Forum Auto & Motori
CONSIDERAZIONI SULLE AUTO «
Motori, sospensioni e telaio. dalla meccanica all'elettronica.
Visite Utente Risposte Ultima Risposta
RESISTENZA E RADIATORE RISCALDAMENTO FIAT PUNTO 3528 madapj 1 30/10/2009
madapj

Scritto il 30/10/2009 alle ore 21.46
madapj
MESTRE (VENEZIA)

Utente Iscritto da
ottobre 2009

salve a tutti, intanto vorrei ringraziare tutti coloro che hanno scritto i tred che riguardavano questo argomento, che mi sono stati veramente utili.

quindi passiamo alla tecnica:
ho una fiat punto 1,1 star, del 1999, senza condizionatore, modello base
era da un po’ di tempo che li riscaldamento puzzava, in tutte le posizioni e alle varie velocità, in poche parole era impossibile stare dentro l’abitacolo senza soffocare.
quindi, visto che me la cavicchio abbastanza con la manodopera, e leggendo/sentendo le varie risoluzioni trovate in giro ho deciso di cimentarmi nell’impresa del cambio radiatorino.
direi tutto ok, in una giornata ho fatto tutto, smontato il parabrezza, smontato fino all’ultimo pezzo tutto il gruppo riscaldamento in plastica per ripurirlo per bene anche all’interno, cambiato il radiatorino e montato tutto. quindi un’intervento ben fatto con la massima scrupolosità(?)!
c’è da aggiungere che il vecchio radiatorino non presentava perdite!!!
così non ho risolto niente!!!
la puzza c’è ancora, uguale a prima.
smanettando un po’, e dopo varie prove, ho "forse" capito qual’è il problema: quella strana resistenza vicino al motore della ventola.
infatti, esportandola dalla fessura, la puzza dalle bocchette sembra non esserci più.
sono andato dal sfasciacarrozze e me ne sono fatta dare un’altra. ma il problema permane.

ho notato che, quando attacco il riscaldamento questa comincia a scaldarsi molto e a fare strani odori, molto probabilmente causa del problema.
quindi le domande:
a cosa serve sta resistenza se il riscaldamento è prodotto dal radiatore?
qual’è la connessione tra velocità della ventola e la resistenza? visto che se la levo le velocità 1 e 2 non funzionano ma la 3 sì?
inoltre, si sa quali segnali comandano questa resistenza per vedere se il problema è dovuto ad un’anomalia dell’impianto elettrico?

non so veramente a che santo rivolgermi, portandola dal meccanico, molto probabilmente cambierebbe il radiatore, mi prenderebbe 300 euro e sono sicuro che il problema persisterebbe.
spero in una vostra risposta, intanto io vado avanti con la resistenza staccata, sperando di non bruciare qualcosa!!!

grazie!