Forum Auto & Motori
CONSIDERAZIONI SULLE AUTO «
I reclami dei lettori che hanno riscontrato problemi sull'auto.
Visite Utente Risposte Ultima Risposta
MA I MOTORI RENAULT FONDONO TUTTI COSÌ PRESTO? 19471 gulius 8 15/10/2010
otrebor

Scritto il 09/04/2010 alle ore 2.27
gulius
(MILANO)

Utente Iscritto da
aprile 2010

salve a tutti,
non ci crederete ma sono ormai 9 mesi che la mia scenic è ferma col suo bel motore fuso a 110.000 km..
non sono ricco, ma ho deciso di tenere duro perchè sono fermamente convinto, garanzia o non garanzia, che un motore moderno non puo’ fondersi a un chilometraggio così basso.
ricordo comunque che il mio si è fuso giusto 1 mese fuori dalla garanzia.
inoltre tecnicamente non sono uno sprovveduto, lavoro nel campo delle moto e (ironia della sorte) dei lubrificanti.
a questo proposito, è giusto che si sappia che rappresento una primaria marca di lubrificanti e che potrei avere l’olio per uso personale con sconti altissimi.
ricordo anche che la legge, il così detto "decreto monti", consentirebbe di effettuare la manutenzione obbligatoria anche presso centri non autorizzati dalla fabbrica di automobili, purchè vengano utilizzati lubrificanti equivalenti, senza perdere la garanzia. devono essere rispettati gli intervalli e le specifiche dei lubrificanti (non la marca!).
bene, nonostante ciò, io ho sempre fatto tagliandare la mia scenic in renault, pagando a listino pieno gli oli elf prescritti, proprio per essere ligio al 100% e dalla parte delle direttive di renault.
in più, essendo giornalista (ho scritto per parecchi anni per motociclismo e poi per superbike italia), credevo di riuscire a far valere le mie ragioni senza problemi, con argomenti tecnici provati e una discreta capacità di persuasione.
niente di più sbagliato, come vedremo!
ultima considerazione sul termine legale di garanzia: se una garanzia è scaduta, legalmente è scaduta e basta; se però si riesce a dimostrare che un guasto grave si è verificato causa uno o più componenti difettosi in origine, o fragili in origine, o che una usura o un cedimento anomalo hanno cominciato a verificarsi prima dello scadere della garanzia per poi cedere dopo la stessa, sussistono buone possibilità
di vedere riconosciuto il guasto.
questo almeno in teoria.
vediamo per esempio la tragedia del terremoto in abruzzo, per capirci: sugli immobili viene data una garanzia di 10 anni, ma questo non significa che a 11 anni una casa possa crollare. se crolla, garanzia o no, si va a verificare se nella costruzione non vi siano state delle manchevolezze o delle colpe; il terremoto è un fatto naturale, ma se crolla una casa antisismica qualcuno ha delle colpe gravi.
tornando alla mia scenic, se un mese fuori garanzia si rompe un iniettore, l’alternatore, se prende gioco un braccetto dello sterzo o si scarica un ammortizzatore, credo sia normale accettarlo.
ma se si apre in due il telaio o si fonde il motore, due esempi clamorosi, bene, allora credo si possa aprire un dibattito.
chi di voi comprerebbe un’auto sapendo che a 100.000 km può cedere la frizione, oppure una parte dalla marmitta, oppure la batteria?
credo in tanti, tutto sommato io stesso penserei che a 100.000 km si a normale aspettarsi di cominciare ad effettuare qualche intervento "pesante": la frizione si usura esattamente come gomme, freni, ammortizzatori, la batteria tutto sommato può cedere senza preavviso, ecc.
ora, chi di voi acquisterebbe una qualsiasi vettura nuova se il venditore affermasse che "a 100.000 km il motore però si fonderà....in fin dei conti può succedere, no?"
sfido chiunque a trovare una sola persona disposta ad accettare questo concetto, poichè tutti, ripeto tutti, ci aspettiamo che i moderni motori durino regolarmente molto, molto di più.
il mio scenic, dicevamo: ho chiesto a un mio amico, giornalista per auto tecnica e quattroruote se potesse visionare il mio motore e rilasciarmi una relazione. non solo l’ha fatto, ma abbiamo realizzato una completissima perizia con foto ad altissima risoluzione, relazione tecnica particolareggiata dalla quale è emerso che le bronzine fuse erano tutte e quattro, e le altre tre ridotte molto peggio della prima (e unica) smontata dalla concessionaria.
questo tecnico è stato categorico: il motore ha ceduto perchè le bronzine hanno "lavorato a fatica" a lungo, e questa "fatica" è cominciata molto presto, presumibilmente addirittura sin dal primo giorno di vita del motore.
questo dopo aver verificato, con i tecnici della concessionaria, che la mia auto era sempre stata tagliandata a regola d’arte.
questa perizia è stata avvallata da un altro tecnico, ingegnere meccanico e responsabile tecnico di una primaria azienda di moto.
entrambe le perizie firmate e su carta intestata dei tecnici / ingegneri, corredate dalle foto su dvd, sono state inserite in un dossier di 80 pagine realizzato a mie spese e inviato a: quattroruote, auto tecnica, automobilismo, al volante, altro consumo e altre 6 associazioni di consumatori, donna moderna (non ridete, leggete le pagine della posta dei lettori con i casi risolti...), l’eco di bergamo, il corriere della sera, mi manda rai 3, ecc. ecc.
sì, lo so , sono un bel rompi*****ni, ma ve l’ho detto, ho deciso di farne una questione di principio e vedere fino a dove la solita grossa multinazionale riesca a trattare male il suo piccolo cliente, pur se affezionato.
ovviamente lo stesso dossier è stato mandato in renault italia e in renault francia.
ogni mia mossa è sempre stata comunicata a renault per conoscenza; non potranno mai dire che ho agito nell’ombra.
e nel frattempo come ho potuto lavorare?
la concessionaria mi ha gentilmente messo a disposizione una clio del 2000, salvo poi intimarmi la restituzione il 6 agosto.
il 6 agosto, avete capito?
cosa potevo fare, secondo voi?
fortunatamente, pur non essendo assolutamente ricco, ho potuto (ma soprattutto dovuto) in due ore cercare e trovare una soluzione e ho comprato una smart usata a 5500 euro per potermi muovere.
mi sono saltate le vacanze: vado in campeggio con le figlie, faccio sub e vado in mtb, e in vacanza vado sempre con la macchina carica come un profugo....
bene, visto che il dossier è stato preparato a fine settembre, la risposta di renault è arrivata, dopo mille solleciti, quasi a dicembre, assolutamente identica alla proposta precedente; tutto il mio lavoro totalmente ignorato..
a marzo infine, dopo altri tira e molla, legali, avvocati, lettere a giornali e ad amici giornalisti, mi arrendo, capitolo e verso il 5 dico alla concessionaria che accetto le condizioni di renault e di provvedere alla riparazione.
la stessa concessionaria aggiornava e mi comunicava il preventivo, che io, umiliato e rassegnato, accettavo.
ma….. ecco che dai piani alti della direzione galattica di renault, non contenti di avermi stracciato e sconfitto, qualcuno decide di infierire ulteriormente e invia alla concessionaria una ulteriore comunicazione che mi riguarda.
i l personale della concessionaria in tutta la vicenda si è sempre dimostrato attento alle mie necessità, riuscendo a mantenere un difficile equilibrio tra la casa rappresentata e me, loro cliente ma in polemica con la casa stessa.
anche in questa occasione dimostrano una grande professionalità nel chiamarmi: vengo informato che è arrivata una mail segretissima, del cui contenuto ha l’obbligo di informarmi, leggendola, ma che tassativamente non può inoltrarmi.
oibò, penso, sarà di renault o della nasa?
benissimo, mi sono permesso di prendere appunti al volo (mamma mia, non avrò per caso infranto qualche antico codice dei templari? o sono riuscito a carpire i piani del nuovo sbarco in normandia?): viene lamentato che “il cliente ha fatto molte difficoltà e tra l’altro ha coinvolto
varie testate giornalistiche e la nostra direzione comunicazione”.
vorrei vedere….
ma come, poverini, si lamentano?
sono scocciati perché addirittura questo cliente cattivo scrive ai giornali?
lui che giornalista lo è ha osato scrivere ai suoi colleghi?
non doveva? o, forse peggio, non poteva?
ma come si è permesso, chi lo ha autorizzato?
ma doveva stare zitto e pagare, subire in silenzio e non alzare la testa, come si permette di lagnarsi?
perché non evita di rompere le scatole come tutti i bravi clienti?
gli è solo esploso il motore, che sarà mai!
che birichino, che birbantello, ma non lo sa che noi in renault vogliamo solo clienti cagnolini che abbassino la testa e dicano sempre di sì?
la comunicazione continua, e qui ho dovuto procedere sotto dettatura, visto che mi veniva chiesto di rispondere con precisione teutonica, pena il lager:
riteniamo, pertanto, per completezza e chiarezza, che sia doveroso che il cliente, mandi, via fax al numero 06/41566986 una comunicazione scritta nella quale conferma di accettare la nostra proposta avanzata al suo legale in data (cfr allegato)
diversamente non interveniamo.
sempre meglio: mi viene chiesto di mettere per iscritto la mia completa sottomissione e l’accettazione delle condizioni proposte, altrimenti i sommi vertici di renault si rimangiano la parola data; complimenti!!
poi mi verrà richiesta l’autenticazione dell’accettazione?
poi ancora il sigillo papale dell’autenticazione?
e poi che altro ancora?
benissimo, io comunque accetto, firmo, mando fax, faccio quello che lor signori ordinano e comandano, ma per l’ultima volta rialzo la testa (lo ha voluto renault, io ero ormai agonizzante) e voglio che si sappia cosa chiede renault e come tratta i suoi clienti, cercando di ridurli al silenzio: più sotto il testo originale del fax che tra pochi minuti invierò al customer care.

alle 32 redazioni che già hanno ricevuto il mio precedente plico
alle 4 associazioni dei consumatori
alla redazione di “mi manda rai 3”
grazie ancora per l’attenzione e un caro saluto a tutti

milano, 17 mar. 10
carissimi signori della renault italia,
sono otto mesi e mezzo che tengo ferma la mia vettura cercando di far valere le mie ragioni e non ce la faccio più, ho esaurito le mie energie, mi avete sconfitto, schiacciato, annientato; sarete contenti, infine avete vinto voi e io ho perso.
e’ la solita legge del più forte, del più prepotente, del grande contro il piccolo, del ricco contro il povero, legge che normalmente regola la vita e contro la quale mi sono sempre battuto; a volte davide riesce a sconfiggere golia, ma purtroppo nella realtà non sempre questo si verifica.
mi sono arreso, dicevo, e quindi ho comunicato alla concessionaria******, mio malgrado, di procedere alla riparazione, accettando, o per meglio dire, subendo, la vostra generosa offerta di farmi pagare un bel motore (per vostra ammissione identico al mio, quindi ugualmente affidabile) al 50% del suo costo al pubblico.
tanto per farvi un po’ di conti in tasca, essendo anch’io del settore, puntualizzo il fatto che sui ricambi viene applicata normalmente una scontistica dal fornitore (casa madre) al cliente professionale (officina, concessionaria, ecc.) variabile tra il 30 e il 50%; se si tratta di ricambi non originali, accessori, oppure in condizioni particolari di offerte o altro, si usa superare spesso queste percentuali.
questo cosa significa?
semplicemente che renault, in questo caso, con immensa generosità, prende un bel motore dal suo magazzino e me lo offre su un piatto d’argento con l’unico sforzo di farmelo pagare di meno rispetto al prezzo al pubblico, senza però metterci di tasca sua un solo centesimo.
bene, grazie mille, accetto comunque e non preoccupatevi: appena potrò rientrare in possesso della mia vettura la regalerò al primo che vorrà pagarmi almeno il costo della sostituzione del motore subentrando nella parte rimanente del leasing.
avete capito benissimo, la regalerò e non sentirete più parlare di me.

quindi:

accetto la vostra proposta avanzata al mio legale in data 10 dicembre 2009 .
addio per sempre

e con questo ho terminato, ma non è finita la mia agonia, perchè dal 17 marzo non ho più avuto risposta!!!!!!!
non sono nemmeno stato ca** to di striscio, e non è stata neppure chiamata la concessionaria, che sento tutti i giorni!!
senza l’autorizzazione di renault italia la concessionaria non può ordinare il motore, avete capito?
non puo’!!
domani è il 9 aprile, un altro venerdì, a roma non si lavora e se n’è andata un’altra settimana.

l’unica cosa che posso pensare è che io abbia rotto talmente le scatole a renault che ora me la vogliano far pagare cara, semplicemente ignorandomi; potrebbero aver deciso di rispondermi, ma tra sei mesi!!
domani sono nuovamente dall’avvocato, e se sussistono i presupposti, parte la denuncia per perdita di possesso procurata.
mi viene impedito di tornare in possesso di un mio bene, pur avendo accettato per iscritto condizioni proposte per iscritto da renault.
vedremo come finirà...

Scritto il 30/06/2010 alle ore 15.17
ariel
MILANO (MILANO)

Utente Iscritto da
giugno 2010

sono una vittima anch’io del senso di onnipotenza renault. vorrei mettermi in contatto con giulius per c oncordare una linea di condotta comune al più presto. grazie lisa/ariel

Scritto il 22/07/2010 alle ore 1.43
francobv
CERIGNOLA (FOGGIA)

Utente Iscritto da
luglio 2010

ho appena comprato una renault megane iii 1.6 16v .
dopo alcune settimane mi sono accorto che non fa piu’ di 170 km orari. la casa madre la da con una velocità massima di 195 km orari.
la concessionaria che me la venduta dice che la sesta marcia è da riposo.
maledico il giorno che sono passato dalle macchine italiane alla renault.

Scritto il 28/07/2010 alle ore 18.39
scsc
MILANO (MILANO)

Utente Iscritto da
luglio 2010

non è un problema solo di renault. io desidero stigmatizzare il comportamento del servizio clienti di nissan italia.
possiedo una nissan x-trail 2.2 4x4 di 60.000 km.
l’auto è sempre stata regolarmente tagliandata e ben curata.
circa 1 settimana fa, improvvisamente e senza alcun preavviso, a causa di un mal funzionamento del fap, si è fuso il motore. in officina mi hanno detto che il motore deve essere sostituito e che i costi che dovrei sostenere sono di 9.200.00 euro (+iva).
per ironia della sorte, la garanzia era scaduta da un solo mese. ho immediatamente contattato il servizio clienti di nissan italia, confidando in una estensione della garanzia (in fondo si tratta di un solo mese!!!!). gli stessi meccanici dell’officina nissan mi hanno detto: "vedrà che riuscirete a trovare un accordo, magari al 50%, dato che la garanzia è appena scaduta e che l’auto è sempre stata ben curata anche mediante i regolari tagliandi".
invece, il servizio clienti di nissan italia non ha voluto sentire ragioni e mi hanno offerto un umiliante contributo di 200 euro (avete capito bene: 200 euro a fronte di una spesa di 9.200.00 euro!).
capisco che dal punto di vista legale hanno ragione, la garanzia è scaduta, ma non si trattano così i clienti.
resta poi il sospetto che nelle auto nissan i guai grossi capitino allo scadere della garanzia.
morale? pensateci due volte prima di acquistare una vettura nissan.

Scritto il 22/09/2010 alle ore 13.39
gulius
(MILANO)

Utente Iscritto da
aprile 2010

contattami

info@egmoto.com

googla nissan qasqhai se lo conosci lo eviti
vittime della renaul
io amo la renault ma lei non ama me
renault scenic motore fuso bronzine difettose
ecc ecc

ciao

Scritto il 24/09/2010 alle ore 22.43
antimor
RECALE (CASERTA)

Utente Iscritto da
settembre 2010

salve a tutti


anche io sono un cliente renault deluso, dopo aver fatto tutti i taglianti in renault mi ritrovo con la mia scenic 1.9dt col motore fuso a 87000km
due gioni prima di portare la vettura in concessionaria . causa di non avermi mai cambiato l’olio ai taglianti precetenti si sono solo fregati i soldi
quei ladroni . renault italia mia fatto un offerta di 1000 euro su un danno di oltre 4000 euro . io non o accettato ma per renault era il massimo
perche anno detto che gia mi erano venuti incotro con quella cifra . io penso che i motori renault non superano i 100000km, chi si deve comprare
una renault ci pensi due volta sopra prima di comprarsela. e non andate alla concessionaria renault 2000 casapulla (caserta). perche sono
dei ladroni perche i taglianti non li fanno.

Scritto il 10/10/2010 alle ore 2.40
g
(PAVIA)

Utente Iscritto da
ottobre 2010

ciao a tutti, anche io sono caduto nella trappola di renault con la mia megane del luglio 2004 che si è fermata a km 122.600 in piena autostrada di sera.
anche nel mio caso i tagliandi erano stati stutti effettuati regolarmente in concessionaria renault e con largo anticipo rispetto ai tempi previsti, basti pensare che la distribuzione che cubava una fattura di 1100 euro era stata fatta a 112000 km, (8000 km in anticipo rispetto al tagliando programmato).

ora renault italia nella sua bontà dichiare che visti i 6 anni trascorsi dalla prima immatricolazione, e visto il superamento dei 100.000 km può contriburire con la sistemazione del mio mezzo con un offerta di soli 1000 euri peccato che il preventivo sia di circa 6000 euro!!!!


ma porca p..... è mai possibile che nonostante tutti i casi citati su internet questi possano continuare a prenderci per i fondelli? dicendoci che sono cose che possono capitare? possibile che non sia possibile fargli una causa in forma di class action.

penso che quando ognuno di noi ha acquistato un veicolo renault non aveva intenzione di usarlo sino a soli 100 110 120 mila km anche perchè altrimenti non avrebbe acquistato un turbodisel.

g.

Scritto il 15/10/2010 alle ore 9.34
otrebor
ROMA (ROMA)

Utente Iscritto da
ottobre 2010

buongiorno a tutti...anche io sono un cliente renault deluso per non dire superinca...to! stesso problema riscontrato da molti di voi la fusione del motore della mia renault scenic 1.9 dci del 2004 avvenuta a 88.000!!! tengo a precisare che la mia auto aveva fatto regolarmente anche il 3° tagliando (quello dei 90.000) a 87.000 km! 3 tagliandi costati complessivamente più di 1600 euro!
comunque su suggerimento dell’accettatore dell’officina renault il 23 settembre aprivo una pratica con il customer care e dopo una settimana venivo a sapere che per la sostituzione del motore avrei dovuto sborsare 5600 euro!!
tengo a precisare che l’accettatore della officina renault dove avevo portato l’auto mi aveva confermato che questa tipologia di danno non era affatto comune (1 caso su 1 milione!) ma devo dire che leggendo le vostre storie penso che i numeri siano opposti...1 motore regolare ogni milione di motori rotti!
comunque sono in contatto con l’audiconsum per proporre una class action...il solo modo che abbiamo per far valere i nostri diritti.