Forum Auto & Motori
STRADE E MULTE «
La risposta esperta ai molti problemi sulla burocrazia.
Visite Utente Risposte Ultima Risposta
ROTTURA CINGHIA IN GARANZIA MA FIAT NON PAGA 1565 smarcell 1 04/06/2008
smarcell

Scritto il 04/06/2008 alle ore 12.46
smarcell
ANZOLA DELLÏ¿Ï¿Ï¿Ï¿½EMILIA (BOLOGNA)

Utente Iscritto da
giugno 2008

ciao a tutti,

sono nuovo del forum e sono alla ricerca di aiuto.
ho una multipla bipower in garanzia, 74000 km, 2 anni e mezzo, e tagliandi tutti in regola.
due settimane fa si rompe la cinghia di distribuzione, mentre andavo a 50 km/ora in centro abitato, con tutti i problemi annessi e connessi alle valvole e alla testata, riassumibili iin piu’ di 1500 euro di lavoro.

la fiat nega la riparazione in garanzia, perche’ dalla stampa del computer di bordo risulta che io, in questi 2 anni e mezzo, ho fatto 9 fuori giri per un totale di 362 centesimi di secondo !
secondo la fiat questo e’ catalogabile come "incuria e errata manovra" e quindi inficia la riparazione in garanzia.

da notare che sulla garanzia il termine "errata manovra" non e’ neanche menzionato fra i motivi per cui la garanzia non e’ applicabile.
l’incuria, che invece e’ menzionata, mi sembra ovvio sia piuttosto il non effettuare i tagliandi nei modi e nei tempi prescritti, o ignorare problemi che si manifestano, ovvero cose che non si riferiscono al mio caso.

la cinghia, secondo le prescrizioni della fiat, va cambiata dopo 90 mila km, e io ne ho fatti 74 mila.

da notare che nella stampata del computer appare scritto esplicitamente "nessun problema rilevato", ovvero in nessun modo l’eventuale fuori giri ha causato problemi rilevabili dal computer, e quindi in qualche modo notificati a me.
peraltro la multipla ha un sistema che, da quello che capisco, abbassa il numero di giri se questi superano un certo livello, come protezione, e questo sistema o non si e’ mai attivato o cumunque non si e’ palesato con nessuna informazione visibile sul display del cruscotto.

il rappresentante di zona della fiat ha blaterato sul fatto che io sia passato dalla prima alla quinta o dalla quinta alla prima a pieno regime di giri.
secondo lui questo e’ l’unico motivo per cui puo’ accadere un simile fuorigiri.
quasi trenta anni di patente e nessun incidente mi fanno descrivere come ridicole e demenziali queste ipotesi.


chiedo se questa decisione della fiat, che a me sembra veramente inaccettabile, vi sembra corretta.
io ho intenzione di ricorrere tramite una associazione di consuimatori, perche’ la garanzia non puo’ essere solo un oggetto di marketing, ma vorrei sapere un parere. tutti quelli che ho consultato mi hanno detto che il fuori giri di 369 centesimi di secondo non puo’ aver causato la rottura della cinghia.

vi ringrazio per l’attenzione

stefano