Forum Auto & Motori
QUATTRO CHIACCHIERE «
Le migliori tecniche per la pulizia di interni ed esterni
Visite Utente Risposte Ultima Risposta
ANTEPRIMA: VIDEO AUDI Q3 RS! 7563 filyterzo 11 24/07/2008
filyterzo

Scritto il 17/04/2008 alle ore 16.29
filyterzo
CATANIA (CATANIA)

Utente Iscritto da
aprile 2008

salve. di recente ci sono stati molti casi di persone che hanno chiesto di risolvere un un problema che di seguito riporto:
le auto di marchio lancia a autobianchi (mi riferisco ai modelli sino al 97’) col passare degli anni hanno subito un processo di "discoglimento" della superficie del cruscotto. infatti, come magari qualcuno di voi ha potuto notare, alcune vecchie autobianchi come y10, tempra e macchine comunque costruite in quel periodo dall’aziende fiat e lancia, hanno accusato le giornate calde e nella parte relativa al cruscotto è stato possibile riscontrare lo sciogliersi o squagliarsi di alcune parti del medesimo.
qulcuno di voi ha avuto la possibilità di risolvere il problema?
secondo voi utilizzare resina liquida da applicare sulla superficie del cruscotto è un ipotesi valida?
nel caso in cui fosse possibile, si può posare la resina con il compressore?
grazie per eventuali chiarimenti.

Scritto il 21/04/2008 alle ore 16.48
zioflair
(NOVARA)

Utente Iscritto da
aprile 2008

ciao, sono un nuovo utente di questo forum e con l’occasione saluto tutti gli utenti.
per risolvere il problema del cruscotto lancia l’unica soluzione secondo me possibile è quella di riverniciarlo con prodotti appositi per la plastica. io lavoro in carrozzeria e qualche volta ci è capitato di fare dei ripristini sugli interni. noi utilizziamo prodotti gelson.
e’ chiaro che per fare un bel lavoro l’ideale è smontare il cruscotto, o i pannelli ad esempio se il problema si verifica, e spruzzarlo da smontato. la cosa però ha un costo maggiore. il limite di farlo da montato, quindi considerando anche il "fai da te" senza rivolgersi ad un professionista, sta nel dover mascherare bene le parti da non verniciare e nel non riuscire a verniciare con omogeneità il cruscotto o la parte interessata, lasciando quindi un bell’alone che farebbe piuttosto schifo. nel caso da te proposto, poi, penso che tutto il cruscotto , ormai vecchiotto, abbia bisogno un bel ripristino e quindi è meglio rivolgersi ad un professionista.
spero di essere stato d’aiuto
ciao alla prossima

Scritto il 22/04/2008 alle ore 16.05
filyterzo
CATANIA (CATANIA)

Utente Iscritto da
aprile 2008

chiaramente il lavoro di posa di materiale di palstica apposita verrà fatto successivamente a scartavetratura e pulitura delle superficie, giusto?

Scritto il 22/04/2008 alle ore 16.40
filyterzo
CATANIA (CATANIA)

Utente Iscritto da
aprile 2008

comunque grazie. visto che il lavoro non è semplice, volevo chiedere quali prodotti fra quelli della gelson sono i più indicati (mi riferisco ai prodotti per la riparazione delle parti in plastica) quindi:
01) 1940 bumper flex ml.500 + ind.;
02) 1942 vernice textured;
03) 1945 vernice per paraurti;
04) fiber-glass net bianca autoadesiva - rotolo;
05) gelmix 428 fast a+b ml.50;
06) mixfoam 435 cart.a+b 50 ml.;
07) novo gel;
08) pliogel;
09) primer per pp polipropilene;
10) spray primer 444 per plio-gel;

bisogna inizialmete pulire la parte da lavorare con il "detergente per la pulizia dei paraurti prima della riparazione - bumper cleaner"?

n.b. i prodotto e le caratteristiche degli stessi si trovano sul sito della gelson.

Scritto il 22/04/2008 alle ore 17.32
zioflair
(NOVARA)

Utente Iscritto da
aprile 2008

noi utilizziamo la seri "plastic system 1900" composta da diverse basi monocomponenti, che vanno miscelate per ottenere il colore ideale.
la parte danneggiata va sicuramente trattata con un abrasivo con una grana non troppo grossa, e, prima di spruzzare, trattata con un pulitore per la plastica.
attento a non confondere i prodotti: non utilizzare prodotti per paraurti sul cruscotto, perchè potrebbero essere diversi i materiali e fare reazione.
piuttosto fatti consigliare dal colorificio su quali prodotti specifici usare; un antisiliconico potrebbe essere sufficiente.
ciao

Scritto il 25/04/2008 alle ore 2.51
filyterzo
CATANIA (CATANIA)

Utente Iscritto da
aprile 2008

01) il marchio è proprio "plastic system", oppure è un prodotto della gelson?
02) queste varie componenti devono essere miscelate fra loro?
03) pulitore per la plastica e antisiliconico sono la stessa cosa?

Scritto il 02/05/2008 alle ore 15.35
filyterzo
CATANIA (CATANIA)

Utente Iscritto da
aprile 2008

ma la fornitura in opera di questi prodotti creerà l’effetto venatura (come il cruscotto all’origne)?

Scritto il 05/05/2008 alle ore 16.23
filyterzo
CATANIA (CATANIA)

Utente Iscritto da
aprile 2008

grazie "zioflair". se potessi risponedermi alle ultime domende, mi faresti un favore...
... e in più vorrei aggiungere: questo lavoro di posa viene fatto col compressore?

Scritto il 15/05/2008 alle ore 1.52
filyterzo
CATANIA (CATANIA)

Utente Iscritto da
aprile 2008

penso che sia necessario l’utilizzo della pistola a spuzzo con l’ausilio di un compressore. in questo caso quale sarebbe la pistola più adatta, e magari far venire l’effetto "venatura" non sarebbe male.

Scritto il 23/07/2008 alle ore 13.59
gr
SALERNO (SALERNO)

Utente Iscritto da
luglio 2008

salve. credo di avere lo stesso problema sulla mia lancia lybra (modello 1999). ho anche avuto il sospetto che in qualche autolavaggio abbiano usato uno spray per ravvivare il cruscotto, ma probabilmente è un difetto del materiale che si manifesta con il caldo. ci sono stati sviluppi sulla soluzione del problema? posso avere delle indicazioni?
grazie,

Pagina: » 12