Notizie dal Mondo dei Motori
Proiettori sporchi - il pericolo aumenta

Proiettori sporchi - il pericolo aumenta

Da una recente indagine risulta che dopo solo mezz´ora di guida su terreno sporco, lo strato di sporcizia depositato sulla superficie dei fari riduce il campo visivo fino a 35 metri implicando una situazione di pericolo per la conduzione del veicolo.

Dimensione Carattere:

La notizia diffusa da Hella (Componenti per l’illuminazione automobilistica e per l’elettronica) rileva infatti che in autunno e inverno per le strade si incontra spesso fogliame, pioggia e neve sporca. Quando il fondo stradale è umido, i pneumatici sollevano tutta questa sporcizia riversandola sui proiettori e sui fanali posteriori. L'accumulo di sporcizia riduce l'intensità luminosa dei proiettori e riduce drasticamente il campo visivo con conseguente difficoltà di riconoscimento delle principali funzioni di segnalazione, aumentando in modo proporzionale la percentuale di rischio. Per questo è importante pulire regolarmente i proiettori, soprattutto nella stagione fredda: per evitare di mettere a repentaglio la propria incolumità e quella di altre persone.

Le indagini condotte dal Politecnico di Darmstadt hanno dimostrato che i proiettori delle automobili subiscono un degrado dovuto a sporcizia pari al 60% dopo solo mezz'ora di guida su terreno sporco. Lo strato di sporcizia che si deposita sulla loro superficie riduce il campo visivo fino a 35 metri. Questo implica che, nelle situazioni di pericolo, il conducente ha uno spazio di frenata più ridotto. Inoltre, le particelle di sporco provocano una deviazione incontrollata del fascio luminoso emanato dai proiettori, con conseguente abbagliamento del traffico in direzione opposta: questo costituisce un ulteriore rischio di incidente.

Il modo più comodo per mantenere puliti i proiettori è di ricorrere ad un impianto tergifari automatico (SRA), che è disponibile per quasi tutti i modelli di autoveicoli più recenti. Al momento dell'acquisto di un'auto, si deve richiedere anche il pacchetto di sicurezza. Per le auto dotate di luci allo xeno, gli impianti tergifari sono persino prescritti per legge, in modo da evitare dispersioni del fascio luminoso a causa dell'accumulo di sporcizia sui proiettori. Nella maggior parte dei casi, l'impianto SRA è collegato all'impianto di lavaggio del parabrezza. La pulizia dei proiettori principali è dunque un fattore di importanza fondamentale. Gli automobilisti che non dispongono di un impianto SRA devono fermarsi ad intervalli regolari per pulire a mano i proiettori. È importante mantenere puliti anche i fanali posteriori, per non pregiudicarne la funzione di segnalazione. Attenzione però: spugne e stracci ruvidi possono danneggiare lo strato superficiale dei proiettori e dei fanali posteriori.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati