Notizie dal Mondo dei Motori
Volvo V70 - Prova su Strada

Volvo V70 - Prova su Strada

Provata per voi la nuova Volvo V70. Sicuramente non si denomina un restyling ma veramente un altro pianeta. Qualche cosa di eccezionale la distingue da tutte le altre concorrenti Station Wagon !

Video  Crash Test Volvo V70 - 2009
Altri Articoli:

Dimensione Carattere:

Grazie di esistere Volvo! verrebbe da dire al termine della nostra prova, per progettare delle vetture come la V70 la nuova Station Wagon. Perché più che industria Volvo è una filosofia che vede al centro il Cliente e con le nuove tecnologie i progressi diventano da gigante. "Non sono le leggi a spronarci nello sviluppo - afferma Christer Gustafsson,esperto alla sicurezza in Volvo Cars - ma il nostro impegno personale.

Per noi è importante prenderci cura della famiglia, dei propri cari e delle persone vicine. Crediamo di essere unici da questo punto di vista". E non basterebbe certo un libro per riportare tutti i contenuti delle informazioni stampa su storia, sicurezza, tecnica, ambiente per terminare con il primo manuale di istruzioni ed uso della vettura, in forma CD con 8000 pagine, che viene consegnato al Cliente all’atto della prenotazione.
La Volvo V70 è una vettura completamente nuova e diversa dal modello precedente infatti è costruita sul pianale della poderosa S80 berlina.
"Siamo convinti -spiega il capo progetto Lars Erik Lundin- di aver costruito la miglior Station Wagon Volvo di tutti i tempi: sicurezza ai massimi livelli, funzionalità e versatilità senza rinunciare ad un design accattivante, confort, piacere di guida e consumi ridotti". In un mercato stabile le imponenti Station Volvo hanno sempre ricoperto una larga fetta di mercato. Ma veniamo alla nostra prova.

Avvicinandoci dimostra subito la sua imponenza: lunghezza di cm.471 - larghezza cm.180 - altezza cm.148.
Un comodo salotto con eleganti e discreti inserti in radica ci accoglie, rivestimento in pelle ma esiste anche il pelle/tessuto forse più pratico nei mesi estivi, grande spazio anche ai posti posteriori, qualche minuto per ambientarci e per memorizzare la giusta posizione del sedile di guida a regolazione elettrica (3 memorie per altrettanti guidatori).

Pur nella notevole dotazione quasi tutta di serie (qualche limitazione per la versione 2,5 D Business) i comandi sono tutti immediatamente comprensibili ed intuibili e sapientemente suddivisi. Nella parte superiore dell’imponente console centrale troviamo la zona comunicazione: autoradio, telefono e navigatore/TV (allestimento Optima) dove pur nella complessità del gruppo è tutto molto molto facile.

Per il telefono si inserisce la Sim nello scatolotto nel bagagliaio e si può utilizzare a viva voce con l’altoparlante inserito nel poggiatesta o tradizionalmente con la cornetta nel vano sotto il bracciolo centrale. Nell’allestimento Optima l’autoradio, dove abbiamo apprezzato il comodo manopolone del volume, dispone anche del lettore CD con ben 8 altoparlanti potenziabili con un potente subwoofer optional. La parte navigatore con il monitor a colori fuoriesce dal centro cruscotto e viene gestita con i pulsanti al volante.

È possibile l’utilizzo anche durante la marcia mentre per altre marche non lo è (scomodo!) mentre difficile è la ricerca delle vie essendo impostato per nome e non per cognome (pare sistema europeo). Ruotando la manopola si passa da radio a cd ed anche alla TV gestibile poi con un piccolo telecomando nella ricerca e cambio canali, peccato che superati i 10 Kmh si senta solo più l’audio delle TV (il video distrae!).
Tutto questo armamentario di congegni funziona grazie alle antenne annegate discretamente nei due vetri posteriori.
Massima protezione con Airbag in abbondanza: quelli anteriori ad impatto differenziato secondo l’urto ed una serie anche ai finestrini laterali. Pulita dentro e fuori dicono i progettisti! Infatti, tessuti a certificazione ambientale Oko-Tex trattati con prodotti naturali di origine vegetale per chi soffre di ipersensibilità di vario genere.

Efficaci filtri fanno sì che l’aria interna sia più pulita dell’esterna: un filtro cattura pollini/impurità ed un secondo ai carboni attivi, un sensore che esamina l’aria che entra ed il sistema che provvede a chiudere la presa d’aria esterna quando il livello di monossido di carbonio aumenta! Inoltre tecnologia PremAir "mangia-ozono" con uno speciale radiatore catalitico che converte in ossigeno circa il 75% dell’ozono con cui viene in contatto. Grande impegno Volvo anche nelle emissioni dei motori con un impegno di ridurre i consumi del 25% entro il 2008.

Massima sicurezza esterna con l’ABS ed il sistema DSTC (tutti di serie) che mantiene la macchina in traiettoria rilevando l’angolo dello sterzo con la traiettoria della vettura come quando si inizia una sbandata. E per i bambini? Volvo dice fino a tre anni seggiolino rivolto all’indietro perché la testa è ancora più pesante del resto del corpo ed i muscoli del collo non sono ancora ben sviluppati.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati