Forum Auto & Motori
STRADE E MULTE «
Notizie ed articoli in tema - multe ed autovelox
Visite Utente Risposte Ultima Risposta
TORINO E CINTURA: A TARGHE ALTERNE 4460 strademulteit 6 25/10/2005
strademulteit

Scritto il 22/09/2005 alle ore 2.15
strademulteit
Torino/Milano (MILANO)

Utente Iscritto da
settembre 2005

torino e cintura: ritornano le targhe alterne

inquinamento atmosferico: si dei comuni dell’area metropolitana alle targhe alterne dal 19 ottobre 2005

i comuni che aderiscono al piano d’azione per contrastare l’inquinamento atmosferico si sono trovati presso l’assessorato alle risorse atmosferiche della provincia di torino, per discutere i provvedimenti da prendere nel corso della stagione invernale.

a partire dal 19 ottobre 2005, il mercoledì e il giovedì, dalle 8,30 alle 18, non potranno circolare i veicoli non ecologici e per tutti gli altri si effettuerà la circolazione a targhe alterne.

i veicoli commerciali e utilizzati per attività lavorative e per il trasporto avranno un divieto di circolazione ridotto dalle 8,30 alle 10,30 e dalle 13 alle 18,30, mentre per i veicoli degli ambulanti il divieto di circolazione si applicherà dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18,30.

il provvedimento sarà valido in 17 dei 19 comuni classificati dalla regione come zona 1.

non hanno aderito nichelino e chivasso, mentre l’amministrazione di chieri si è riservata di dare una risposta entro pochi giorni.

il piano delle limitazioni al traffico concordato nella riunione di oggi sarà sottoposto a verifica in un incontro fra il presidente della provincia antonio saitta e il sindaco del comune di torino sergio chiamparino e il presidente del toroc per verificare la concordanza del piano d’azione con tutti gli eventi connessi ai giochi olimpici.

"le politiche per l’abbattimento degli inquinanti atmosferici non possono essere risolti solo dalle targhe alterne - dichiara l’assessore provinciale alle risorse atmosferiche dorino piras - la novità del piano d’azione consiste nel mettere in moto strumenti di contabilità ambientale che prevedono azioni concrete da parte dei comuni anche in settori come il riscaldamento e le emissioni industriali".

carlo prandi
mediaagencyprovincia di torino
---------------------------------------------------------------------------------------------

news inserita da redazione2 s&m strademulte

Scritto il 11/10/2005 alle ore 17.46
strademulteit
Torino/Milano (MILANO)

Utente Iscritto da
settembre 2005

*provincia di torino
inquinamento atmosferico: approvato il piano d’azione , si parte con le targhe alterne

targhe alterne (e divieto per tutti i veicoli non ecologici) a partire da mercoledì 19 ottobre 2005 con orario unico dalle 8.30 alle 18 nei comuni di “zona 1” secondo la classificazione regionale.

interessati dal piano d’azione i comuni di alpignano, beinasco, borgaro, carmagnola, chieri, chivasso, collegno, grugliasco, ivrea, moncalieri, nichelino, orbassano, pinerolo, rivoli, settimo, venaria, vinovo e volpiano.

e’ questo il provvedimento più atteso e discusso dal tavolo di coordinamento dei comuni dell’area metropolitana fra quelli inseriti nel piano d’azione provinciale per l’abbattimento degli inquinanti atmoferici, approvato questa mattina dalla giunta provinciale.

le targhe alterne e il divieto di circolazione per i veicoli non ecologici, prenderanno il via secondo il seguente calendario, concordato anche con la città di torino e il toroc:

divieto di circolazione per i veicoli la cui ultima cifra della targa È pari (circolano le dispari);

- ottobre 2005: mercoledì 19 - giovedì 27
- novembre 2005: mercoledì 9 - giovedì 17 - mercoledì 23
- dicembre 2005: giovedì 1 - giovedì 15
- gennaio 2006: mercoledì 11 - giovedì 19 - mercoledì 25

divieto di circolazione per i veicoli la cui ultima cifra della targa È dispari (circolano le pari)

- ottobre 2005: giovedì 20 - mercoledì 26
- novembre 2005: giovedì 10 - mercoledì 16 - giovedì 24 - mercoledì 30
- dicembre 2005: mercoledì 14
- gennaio 2006: giovedì 12 - mercoledì 18 - giovedì 26

rispetto al calendario precedentemente esaminato, il divieto non interesserà il mercoledì 21 e il giovedì 22 dicembre.

per i veicoli utilizzati da imprese il divieto di circolazione a targhe alterne si applicherà dalle 8.30 alle 10.30 e dalle 13.30 alle 18; mentre per i veicoli degli ambulanti l’orario del divieto sarà dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18.

l’altra novità rilevante prevista dal piano riguarda le modalità di adozione dei provvedimenti: se i comuni interessati non adotteranno il calendario, il presidente della provincia farà scattare i cosiddetti “poteri sostitutivi” ed emetterà formale diffida, trasmessa anche al prefetto e alla regione piemonte.

“però questa misura non deve essere intesa come un provvedimento coercitivo, punto e basta” avverte il presidente della provincia antonio saitta “perché la provincia è comunque sempre a fianco dei comuni.
e quelle amministrazioni che nelle scorse settimane hanno detto ‘no’ alle targhe alterne pongono problemi di grande rilevanza, come nel caso della richiesta del ‘biglietto unico’.
perciò, in attesa di ricevere la prossima settimana i testi delle ordinanze, stiamo già tentando la mediazione con l’agenzia per la mobilità per vedere di avviare una sperimentazione sul biglietto unico nei soli giorni di targhe alterne.

per contro va detto che la non adozione dei provvedimenti da parte di solo uno o due comuni danneggia dal lato pratico esclusivamente i suoi cittadini, e non è molto razionale”.

“vorrei ci fosse chiarezza sul piano d’azione” aggiunge l’assessore alle risorse atmosferiche dorino piras “perché la sua valenza principale è strutturale, e la questione targhe alterne non è che un piccolo tassello. il più ‘emergenziale’ a fronte di interventi che richiedono tempo, come l’avvio della contabilità ambientale”.

il piano d’azione infatti prevede misure, in collaborazione con i comuni, per valutare i reali bisogni e la reale efficiacia di tutti i provvedimenti, la costituzione di un osservatorio sulla mobilità e di un mobility manager e oltre ai problemi dell’inquinamento legati al traffico affronta quelli legati a riscaldamenti ed emissioni industriali.

per informazioni su questo comunicato:
alessandra vindrola
media agency provincia di torino
----------------------------------------------------------------------------------------------

non pare però esserci alcuna deroga ai veicoli euro 4 come in altre regioni, province e comuni d’italia, e si deduce che le targhe alterne non valgono per i veicoli non ecologici che non potranno circolare!!!

*redazione2 s&m strademulte

Scritto il 17/10/2005 alle ore 2.51
strademulteit
Torino/Milano (MILANO)

Utente Iscritto da
settembre 2005

*abbiamo meglio riportato in altra parte del forum l’elenco delle giornate e dei comuni interessati dal provvedimento delle targhe alterne...

link: - elenco giorni targhe alterne 2005

redazione2 s&m strademulte

Scritto il 25/10/2005 alle ore 3.49
strademulteit
Torino/Milano (MILANO)

Utente Iscritto da
settembre 2005

*localnews torino: la beffa delle targhe
in giro con la "dispari" tra i vigili distratti - viaggio in citta’ senza essere multati...

*da torinocronaca di venerdì 21 bottobre 2005 www.torinocronaca.it

seppur "sensazionale" questo genere di sfide/provocazioni non ci hanno mai entusiasmati più di tanto anche perchè il risvolto della medaglia si tramuta in un incattivirsi alla prossima volta e penalizzare poi degli automobilisti oltre ai molti già "pizzicati" nel primo giorno di targhe alterne: ovvero 178 con 71 euro!!!

pare infatti che solo in torino nei giorni di targhe alterne siano state elevate delle contravvenzioni, quasi nessuna invece nei comuni co-obbligati dell’area metropolitana torinese... esclusi quelli che si sono "ribellati".

i redattori hanno infatti percorso e fotografato la loro auto in giro per torino, dalla periferia al centro, senza essere fermati nonostante la targa sbagliata... i civich guardano ma non fermano nemmeno al posto di blocco...

si potrebbe dire, a giustificazione, che avevano riconosciuto i redattori del giornale... ma forse anche ai vigili torinesi le multazze stanno uscendo dalle orecchie... ed è già risaputo che ci sarebbero ben pochi vigili in paradiso... provare per credere... ovvero andare a verificare...

ragazzi, si dice: "non svegliare il can che dorme" e quel "can" è già fin troppo sveglio di suo... con quei 178 cioccolatini al limone acido... e forse non tutti i "pizzicati" facevano i furbi...

oltre a delle interrogazioni in consiglio comunale ci aspettiamo un intensificarsi di controlli nelle prossime giornate!!!

redazione2 s&m strademulte

Scritto il 25/10/2005 alle ore 14.20
strademulteit
Torino/Milano (MILANO)

Utente Iscritto da
settembre 2005

ultimissime!!!

libera circolare in tutta la provincia delle auto benzina euro 4 e delle diesel con filtro antiparticolato!!!

si ricorda che le auto "ecologiche" con tre persone a bordo possono circolare sempre senza vincolo di targa pari o dispari!!!

in questa situazione che vorrebbe essere preventiva, qualcosa è stato almeno uniformato con il resto dell’italia...

sempre un buone targhe alterne a tutti!!!

redazione2 s&m strademulte

Scritto il 25/10/2005 alle ore 18.17
strademulteit
Torino/Milano (MILANO)

Utente Iscritto da
settembre 2005

*precisazioni del presidente della provincia di torino saitta:

"spetta alla regione il compito di studiare soluzioni strutturali per superare l’emergenza delle targhe alterne"

"il piano di circolazione che prevede l’utilizzo delle targhe alterne è un provvedimento che crea certamente problemi ai cittadini, ma è pensato per tutelare la salute di tutti. in questi giorni ci siamo assunti la responsabilità e l’impopolarità di confermare le limitazioni ma non possiamo pensare di risolvere l’intero problema da soli".
e’ quanto ha affermato il presidente della provincia di torino antonio saitta nel proprio intervento durante la seduta del consiglio dedicata al tema delle targhe alterne.

"questa mattina in giunta - ha spiegato il presidente - abbiamo introdotto una deroga al provvedimento che consente la circolazione alle auto che rientrano nei parametri dell’euro 4. ma sappiamo perfettamente che occorre pensare seriamente a misure strutturali proprio perché siamo consci dei limiti delle targhe alterne.

per il futuro dobbiamo progettare soluzioni ad ampio respiro. pensiamo al tema del trasporto pubblico, in particolare a quello ferroviario, tutte competenze a carico della regione. il nostro atteggiamento si è rivelato attento e mirato, abbiamo apprezzato l’operato dei sindaci che hanno avuto il coraggio di emettere le ordinanze di limitazione al traffico nei due giorni settimanali.

ho convocato per venerdi - ha concluso saitta - una riunione con tutte le amministrazioni coinvolte per studiare nuove proposte, in attesa di conoscere i progetti della regione per quanto riguarda la parte strutturale".

comunicato trasmesso da:
carlo prandi
mediaagencyprovincia di torino
-----------------------------------------------------------------------------------------------

la "question inquinamento" si protrae ormai da anni e fin dagli anni ’90 i verdi di torino richiamavano l’attenzione sull’elevatissimo numero di auto dei pendolari che ogni giorno entrano ed escono dalla città, ma nulli sono stati in tutti questi 15 anni gli interventi per risolvere la situazione con parcheggi di interscambio obbligatorio...

redazione2 s&m strademulte