Notizie dal Mondo dei Motori
Ford Italia a gonfie vele

Ford Italia a gonfie vele

Ford Italia chiude il mese di marzo 2011 con 17.718 unità immatricolate e una quota di mercato del 9,4%. Viene così consolidata la sua posizione di marchio estero più venduto in Italia anche nel mese di marzo 2011. Fiesta leader: 20.573 unità in tre mesi.

In Relazione:
Articoli  FORD
Video  Video FORD
Video  Foto FORD

Dimensione Carattere:

Considerando la crisi dell’auto mondiale, il bicchiere in casa Ford - almeno analizzando i dai in Italia - è da considerarsi mezzo pieno: 17.718 vetture immatricolate a marzo 2011, seppure in calo del 44,9% su marzo 2010. Un mercato totale di vetture a 187.687 unità immatricolate (-27,6% sull’analogo mese 2010). Con una quota di mercato del 9,4%, Ford Italia consolida la sua posizione di marchio estero più venduto nel nostro Paese anche nel mese di marzo 2011. E nel primo trimestre 2011 Ford ha realizzato 47.941 unità immatricolate maturando una quota di mercato del 9,3%.

Sia nel mese sia nel trimestre, la Fiesta si conferma la vettura estera più venduta in Italia con rispettivamente 8.082 e 20.573 unità immatricolate: la sua quota di mercato del 4,3 % e 4% nel cumulato. E la nuova Ford C-MAX entra nella Top 10 delle diesel più vendute del mercato con 6.994 unità nel primo trimestre 2011.

"Si sente chiaramente la mancanza della spinta degli incentivi statali", ci spiega Gaetano Thorel, Presidente ed Amministratore Delegato di Ford Italia, "come avevamo previsto sin dall’inizio dell’ anno". Di conseguenza, "dal mese di aprile, ci confronteremo in un mercato non alterato da fattori straordinari ". Questo permetterà di capire esattamente quello che sarà il reale andamento del mercato auto in Italia nel prossimo futuro. Comunque, chiude Thorel, "i risultati di Ford mostrano una conferma della quota di mercato conseguita nel corso del 2010 che ci rende soddisfatti in considerazione anche della quota superiore al 10% conquistata nel canale privati".

Al di là di ogni considerazione, va sempre tenuto presente che il mercato italiano dell’automobile nuova in marzo, con 187.687 immatricolazioni, ha fatto registrare il peggior risultato degli ultimi quindici anni, chiusi con minimo 200.000 unità. La flessione rispetto al marzo dello scorso anno (-27,6%) trova una sua spiegazione nel confronto con l’ultimo mese del 2010, caratterizzato da immatricolazioni che godevano della spinta dei bonus governativi.

Non solo: secondo l’Unrae (Case estere), per ora i terribili accadimenti che hanno colpito il Giappone non hanno avuto influenza sui prodotti importati e venduti in Italia, ma "appare difficile elaborare previsioni riguardanti ciò che potrà avvenire nei prossimi mesi".




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati