Notizie dal Mondo dei Motori
Audi Quattro - Concept 2010

Audi Quattro - Concept 2010

La "Urquattro" è tornata, riportata in vita nel nome e nella sostanza dalla Audi Quattro Concept, in anteprima mondiale al Salone di Parigi. La meccanica è quella tradizionale, con motore 5 cilindri turbo da 408 Cv e trazione quattro, che compie 30 anni.

Video  Audi Quattro - Concept 2010
In Relazione:
Articoli  AUDI
Video  Video AUDI
Video  Foto AUDI

Dimensione Carattere:

30 anni son passati da quando la mitica Urquattro, dopo aver strabiliato il pubblico del Salone dell’Auto di Ginevra del 1980, conquistò il cuore degli appassionati dei rally con il sibilo inconfondibile del suo 5 cilindri turbo da 450 Cv, protagonista del Campionato Gruppo B. A ricordarcelo, come se ve fosse un benché minimo bisogno, festeggiando ufficialmente l’anniversario della trazione quattro, ci pensa la nuova Audi Quattro Concept, esaltante novità presentata in anteprima mondiale al Salone dell’Auto di Parigi.

Basata sul pianale della RS5, da cui deriva e a cui certi tratti stilistici si ispirano, la nuova Quattro è una coupè sportiva a due posti secchi, con passo accorciato di 150 mm rispetto all’Audi A5 più sportiva e linea del tetto più vicina al suolo di 40 mm. La carrozzeria, modificata a regola d’arte dai tecnici di Ingolstadt, è di alluminio con cofano e sportello del bagagliaio in leggero carbonio, come altri particolari sportivi: il tutto si traduce in un peso di soli 1.300 kg, come la Sport quattro del 1984.

Il cuore tecnologico della Audi Quattro Concept 2010, superfluo ricordarlo, è il motore a benzina turbocompresso a 5 cilindri della sorella TT-RS, portato a 408 Cv, poco meno della regina del Gruppo Volkswagen R8, che spingono la Quattro da 0 a 100 km/h in soli 3,9 secondi. Per scaricare a terra la notevole coppia motrice è stata naturalmente scelta la trazione integrale permanente quattro dotata di un rivoluzionario differenziale centrale a corona dentata, accoppiata ad un veloce cambio manuale a 6 marce.

Il design esterno della Audi Quattro è caratterizzato dal colore Col de Turini, a ricordo dello storico passo ghiacciato del Rally di Montecarlo. Il risultato dell’anabolizzazione delle forme della coupè di Casa A5, è una reinterpretazione in chiave moderna delle proporzioni della mitica Urquattro.

MUSCOLI DI ALLUMINIO

Con misure di 4,28 m di lunghezza, 1,86 di larghezza e 1,33 in altezza e un passo di 2,60 m, la Audi Quattro Concept rientra appieno nel segmento delle sportive, con un passo più corto di 150 millimetri rispetto alla RS5 da cui deriva.

Elemento particolare del frontale è la griglia single-frame che, insieme alle grandi prese d’aria verticali sugli spigoli del paraurti, esprime visivamente la potenza del gruppo motore. I gruppi ottici futuristici sono basati sulla tecnologia Full Led, introdotta dai modelli alto di gamma R8 e A8.

La linea di cintura, grazie soprattutto ai cerchi in lega da 20 pollici e all’abbassamento del tetto, trasmette un chiaro messaggio di energia e possenza. Lo stemma dei quattro anelli è stampato energicamente sulla lamiera del montante C posteriore, come il marchio a fuoco sui muscoli dei tori dell’arena.

Nel cofano posteriore è integrato il grande spoiler in carbonio, che fuoriesce in caso di necessità e può essere posizionato in modo da ottenere la deportanza ottimale.

INTERNI GLACIALI

La parola d’ordine nella progettazione dell’abitacolo della nuova sportiva Audi è Essenzialità. Gli ambienti interni non lasciano spazio ad elementi superflui ed ogni particolare ha una precisa funzione. Il pannello strumenti è compatto ma molto visibile e ricco di informazioni, concentrate in uno schermo Lcd con grafica digitale caratterizzata da contachilometri con visualizzazione numerica della velocità e contagiri a segmenti verticali.

Il volante ha una corona stretta con impugnatura corposa e separata da una linea bianca nella parte centrale superiore, come sulle auto da rally del mondiale WRC. I sedili sportivi dal peso di soli 18 kg, contengono il corpo in modo perfetto anche nelle situazioni di guida più impegnative e sono rivestiti di pregiato cuoio, materiale utilizzato anche per la maggior parte dei rivestimenti di plancia, tunnel centrale e pannelli porta. Tutto ciò che non è vestito di pelle lascia spazio al carbonio a vista, molto leggero e suggestivo.




Newstreet.it - Auto e Motori

Servizi e Link Consigliati