Android Auto: ecco le novità derivanti dall’ultimo update

Arriva un interessante – quanto utile – aggiornamento ad Android Auto che mira a risolvere un bug che si veniva a creare non appena si avviava Google Assistant . Il colosso della tecnologia ha impiegato un po’ di tempo prima di fixare il problema ma adesso sembra che tutto sia stato risolto. Forse.

Android Auto: addio al bug con Google Assistant

Di fatto, il problema emerso in queste ore prevedeva una criticità nell’applicazione di Android Auto segnalata all’inizio dell’anno, ma che ha trovato una risoluzione soltanto pochi dì or sono. Google ha infatti sistemato un problema relativo alla connessione di Android Auto che impossibilitava l’uso dei comandi vocali a numerosi utenti. Molti automobilisti vedevano comparire infatti, un messaggio simile: “Questa connessione non è abbastanza stabile al momento”.

La problematicità sembra esser accorsa dopo che gli utenti avevano aggiornato il dispositivo ad Android 10; sembra quindi che il problema si palesasse soltanto dopo la richiesta di informazioni con Google Assistant, il noto assistente virtuale del colosso BigG volto ad un uso smart del dispositivo mobile. Sui forum le richieste degli utenti si sono susseguite nei diversi mesi senza sosta; la soluzione infatti, tardava ad arrivare.

All’interno della community dei forum, uno specialista del team dell’azienda qualche giorno fa ha spiegato che vi era un metodo immediato per risolvere il bug sul software per la navigazione di Google:

“Il team di Google Assistant ha da poco distribuito un update correttivo volto alla risoluzione del problema relativo ad una connessione Internet non stabile”. Vi preghiamo di aggiornare la vostra app Google all’ultima versione. Vi ringraziamo in anticipo per il feedback fornito!”.

Sembra quindi che aggiornare l’applicazione sia l’unico modus operandi reale e concreto per sistemare il problema ; a nulla sono serviti gli inutili tentativi degli utenti circa la cancellazione della cache, o la pulizia dell’app con un’installazione ex novo.

Sebbene questo rappresenti un problema non di poco conto all’interno del software Google, c’è da segnalare che, ad ogni modo, l’app è una vera e propria manna dal cielo, capace di consentire un mirroring intelligente del proprio dispositivo nelle auto di nuova generazione. Grazie ad esso infatti, gli utenti possono inviare messaggi, ascoltare quelli ricevuti, effettuare una chiamata o comporne una semplicemente senza utilizzare i tasti o i pulsanti ma con il solo uso della voce. Basta un “Okay Google, chiama…/leggi il messaggio WhatsApp ricevuto ” (e via dicendo) per usufruire delle possibilità offerte dal sistema.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

30 06 2020
Link copiato negli appunti