Notizie dal Mondo dei Motori
RC auto, aumenti per le diciottenni

RC auto, aumenti per le diciottenni

Gli ultimi dati dell'IVASS sui premi RC auto in Italia evidenziano un deciso aumento dei premi delle neopatentate, in parte bilanciato da tariffe meno care per i diciottenni

Dimensione Carattere:

La pubblicazione della sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea del 1 marzo 2012, volta a contrastare le discriminazioni di genere in materia di assicurazioni auto con l’obiettivo di raggiungere un trattamento paritario tra i due sessi, si è tradotta in un aumento significativo del costo della polizza per le guidatrici, e in una corrispondente diminuzione delle tariffe per gli assicurati di sesso maschile.

L’esempio emblematico è quello di una diciottenne neopatentata in classe 14 alla guida di un’auto 1300 cc a benzina, che arriva a pagare il 12% in più dell’anno scorso. A questo aumento corrisponde una diminuzione di 6,4 punti percentuali dell’analogo profilo di sesso maschile. Un’accurata indagine conoscitiva pubblicata dall’IVASS su 21 province e 11 profili standard conferma l’estensione di questa tendenza al rialzo disomogenea, non solo tra assicurati dei due sessi, ma anche tra assicurati di regioni differenti.

Sembra infatti allargarsi il divario, già noto, tra Nord e Sud Italia, dove per la stessa tipologia di guidatore la tariffa arriva a quadruplicare: 1221 euro per un cinquantenne con un’automobile di piccola cilindrata a Napoli in classe di massimo sconto (+ 6% rispetto al 2012) contro i 350 euro dell’omologo assicurato a Bolzano. In aumento secondo lo stesso criterio anche le tariffe per le due ruote: al Centro-Sud si registra un + 12% per un assicurato di quarant’anni con un 200 cc in quarta classe B/M. Alla pubblicazione dei dati IVASS sono seguite le reazioni del Codacons, interessato a fare chiarezza su tariffe considerate abnormi, soprattutto se paragonate alla media europea.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati