Notizie dal Mondo dei Motori
Peugeot 607 2.2 HDi Fap

Peugeot 607 2.2 HDi Fap

A tre anni di distanza dal suo arrivo, la Peugeot 607 si arricchisce con un nuovo motore 2.2 Hdi FAP. Dotata appunto di Filtro Anti Particolato è ora più performante e rispettosa dell´ambiente.

Video  Peugeot 607 2.2 Hdi
Altri Articoli:

Dimensione Carattere:

A tre anni dal lancio commerciale, la 607, prima vettura al mondo equipag-giata con il filtro attivo antiparticolato F.A.P. in abbinamento con la motoriz-zazione diesel, taglia il traguardo delle 100.000 unità vendute e si propone per il titolo di berlina generalista del segmento H più diffusa in Europa.

Quali le ragioni del successo?
Il piacere estetico, innanzitutto, frutto di un sapiente utilizzo di linee moderne per ottenere una berlina che fa dell'eleganza, peraltro sempre discreta, una delle sue armi vincenti. Eleganza che caratterizza anche l'abitacolo: ambiente sobrio, armonioso, sottolineato da materiali raffinati.

Il piacere dinamico, caratteristico delle vetture Peugeot. Infatti, le sospensioni efficienti - che nelle versioni V6 integrano un'ammortizzazione con nove leggi di smorzamento - sono associate ad una struttura rigida e ad uno sterzo ad assistenza variabile, in funzione del regime del motore o della velocità della vettura.

Queste sospensioni consentono di sfruttare al meglio la briosità dei tre motori multivalvole che, fino ad oggi, erano abbinati ad un cambio manuale a cinque marce o ad un cambio automatico autoadattivo a quattro rapporti con comando sequenziale di tipo Tiptronic - system Porsche.

Infine, il piacere del valore sicuro, uno dei cardini propri del Marchio Peugeot: la qualità della 607, infatti, è garanzia di durata nel tempo. Progettata per durare, è stata sviluppata in base ad una metodologia incentrata sull'affidabilità, frutto di scelte tecnologiche e di mezzi di controllo di deriva-zione aeronautica.

Valore sicuro, dinamismo, estetica, ma non solo. Infatti, la 607 è la vetrina del know-how di Peugeot, messo a servizio del guidatore: i motori HDi Common Rail e le loro prestazioni in materia di comfort, di riduzione dei consumi e di protezione ambientale; i cambi automatici autoadattivi intelligenti; il si-stema di navigazione assistita che aiuta e accompagna il guidatore; la rete multiplex e le sue funzioni di dialogo, di comfort e di sicurezza.

Grazie a tutto ciò, la 607 ha sedotto la pur esigente clientela dell'alto di gamma; una clientela agiata, il cui acquisto, motivato innanzitutto da un uti-lizzo professionale, diventa poi vettore di valorizzazione.

Ora la 607 accentua maggiormente questo suo potere di seduzione propo-nendo un cambio a sei marce sulla versione 2.2 litri HDi, ed, in generale su tutta la gamma, maggiore tecnologia e comfort.

MOTORIZZAZIONE - cambio 6 marce sul 2.2 diesel HDi
2.2 litri Diesel HDi - FAP - DW12 TED4

Si tratta di un motore a quattro valvole per cilindro, di 2.179 cm3 di cilindrata, è caratterizzato da un turbocompressore a geometria variabile e da due controalberi che limitano le vibrazioni generate dalle parti mobili.

Dispone, di un filtro attivo antiparticolato che gli conferisce un vantaggio eco-logico decisivo perché trattiene il particolato, per poi bruciarlo in base ad un processo esclusivo. Va sottolineato che gli interventi di manutenzione del F.A.P. ora vengono effettuati dopo 120.000 km.

Il motore sviluppa una potenza massima di 98 kW a 4.000 g/min ed una cop-pia massima di 314 Nm a 2.000 g/min. È progettato per offrire già da 1.200 g/min, 250 Nm, che rappresenta circa l'80 % della coppia massima disponibile fino a 3.800 g/min.
Una coppia elevata consente anche di guidare più a lungo ai bassi regimi, riducendo il consumo di carburante.

Il DW12 TED4 possiede una centralina elettronica che integra la funzione EOBD (European On Board Diagnostic) e che permette, mediante una spia presente sul cruscotto, di avvisare il guidatore quando la vettura supera rego-larmente i valori di legge delle emissioni.

Questo motore garantisce dunque una guida serena grazie alle sue riprese eccezionali e alle prestazioni rispettose dell'ambiente.

TRASMISSIONE
Cambio ML6C

Il 2.2 HDi è equipaggiato con il nuovo cambio meccanico ML6C a sei marce.
Un importante lavoro di compattamento ha permesso di conservare lo stesso ingombro del cambio a cinque marce originale, mantenendo invariato il rag-gio di sterzata.

Il cambio ML6C beneficia degli ultimi miglioramenti che aumentano il piacere di guida, la precisione di selezione, l'inserimento dolce e rapido delle marce. Le sincronizzazioni sono, infatti, triple sulle prime due marce e doppie sulla terza. Anche la retromarcia è completamente sincronizzata.

La griglia del comando del cambio è di tipo " a candelabro ", con la linea della retromarcia contigua a quella della prima. Per evitare il passaggio indesiderato alla retromarcia, la leva di selezione è provvista di un anello di bloccaggio. La frizione è a comando idraulico, per un funzionamento dolce e sforzi costanti nel tempo.

CARATTERISTICHE DINAMICHE

Il piacere di guida aumenta grazie al miglioramento della ripresa e dell'acustica. Con una quinta dal rapporto di demoltiplicazione ridotto (44,20 km/h contro 47,06 km/h a 1.000 g/min), le riprese da 80 a 120 km/h si effettuano ora in 11,5 secondi, contro 11,8 secondi con il cambio ML5C.

I tempi d'accelerazione sono rimasti invariati: quindi, i 1.000 m con partenza da fermo vengono percorsi in 32,7 secondi, e si raggiungono i 100 km/h, sempre con partenza da fermo, in 11,5 secondi. Ora, però, la velocità mas-sima di 205 km/h si raggiunge in sesta. Al contrario, l'allungamento della de-moltiplicazione dell'ultimo rapporto permette di migliorare ulteriormente silen-ziosità e consumi. Così, ad una velocità stabilizzata di 130 km/h, il calo di regime è di 350 g/min, pari ad un risparmio di 0,45 litri/100 km.

Il risparmio nel ciclo misto è di 0,1 litri/100 km, pari a 6,6 litri/100 km.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati