Notizie dal Mondo dei Motori
VW Golf GTE: elettromobilità e dinamismo da GTI

VW Golf GTE: elettromobilità e dinamismo da GTI

La famiglia Golf si amplia ulteriormente con una versione ibrida plug-in che completa una gamma articolata su tutte le possibili alimentazioni

Dimensione Carattere:

Si chiama Golf GTE, la ammireremo in anteprima mondiale al Salone di Ginevra ed è equipaggiata con un potente turbo benzina 1.4 TSI da 150 CV abbinato ad uno elettrico da 102 CV per una potenza complessiva di sistema di 204 CV. Coniuga dunque i vantaggi dell’elettromobilità e il dinamismo delle classiche GTI di Wolfsburg.

In modalità puramente elettrica, la Golf GTE raggiunge una velocità massima di 130 km/h, mentre sfruttando la massima potenza del TSI lo spunto velocistico arriva fino a 217 km/h con accelerazione da 0 a 100 orari in 7,6 secondi. I consumi sono limitati a 1,5 litri/100 km, le emissioni di CO2 sono contenute ad appena 35 g/km e l’autonomia in modalità esclusivamente elettrica è di 50 km (939 km quella complessiva). La terza GT della gamma (dopo GTI e GTD) sarà commercializzata nei mercati internazionali il prossimo autunno e della dotazione base fanno parte i fari con tecnologia Led e il sistema radio Composition Media con display da 6,5 pollici. La straordinaria varietà di offerta della Golf si deve all’adozione del pianale tecnologico MQB, introdotto nel 2012. Le batterie sono agli ioni di litio da 8,8 kWh e il cambio è un automatico a tripla frizione DSG a sei rapporti, sviluppato appositamente per l’impiego ibrido. Ed è proprio nell'alloggiamento del cambio che si trova il motore elettrico.




A cura di Autolink News © riproduzione riservata.

Servizi e Link Consigliati