Amazon Echo Auto: porta Alexa sulla tua automobile

Cos'è e a cosa serve Amazon Echo Auto, dispositivo pensato per portare l'assistente vocale Alexa su qualsiasi automobile: scopri quanto costa in Italia, come collegarlo e vedi tutti i dettagli.
Guarda 19 foto Guarda 19 foto
Cos'è e a cosa serve Amazon Echo Auto, dispositivo pensato per portare l'assistente vocale Alexa su qualsiasi automobile: scopri quanto costa in Italia, come collegarlo e vedi tutti i dettagli.

Giugno 2020, Amazon Echo Auto esordisce ufficialmente in Italia. Dopo aver annunciato al CES 2020 l’arrivo in tutto il mondo del nuovo Echo Auto, dispositivo inizialmente lanciato al CES 2019 e poi rimasto sostanzialmente in una sorta di “beta release” per tutto l’anno, con l’inizio dell’estate il nuovo Echo esordisce ufficialmente nel nostro Paese.

Alexa, insomma, è pronta a salire a bordo dell’auto, di qualsiasi auto: non servono compatibilità particolari, poiché Echo Auto è un dispositivo standalone che può essere acquistato a parte, portato nell’abitacolo e collegato come fonte “input” all’impianto di bordo. Il resto sta all’interazione vocale tra l’utente e Alexa , che di fatto diventa una sorta di utile co-pilota automatico durante i propri spostamenti.

Echo Auto: cos’è?

Amazon Echo Auto consta di una piccola scatoletta con dimensioni pari a 8,5×4,7 centimetri ed uno spessore che arriva appena a quota 1,3 cm. La sua funzione è quella di ascoltare le direttive delle persone nell’abitacolo, obbedendo alle indicazioni ricevute. Echo Auto è dunque un device che vuole rappresentare per l’automobile quel che tutta la linea Amazon Echo è in ambiente domestico: il tramite per accedere ad Alexa e tutte le molteplici funzionalità che l’assistente è in grado di abilitare.

Echo Auto dispone pertanto di alcune caratteristiche peculiari, essenziali per il buon funzionamento in un ambiente particolare come quello dell’auto:

  • 8 microfoni integrati, in grado di separare la voce dell’uomo dalla musica in sottofondo o dai rumori del traffico;
  • un pulsante di azione, utile in particolare all’atto della configurazione iniziale;
  • un pulsante privacy, che disattiva i microfoni offrendo alle persone massima protezione dai server Amazon;
  • una fascia luminosa dorsale, tipico canale comunicativo che esplicita i momenti nei quali Alexa è in ascolto;
  • un connettore laterale per l’alimentazione del device;
  • un ulteriore connettore laterale per un eventuale spinotto audio-out da 3,5 mm.
Componenti Amazon Echo Auto

Amazon Echo Auto: le caratteristiche

Animato da processore Mediatek MT7697, Echo Auto può essere alimentato tramite semplice connessione con tradizionale connettore per auto.

Quanto costa e come acquistarlo in Italia

Echo Auto può essere acquistato su Amazon al prezzo di 59,99 euro . Tutti gli abbonati Amazon Prime vi troveranno a bordo tutta la musica gratuita di Amazon Music, mentre tutti i possessori di altri dispositivi Alexa potranno ritrovarvi dentro la medesima esperienza vissuta in casa sugli altri Echo. Stessi servizi, stesse skill, stessi comandi, stesse opportunità, il tutto controllabile tramite l’apposita app.

A cosa serve

Amazon Echo Auto consente di interagire vocalmente con Alexa e tramite quest’ultimo assistente ottenere una serie di informazioni o servizi. L’alveo è quello complessivo del mondo Alexa, potendo pertanto comunemente:

  • avviare la riproduzione audio di una playlist (compatibilità garantite con i servizi streaming Audible, Amazon Music, Apple Music, Spotify, SiriusXM), nonché TuneIn e iHeartRadio per l’ascolto radiofonico;
  • effettuare chiamate telefoniche;
  • ascoltare le ultime news;
  • ascoltare le previsioni meteo personalizzate;
  • gestire appuntamenti in agenda e sfogliare il proprio calendario;
  • giocare o interagire con skill di varia natura.

A queste funzioni se ne aggiungono di ulteriori, potenziali o già in essere, quali lo spegnimento del riscaldamento di casa quando si parte, la disattivazione dell’antifurto al rientro, l’attivazione del robot di pulizia pavimenti da remoto, l’apertura di un cancello con un solo comando vocale e altro ancora. La piattaforma di sviluppo, del resto, è quella di Alexa e su questa chiunque potrà costruire i propri servizi andando ad arricchire la platea delle funzionalità raggiungibili con questo semplice dispositivo. Quelle che il mondo Apple chiama “App”, il mondo Amazon le chiama “Skill”: semplice nomenclatura, ma sarà semplice capirne l’utilità non appena adottato Alexa e non appena approfondita la conoscenza con l’assistente, i suoi limiti iniziali e le sue potenzialità in divenire.

Come collegarlo

Il collegamento è semplice: da una parte occorre inserire l’alimentazione sfruttando l’apposito cavetto in dotazione (nella confezione è disponibile anche un adattatore che raddoppia i vani USB, consentendo così di ricaricare al contempo tanto lo smartphone quanto il nuovo Echo); dall’altra occorre collegare il device all’impianto audio dell’auto, o tramite Bluetooth, oppure tramite cavo audio con jack da 3,5 mm. La configurazione avviene tramite l’app Alexa (via bluetooth) sul proprio smartphone, ove è possibile controllare tutti gli Alexa disponibili sul proprio account e dove si possono impartire le indicazioni iniziali prima di mettersi in viaggio. Per controllare la piena compatibilità del proprio smartphone o del Bluetooth della propria vettura con Echo Auto è possibile verificare ogni dettaglio su questa pagina .

La configurazione iniziale richiede appena pochi minuti, il tempo di far riconoscere ad Alexa il nuovo Echo della famiglia ed impostare i pochi parametri iniziali richiesti. Al termine di questa procedura sarà immediatamente possibile utilizzare il device.

Come posizionarlo in auto

L’unico requisito da osservare è il posizionamento di Echo Auto in modo che possa facilmente ascoltare i comandi vocali del pilota o dei passeggeri. La scelta migliore è dunque un posizionamento anteriore , nel punto più vicino possibile alla fonte dell’interazione vocale. A tal fine Amazon suggerisce ad esempio il cruscotto, indicando chiaramente quali bocchettoni dell’aria siano adatti per un saldo posizionamento:

Compatibilità di Echo Auto con i bocchettoni dell'aria

Il device ha otto microfoni superiori studiati appositamente per distinguere i comandi vocali dai rumori di fondo (aspetto già ampiamente sviluppato sulla linea Echo per ambiente domestico), ma occorre facilitare questo compito evitando posizionamenti improbabili che possano portare in confusione il dispositivo.

Aspetto da non sottovalutare è anche la possibilità di avere facilmente sott’occhio la fascia luminosa a led presente su una delle fiancate del device. Il colore della fascia luminosa, infatti, è un’icona utile a capire lo “stato” in cui si trova Alexa:

  • Blu: Alexa è in ascolto;
  • Rosso: Alexa è disattivata;
  • Arancio: Alexa è in fase di configurazione.
Echo Auto, colore rosso: audio disattivato, modalità privacy attivata

Echo Auto, colore rosso: audio disattivato, modalità privacy attivata

Il colore rappresenta dunque un feedback fondamentale poiché offre un colpo d’occhio immediato su quel che sta facendo Alexa anche quando non si ricevono feedback sonori: la giusta allocazione è pertanto di radicale importanza per ottimizzare il rapporto tra persona e assistente.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

17 06 2020
Link copiato negli appunti