Notizie dal Mondo dei Motori
Opel Corsa OPC

Opel Corsa OPC

In anteprima al Salone di Ginevra, la nuova Opel Corsa debutta con 192 Cv di potenza nella versione alte prestazioni "OPC". Cambio 6 marce, cerchi da 17" e assetto sportivo, da 0 a 100 in soli 7.2 secondi, raggiunge i 225 Km/h. In vendita da Aprile 2007.

Video  Opel Corsa OPC
Video  Opel Corsa OPC - Gallery

Dimensione Carattere:

Con la nuova Corsa, si può davvero dire che Opel ha "messo la sesta". Sulla scia dell'ottima accoglienza riservata dal pubblico europeo alla quarta generazione di questo modello, la Casa tedesca del gruppo General Motors si prepara oggi a lanciare la versione più sportiva della gamma.

L'OPC è la massima espressione del temperamento dinamico di quest'automobile: grande maneggevolezza e controllo assicurano un elevato piacere di guida. Il motore 1.600 turbo benzina da 192 CV (141 kW) permette a questa 3 porte di raggiungere i 100 km/h con partenza da fermo in appena 7.2 secondi ed una velocità massima di 225 km/h. La coppia massima di 23,5 kgm (230 Nm) può essere portata per alcuni secondi ad oltre 26,5 kgm (260 Nm) utilizzando la funzione “overboost”; la trazione è anteriore ed il cambio manuale a 6 rapporti (di serie).

Le caratteristiche del motore si traducono in prestazioni di altissimo livello in ogni situazione: Corsa OPC è in grado, ad esempio, di riprendere in quinta marcia da 80 a 120 km/h in appena 6.7 secondi, ma al tempo stesso di percorrere 100 chilometri con 7,9 litri di benzina, un valore davvero contenuto per una vettura capace di simili prestazioni.

La nuova Opel Corsa OPC sarà presentata in anteprima mondiale, all'inizio del prossimo mese di Marzo, al Salone dell'Automobile di Ginevra, all'immediata vigilia della sua commercializzazione.

Anche l'aspetto riflette tutta la sportività di questa versione. Lo spoiler posteriore superiore, così come le appendici aerodinamiche inferiori anteriori e posteriori e le aperture per la presa e lo scarico dell'aria, la rendono davvero accattivante. Altri elementi estetici, come il terminale di scarico centrale di forma triangolare e la particolare forma dei retrovisori esterni, sono solo ulteriori esempi dell'attenzione posta nell'esaltare il carattere sportivo della nuova Corsa.

Una serie di interventi ha permesso di conferire al suo assetto un'impostazione ancora più sportiva di quella delle altre versioni. Un intenso lavoro di sviluppo sulla mitica Nordschleife del circuito tedesco del Nürburgring ha consentito di ottenere un raffinato equilibrio tra maneggevolezza e controllo della vettura. Tra le principali modifiche troviamo l'adozione di una sospensione posteriore più rigida, una diversa angolazione del braccio posteriore torcente, nuove tarature delle molle e degli ammortizzatori, un assetto ribassato di 10 mm ed una barra stabilizzatrice di maggiore diametro.

I progettisti sono intervenuti anche sul dispositivo di controllo elettronico della stabilità (ESP) che, di serie, come su tutte le Corsa, è sulla versione OPC anche disattivabile per meglio adattarlo al temperamento sportivo. Le ruote sono in lega da 17 pollici con pneumatici 215/45 R17, ma possono essere anche da 18” con pneumatici da 225. I grandi freni a disco (anteriori ventilati da 308 mm, posteriori pieni da 264 mm) con pinze di colore blu garantiscono efficaci decelerazioni.

La sportività impera anche all'interno dell'abitacolo. Oltre al battitacco con la sigla OPC, alle cornici cromate degli strumenti con lancette di colore rosso ed ai profili di colore blu (oppure argento) delle bocchette della ventilazione, un aspetto molto accattivante è rappresentato senza dubbio dal volante in pelle.

Come su alcune automobili da corsa, la corona presenta cuciture di colore blu (oppure argento) che, insieme alla laccatura della console centrale ed alla pedaliera in alluminio sottolineano, l'alta qualità e la sportività dell'atmosfera interna. Molto particolari sono anche i nuovi sedili avvolgenti Recaro con poggiatesta integrati, simili a quelli delle vetture da corsa, ma dotati di airbag laterali integrati - una soluzione proposta per la prima volta al mondo su sedili di questo tipo - che proteggono il guidatore ed il passeggero anteriore.

La nuova arrivata amplia ulteriormente la gamma OPC. Accanto alle Vectra OPC berlina e station wagon con motore da 280 CV (206 kW), non disponibili in Italia, ci sono Zafira OPC - che con i suoi 231 km/h è nella sua categoria la più veloce monovolume del mondo - ed Astra OPC, equipaggiate entrambe con un 2.000 turbo benzina da 240 CV (177 kW).

Opel Meriva OPC monta invece un 1.600 turbo benzina da 180 CV (132 kW), simile a quello della nuova Corsa OPC che permette a questa versatile monovolume a 5 posti di superare i 220 km/h.
"Le OPC" ha commentato Alain Visser, direttore esecutivo Marketing Europeo della Casa tedesca "sono espressione di vera sportività e trasmettono emozione e passione al nostro marchio. Per questo motivo la versione OPC si adatta molto bene alla nuova Corsa, una vettura che si propone come modello giovanile e piacevole da guidare".




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati