scrive una pagina nuova nella sicurezza dell’automobile. Un’altra novità assoluta è la speciale versione di airbag a tendina, studiata per i prossimi modelli di cabriolet Volvo.

Oltre a queste innovazioni, Volvo Cars ha sviluppato un paio di nuovi sistemi per ridurre il numero di incidenti nelle code del traffico.

BLIS - BLIND SPOT INFORMATION SYSTEM

Nonostante le ampie superfici vetrate delle auto moderne e gli efficaci specchi retrovisori, rimangono pur sempre angoli ciechi nella visuale. Un inconveniente che può causare incidenti, soprattutto quando si cambia corsia.

Per aumentare la sicurezza in tali circostanze, Volvo Cars fu la prima Casa automobilistica a fornire di grandangolo lo specchio retrovisore laterale del conducente, già nel 1979. Ora viene fatto un grande passo avanti tecnologico, con un sistema di monitoraggio a telecamera, che sorveglia i veicoli che si avvicinano da dietro affiancandosi all’auto in marcia. Il dispositivo fu inserito per la prima volta nell’auto sperimentale Volvo Safety Concept Car (SCC) nel 2001.

Quando un altro veicolo entra nell’area monitorata, si accende una spia posta in alto, vicino allo specchio retrovisore centrale. Il guidatore viene quindi avvertito chiaramente che un altro veicolo sta sopraggiungendo da dietro e può quindi tenersi a debita distanza. Il sistema non rileva solo i veicoli provenienti da dietro ma anche quelli sorpassati dal proprio. Queste informazioni aiutano il guidatore a prendere le decisioni corrette in tali situazioni. Entrambi i lati dell’auto sono monitorati nello stesso modo.

Su ciascuno degli specchietti retrovisori laterali è installata una telecamera digitale che riprende un gran numero di immagini al secondo. Confrontandole fra loro, il sistema avverte se un veicolo si sta avvicinando nella zona monitorata, che è lunga 9,5 metri e larga 3 metri. Il sistema è programmato per rilevare automobili e motociclette, sia di giorno che di notte. È stato anche dimensionato per non reagire a vetture parcheggiate, guardrail, barriere fisse, lampioni, ecc. Il sistema è attivo a tutte le velocità superiori ai 10 km/h. È stato programmato per avvertire la presenza di veicoli che si stanno muovendo fino 20 km/h in meno o 70 km/h in più del proprio.

AIRBAG A TENDINA PER CABRIOLET

Gli airbag a tendina Volvo IC (Inflatable Curtain), introdotti nel 1998, aiutano a proteggere la testa i passeggeri dell’auto, che abbiano la cintura di sicurezza allacciata, in caso di urto laterale o cappottamento dell’auto. Sono stati sviluppati per le berline, le station wagon e i modelli XC Volvo, sui quali vengono montati di serie.

L’IC è contenuto nel bordo laterale interno del padiglione tetto e si attiva gonfiandosi e scendendo verso il basso, fra la testa dei passeggeri e i finestrini laterali. Questa ubicazione ha però reso impossibile, fino ad oggi, la loro applicazione nelle cabriolet, che non hanno un padiglione del tetto fisso.

Ora, però, Volvo Cars ha risolto il problema ribaltando il concetto di airbag a tendina, inserendoli nei pannelli laterali delle portiere. In caso di impatto laterale, gli airbag a tendina si gonfiano sollevandosi, anziché scendere verso il basso. Come nel caso degli airbag IC convenzionali, il loro gonfiaggio avviene in una frazione di secondo, con un dispiegamento molto agevole in modo da massimizzare la loro funzione protettiva.

Gli airbag IC ad espansione verso l’alto hanno una struttura esterna molto robusta, che serve a mantenerli sollevati. Questa rigidità è stata ottenuta grazie a una doppia fila di celle disposte in posizione sfalsata le une rispetto alle altre.

Gli airbag a tendina sono stati progettati per offrire protezione anche in caso di rottura dei vetri laterali. Per proteggere i passeggeri anche in caso di cappottamento, gli airbag si sgonfiano meno rapidamente.

CRUISE CONTROL ADATTIVO

La generazione attuale di Cruise Control può contribuire a rendere più sicuro e rilassante un viaggio in autostrada, in condizioni favorevoli. Ma il ritmo del traffico spesso non permette di utilizzare questo dispositivo.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati