Notizie dal Mondo dei Motori
Veicoli senza assicurazione: nuovi dati

Veicoli senza assicurazione: nuovi dati

Sono sempre di più, in parte per l’aumento dei costi di gestione dei veicoli, ma anche il numero sempre più elevato di compagnie irregolari gioca un ruolo di primo piano

Dimensione Carattere:

Secondo recenti rilevazioni, incentivate dall’allarme congiunto lanciato da Ania e ACI, si stimano attualmente 4,4 milioni di mezzi circolanti in Italia senza regolare copertura assicurativa. Un dato impressionante, che trova motivazione ma non certo giustificazione nel generale aumento dei costi di gestione dei veicoli, della benzina e della stessa polizza assicurativa, gravante sul budget delle famiglie italiane. Un problema trasversale questo incremento di irregolarità, rilevato a campione da Nord a Sud.

Supponendo di poter abbassare leggermente i numeri della stima, considerando le compagnie con sede all’estero, i dati restano comunque di eccezionale gravità. Resta infatti il comprovato aumento di compagnie fasulle o che operano senza le autorizzazioni necessarie, così come di siti non autorizzati di vendita di assicurazioni on line, sui quali l’IVASS sta già indagando.

Oltre ai colpi inferti al settore assicurativo, ovvia conseguenza del fenomeno è un maggiore rischio di subire un incidente causato da un mezzo non in regola e il cui proprietario non è in grado di far fronte personalmente al risarcimento dovuto. Da qui la necessità crescente di ricorrere al Fondo Vittime della Strada, il quale, aumentate le richieste, tenderà a dover essere maggiormente implementato dal contributo degli assicurati in regola, che ad oggi offrono un’aliquota del 2,5 % del premio assicurativo a questo sempre più importante ente. Aliquota che potrebbe crescere in un prossimo futuro se le misure governative promosse già a partire dallo scorso anno in materia di identificazione delle irregolarità (all’interno del decreto Cresci Italia) non porteranno i risultati sperati.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati