Forum Auto & Motori
STRADE E MULTE «
Notizie ed articoli in tema - multe ed autovelox
Visite Utente Risposte Ultima Risposta
TORINO: GIORNI TARGHE ALTERNE 2005 11365 strademulteit 15 27/01/2006
strademulteit

Scritto il 16/10/2005 alle ore 18.39
strademulteit
Torino/Milano (MILANO)

Utente Iscritto da
settembre 2005

*targhe alterne 2005 - elenco delle giornate in provincia di torino

targhe alterne (e divieto per tutti i veicoli non ecologici) a partire da mercoledì 19 ottobre 2005 con orario unico dalle 8.30 alle 18 nei comuni di “zona 1” secondo la classificazione regionale.

interessati dal piano d’azione i comuni di

- alpignano
- beinasco
- borgaro
- carmagnola
- chieri
- chivasso
- collegno
- grugliasco
- ivrea
- moncalieri
- nichelino
- orbassano
- pinerolo
- rivoli
- settimo
- venaria
- vinovo
- volpiano

e’ questo il provvedimento più atteso e discusso dal tavolo di coordinamento dei comuni dell’area metropolitana fra quelli inseriti nel piano d’azione provinciale per l’abbattimento degli inquinanti atmoferici, approvato questa mattina dalla giunta provinciale.

le targhe alterne e il divieto di circolazione per i veicoli non ecologici, prenderanno il via secondo il seguente calendario, concordato anche con la città di torino e il toroc:

divieto di circolazione per i veicoli la cui ultima cifra della targa È pari (circolano le dispari);

- ottobre 2005: mercoledì 19 - giovedì 27
- novembre 2005: mercoledì 9 - giovedì 17 - mercoledì 23
- dicembre 2005: giovedì 1 - giovedì 15
- gennaio 2006: mercoledì 11 - giovedì 19 - mercoledì 25

divieto di circolazione per i veicoli la cui ultima cifra della targa È dispari (circolano le pari)

- ottobre 2005: giovedì 20 - mercoledì 26
- novembre 2005: giovedì 10 - mercoledì 16 - giovedì 24 - mercoledì 30
- dicembre 2005: mercoledì 14
- gennaio 2006: giovedì 12 - mercoledì 18 - giovedì 26

rispetto al calendario precedentemente esaminato, il divieto non interesserà il mercoledì 21 e il giovedì 22 dicembre.

per i veicoli utilizzati da imprese il divieto di circolazione a targhe alterne si applicherà dalle 8.30 alle 10.30 e dalle 13.30 alle 18; mentre per i veicoli degli ambulanti l’orario del divieto sarà dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18.

l’altra novità rilevante prevista dal piano riguarda le modalità di adozione dei provvedimenti: se i comuni interessati non adotteranno il calendario, il presidente della provincia farà scattare i cosiddetti “poteri sostitutivi” ed emetterà formale diffida, trasmessa anche al prefetto e alla regione piemonte.

“però questa misura non deve essere intesa come un provvedimento coercitivo, punto e basta” avverte il presidente della provincia antonio saitta “perché la provincia è comunque sempre a fianco dei comuni.
e quelle amministrazioni che nelle scorse settimane hanno detto ‘no’ alle targhe alterne pongono problemi di grande rilevanza, come nel caso della richiesta del ‘biglietto unico’.
perciò, in attesa di ricevere la prossima settimana i testi delle ordinanze, stiamo già tentando la mediazione con l’agenzia per la mobilità per vedere di avviare una sperimentazione sul biglietto unico nei soli giorni di targhe alterne.

per contro va detto che la non adozione dei provvedimenti da parte di solo uno o due comuni danneggia dal lato pratico esclusivamente i suoi cittadini, e non è molto razionale”.

“vorrei ci fosse chiarezza sul piano d’azione” aggiunge l’assessore alle risorse atmosferiche dorino piras “perché la sua valenza principale è strutturale, e la questione targhe alterne non è che un piccolo tassello. il più ‘emergenziale’ a fronte di interventi che richiedono tempo, come l’avvio della contabilità ambientale”.

il piano d’azione infatti prevede misure, in collaborazione con i comuni, per valutare i reali bisogni e la reale efficiacia di tutti i provvedimenti, la costituzione di un osservatorio sulla mobilità e di un mobility manager e oltre ai problemi dell’inquinamento legati al traffico affronta quelli legati a riscaldamenti ed emissioni industriali.

comunicato trasmesso da:
alessandra vindrola
media agency provincia di torino
----------------------------------------------------------------------------------------------

esenzione per veicoli elettrici, ibridi, gpl e metano ma non sembra esserci per quelli euro 4... mentre per quelli non ecologici il divieto di circolare è per tutti i due giorni!!!

inserito da redazione2 s&m strademulte

Scritto il 18/10/2005 alle ore 12.35
strademulteit
Torino/Milano (MILANO)

Utente Iscritto da
settembre 2005

*e da domani mercoledì 19 ottobre 2005 iniziano le "danze" della passione invernale dell’automobilista...

ma alcuni comuni si ribellano e per ora non aderiscono:

chieri
chivasso
nichelino

hanno infatti declinato l’invito del presidente dellla provincia e quanto prima riceveranno lettera di diffida...

mentre rimarrebbero escluse:

ivrea
pinerolo

nonostante gli orari più ridotti della limitazione saranno comunque molti i disagi arrecati, ma alcuni giorni di tregua del traffico motoristico serviranno ad un attimo di respiro ed anche a fermare quei molti pensionati che spesso vanno a far fare un giretto alla "poverina" che è sempre ferma in garage... come si fa abitualmente con un cagnolino...

ma come sostiene il famoso dott. silvio viale (ospedale s.anna) saremmo l’unico paese in europa ad adottare le "targhe alterne" come non soluzione per la riduzione del pericoloso e dannoso inquinamento atmosferico.

come ogni anno la "faccenda" non finisce qui e la "telenovela", anche con manifestazioni di protesta, proseguirà fino alla primavera...

redazione2 s&m strademulte

Scritto il 19/10/2005 alle ore 3.16
strademulteit
Torino/Milano (MILANO)

Utente Iscritto da
settembre 2005

*per rendere un servizio completo ai nostri lettori riportiamo il link alla pagina relativa all’ordinanza del comune di torino dove i bravi webmaster hanno inserito diverse utili opzioni come i moduli della certificazione per gli autorizzati e la cartografia con i tratti limite consentiti per l’accesso ai parking della città!!!

ordinanza del comune di torino

un buon targhe alterne a tutti...

dalla redazione 2 s&m strademulte

Scritto il 19/10/2005 alle ore 3.48
strademulteit
Torino/Milano (MILANO)

Utente Iscritto da
settembre 2005

*per una miglior individuazione sulla cartina riportiamo il paragrafo 3) dell’ordinanza dove sono specificati i tratti percoribili ed esenti dal divieto:

3) il territorio interessato - dal presente provvedimento è quello compreso nei confini comunali, fatta eccezione per le seguenti strade:

- i tratti delle autostrade o delle tangenziali insistenti sul territorio cittadino;

- le vie che permettono di raggiungere (in entrata e uscita) il parcheggio "park & ride" di corso unione sovietica e i parcheggi di piazzale caio mario per i veicoli provenienti dagli svincoli o diretti agli svincoli della tangenziale sud, e più precisamente: corso unione sovietica (tratto confine / traiano) - strada del drosso - corso orbassano (tratto confine / tazzoli) - corso settembrini - corso tazzoli - corso maroncelli - piazza bengasi - corso traiano - corso giovanni agnelli (tratto tazzoli / caio mario);

- le vie che permettono di raggiungere (in entrata e uscita) i parcheggi dello stadio delle alpi per i veicoli provenienti dagli svincoli o diretti agli svincoli della tangenziale nord, e più precisamente: corso regina margherita (tratto cossa / confine) - via pietro cossa (tratto regina margherita / cirene) - via sansovino (tratto cirene / altessano) - strada altessano (tratto sansovino / confine) - strada pianezza (tratto cirene / confine) - corso grande torino - strada druento (tratto grande torino altessano) - via stampini - strada aeroporto - corso grosseto da svincolo superstrada per caselle a corso ferrara;

- le vie che permettono di raggiungere (in entrata e uscita) i parcheggi siti in corso giulio cesare angolo corso vercelli e corso giulio cesare angolo corso romania per i veicoli provenienti dagli svincoli o diretti agli svincoli autostradali, e più precisamente: strada cuorgnè - corso vercelli da strada cuorgnè a corso romania - corso romania - strada della cebrosa, dallo svincolo a corso romania;

- le vie che permettono di raggiungere (in entrata e uscita) i parcheggi del lingotto e più precisamente corso unità d’italia (tratto confine / imbocco sottopasso) - sottopasso del lingotto (tratto unità d’italia / bretella parcheggi) - bretella di raccordo ai parcheggi e per il ritorno via nizza nel tratto lingotto / piazza bengasi;

- tutte le vie della collina torinese dal confine sino alla confluenza nei corsi moncalieri o casale. corso moncalieri dal confine con moncalieri fino a corso giovanni lanza, corso casale da piazzale marco aurelio al confine con san mauro torinese;

- corso regina margherita fino a corso sacco e vanzetti, corso sacco e vanzetti da corso regina margherita a strada antica di collegno, corso marche da strada antica di collegno a corso francia;

Scritto il 19/10/2005 alle ore 3.56
strademulteit
Torino/Milano (MILANO)

Utente Iscritto da
settembre 2005

*dall’elenco era sfuggito il nuovo tratto di uscita dall’autostrada to/mi:

- strada di settimo dallo svincolo della tangenziale a via puglia, via puglia e lungostura lazio.

Scritto il 25/10/2005 alle ore 3.48
strademulteit
Torino/Milano (MILANO)

Utente Iscritto da
settembre 2005

*localnews torino: la beffa delle targhe
in giro con la "dispari" tra i vigili distratti - viaggio in citta’ senza essere multati...

*da torinocronaca di venerdì 21 bottobre 2005 www.torinocronaca.it

seppur "sensazionale" questo genere di sfide/provocazioni non ci hanno mai entusiasmati più di tanto anche perchè il risvolto della medaglia si tramuta in un incattivirsi alla prossima volta e penalizzare poi degli automobilisti oltre ai molti già "pizzicati" nel primo giorno di targhe alterne: ovvero 178 con 71 euro!!!

pare infatti che solo in torino nei giorni di targhe alterne siano state elevate delle contravvenzioni, quasi nessuna invece nei comuni co-obbligati dell’area metropolitana torinese... esclusi quelli che si sono "ribellati".

i redattori hanno infatti percorso e fotografato la loro auto in giro per torino, dalla periferia al centro, senza essere fermati nonostante la targa sbagliata... i civich guardano ma non fermano nemmeno al posto di blocco...

si potrebbe dire, a giustificazione, che avevano riconosciuto i redattori del giornale... ma forse anche ai vigili torinesi le multazze stanno uscendo dalle orecchie... ed è già risaputo che ci sarebbero ben pochi vigili in paradiso... provare per credere... ovvero andare a verificare...

ragazzi, si dice: "non svegliare il can che dorme" e quel "can" è già fin troppo sveglio di suo... con quei 178 cioccolatini al limone acido... e forse non tutti i "pizzicati" facevano i furbi...

oltre a delle interrogazioni in consiglio comunale ci aspettiamo un intensificarsi di controlli nelle prossime giornate!!!

redazione2 s&m strademulte

Scritto il 25/10/2005 alle ore 14.21
strademulteit
Torino/Milano (MILANO)

Utente Iscritto da
settembre 2005

ultimissime!!!

libera circolare in tutta la provincia delle auto benzina euro 4 e delle diesel con filtro antiparticolato!!!

si ricorda che le auto "ecologiche" con tre persone a bordo possono circolare sempre senza vincolo di targa pari o dispari!!!

in questa situazione che vorrebbe essere preventiva, qualcosa è stato almeno uniformato con il resto dell’italia...

sempre un buone targhe alterne a tutti!!!

redazione2 s&m strademulte

Scritto il 25/10/2005 alle ore 18.19
strademulteit
Torino/Milano (MILANO)

Utente Iscritto da
settembre 2005

*precisazioni del presidente della provincia di torino saitta:

"spetta alla regione il compito di studiare soluzioni strutturali per superare l’emergenza delle targhe alterne"

"il piano di circolazione che prevede l’utilizzo delle targhe alterne è un provvedimento che crea certamente problemi ai cittadini, ma è pensato per tutelare la salute di tutti. in questi giorni ci siamo assunti la responsabilità e l’impopolarità di confermare le limitazioni ma non possiamo pensare di risolvere l’intero problema da soli".
e’ quanto ha affermato il presidente della provincia di torino antonio saitta nel proprio intervento durante la seduta del consiglio dedicata al tema delle targhe alterne.

"questa mattina in giunta - ha spiegato il presidente - abbiamo introdotto una deroga al provvedimento che consente la circolazione alle auto che rientrano nei parametri dell’euro 4. ma sappiamo perfettamente che occorre pensare seriamente a misure strutturali proprio perché siamo consci dei limiti delle targhe alterne.

per il futuro dobbiamo progettare soluzioni ad ampio respiro. pensiamo al tema del trasporto pubblico, in particolare a quello ferroviario, tutte competenze a carico della regione. il nostro atteggiamento si è rivelato attento e mirato, abbiamo apprezzato l’operato dei sindaci che hanno avuto il coraggio di emettere le ordinanze di limitazione al traffico nei due giorni settimanali.

ho convocato per venerdi - ha concluso saitta - una riunione con tutte le amministrazioni coinvolte per studiare nuove proposte, in attesa di conoscere i progetti della regione per quanto riguarda la parte strutturale".

comunicato trasmesso da:
carlo prandi
mediaagencyprovincia di torino
-----------------------------------------------------------------------------------------------

la "question inquinamento" si protrae ormai da anni e fin dagli anni ’90 i verdi di torino richiamavano l’attenzione sull’elevatissimo numero di auto dei pendolari che ogni giorno entrano ed escono dalla città, ma nulli sono stati in tutti questi 15 anni gli interventi per risolvere la situazione con parcheggi di interscambio obbligatorio...

redazione2 s&m strademulte

Scritto il 26/10/2005 alle ore 5.14
strademulteit
Torino/Milano (MILANO)

Utente Iscritto da
settembre 2005

*la querelle con il sindaco ribelle di nichelino giuseppe catizone

news pubblicata da nichelino online www.nichelino.com

il presidente della provincia, antonio saitta ha annunciato querela contro il sindaco di nichelino giuseppe catizone, capofila degli oppositori alle "targhe alterne" (misura che ritengono inefficacie e a solo danno dei cittadini) e che non ha aderito all’ ordinanza della provincia in proposito. "ci si sta impiccando all’ albero ideologico delle targhe alterne e si lede l’ autonomia dei comuni.

questo problema lo porterò anche in sede anci", dice catizone. motivo della querela sarebbe una dichiarazione, in cui avrebbe detto di essere stato consigliato dalla stessa provincia a firmare l’ ordinanza targhe alterne, ma di non fare multe.

"devo querelare per difendere l’ ente che rappresento. sono amareggiato anche sul piano personale - replica il presidente saitta - ancora ieri avevo cercato catizone perchè alcune sue proposte sono state accettate. come quella di un biglietto unico, allo stesso prezzo, per le linee urbane ed extraurbane nei giorni di targhe alterne".

a giudicare da ciò che si sente in giro per nichelino nei negozi, caffè e luoghi pubblici in generale, la quasi totalità dei nichelinesi è solidale con il proprio sindaco.
------------------------------------------------------------------------------------------------

news inserita da redazione2 s&m strademulte

Scritto il 08/11/2005 alle ore 3.38
strademulteit
Torino/Milano (MILANO)

Utente Iscritto da
settembre 2005

prov. torino - targhe alterne mercoledì 9 e giovedi’ 10 novembre 05

parte il biglietto unico per le aree suburbane

confermate le targhe alterne per mercoledì 9 e giovedì 10 novembre 2005, come previsto dal calendario elaborato dall’assessorato alle risorse atmosferiche della provincia di torino e dai comuni che aderiscono al piano d’azione per l’abbattimento degli inquinanti.

lo schema di limitazioni al traffico veicolare prevede il divieto di circolazione per le auto non ecologiche in entrambe le giornate, il divieto di circolazione delle auto con targa pari mercoledì 9 novembre (possono circolare le dispari) e il divieto per quelle con targa dispari giovedì 10 (possono circolare le pari).

novità rilevante per gli utenti dei mezzi pubblici è l’introduzione, a partire da mercoledì e fino alla fine di dicembre, del cosiddetto “biglietto unico”: i viaggiatori che utilizzano le linee suburbane servite dal gtt potranno usufruire del biglietto di rete urbana, che costa 90 centesimi, al posto di quello suburbano che costa 1,04 euro.

l’avvio del progetto sperimentale del “biglietto unico” è stato reso possibile dalla collaborazione fra l’assessorato alle risorse atmosferiche e l’assessorato ai trasporti della provincia di torino, il gtt e l’agenzia per la mobilità metropolitana: l’obiettivo è favorire l’uso dei mezzi pubblici e ridurre il trasporto privato, non solo per ridurre l’inquinamento atmosferico e rendere più efficace il provvedimento delle “targhe alterne”, ma anche come stimolo per incentivare la mobilità sostenibile e invitare i cittadini a un maggior utilizzo del servizio pubblico.

comunicato trasmesso da:
alessandra vindrola
media agency provincia di torino
------------------------------------------------------------------------------------------------

buona l’introduzione del biglietto unico ma secondo la nostra esperienza e conoscenza solo il biglietto gratuito o abbonamenti scontatissimi possono essere di "stimolo" a lasciare le piu’ comode e confortevoli auto a casa... perchè il risultato di una nostra inchiesta sui mezzi pubblici ha portato ad una conclusione del tipo: "il bus? grazie ma se lo prenda lei..."

solo la futura metropolitana potrà essere un’alternativa a torino, quando purtroppo il volume dei pensolari si è però attenuato con la chiusura o la delocalizzazione di moltissime fabbriche cittadine...

redazione2 s&m strademulte

Pagina: » 12